ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Con 100 piloti al via torna
il Trofeo Nappi al circuito del Sele

Con 100 piloti al via torna
​il Trofeo Nappi al circuito del Sele

Torna dopo trent’anni il Trofeo Natale Nappi, uno degli eventi più prestigiosi dell’automobilismo italiano, che negli anni 70/80 coincideva con le finali di vari campionati nazionali. Il programma prevede per oggi verifiche al mattino e prove nel pomeriggio; domani le gare, a partire dalle 8,30. Si gareggia sui 1600 metri del Circuito del Sele, nei pressi di Battipaglia, con la formula delle due sessioni di gara da sei giri cronometrati per ogni classe.

La manifestazione è organizzata dalla Scuderia Vesuvio con il patrocinio degli Automobile Club di Napoli e Salerno e del Comitato Regionale Campania del CONI. E’ prevista la partecipazione di oltre 100 piloti provenienti da tutta Italia, al volante di vetture moderne e storiche.

In prima linea i portacolori della Scuderia Vesuvio, recente vincitrice di vari titoli italiani nelle specialità pista e montagna. Non mancherà l’evergreen Cosimo Turizio, al volante di una irresistibile storica della categoria Sport come la Osella PA4. Con lui il figlio Francesco al volante di una Fiat 128 coupé (auto con la quale Turizio disputò memorabili stagioni negli anni 70) recentemente riallestita nelle livrea Trivellato. Tra i gentleman driver è annunciata anche la presenza di Paolo Scudieri, patron di Adler Plastic e di Eccellenze Campane, a bordo di una Fiat 500 Abarth Trofeo, e di Giuseppe Casillo con l’inglesina Radical SR4 Suzuki.

Direttamente dal campionato italiano Velocità Montagna lotteranno per il successo assoluto piloti del calibro di Domenico Scola (figlio d’arte ben avviato sulle orme del padre e del nonno), del veneto Denny Zardo, del neo campione TIVM Sud Domenico Cubeda, del trentino Diego De Gasperi, del salernitano Gianni Loffredo e di numerosi altri, che con le loro vetture formula e sport prototipo promettono di dare spettacolo. Entusiasmante si profila anche la sfida tra le vetture turismo e GT con una nutrita rappresentanza di Alfa Romeo, Ferrari, Porsche, Renault e Seat Leon Cup.

Il ritorno del Trofeo Nappi lo si deve all’agerolese Valentino Acampora, patron della rinata Scuderia Vesuvio, il quale ha tenuto a manifestare la sua gratitudine verso coloro che hanno contribuito a far rivivere questa corsa rimasta nel cuore di tutti gli appassionati di automobilismo. “Non è stato facile – ha dichiarato Acampora – ma ce l’abbiamo fatta. Per questo ringrazio in primis i fratelli Ciro e Piero Nappi, il Circuito del Sele e i nostri partner per averci sostenuto e aver creduto in questo progetto. Un progetto – tiene a sottolineare Acampora – che non si fonda sul business ma esclusivamente sulla passione che aggrega piloti, meccanici e spettatori”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA



La cena di Natale del Napoli sulle note di Last Christmas
Video

La cena di Natale del Napoli sulle note di Last Christmas

  • L'arrivo di Hamsik alla cena di Natale del Napoli

    L'arrivo di Hamsik alla cena di Natale...

  • Universiadi a Napoli, il punto dell'assessore Borriello

    Universiadi a Napoli, il punto...

  • Scudetto o Europa League? Le voci dei tifosi del Napoli

    Scudetto o Europa League? Le voci dei tifosi...

  • Basket, Napoli-Rieti: le interviste

    Basket, Napoli-Rieti: le interviste

  • Napoli-Fiorentina, la delusione dei tifosi

    Napoli-Fiorentina, la delusione dei tifosi

  • Napoli-Fiorentina a reti bianche, il commento di Roberto Ventre

    Napoli-Fiorentina a reti bianche, il...

  • Napoli-Fiorentina, il prepartita dei tifosi

    Napoli-Fiorentina, il prepartita dei tifosi

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT