ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Recriminazioni vibranti della Schuco
Cargomar Rari Nantes Napoli

Alfredo Riccitiello
(foto di Manuel Schembri)

Un pareggio condito da innumerevoli polemiche, qualche rimpianto e tanti veleni. Emerge di frequente in modo dirompente la solita questione di non trascurabile valore. Insufficiente la presenza di un unico arbitro in cadetteria sul piano vasca. In uno sport di contatto quale la pallanuoto è doveroso più che mai il secondo direttore di gara in serie B. Storia vecchia, mai affrontata con il piglio giusto, problematica irrisolta. Segnaliamo tale suggerimento, che non cadrà certamente nel vuoto, al presidente del Gug Campania, Filippo Massimo Gomez, fischietto internazionale di comprovata e navigata esperienza, sensibile ad ogni ragionamento in merito.
 

 

«Ci aspettavamo di navigare in acque meno tempestose. Troppo nervisismo in acqua. Cerco di infondere calma ai miei ragazzi. E’ impegnativo il compito arbitrale. C’è bisogno però del secondo arbitro», invoca a gran voce il tecnico Elios Marsili, al termine di Schuco Cargomar Rari Nantes Napoli – Tuscolano, disputata a Santa Maria Capua Vetere per l’indisponibiltà della Scandone, finita 8 a 8. «In difesa siamo stati costretti sempre a giocare con un uomo in meno e in attacco era sempre fallo nostro. Servono i due arbitri anche in serie B, ma non lo dico certo da oggi. Anche stavolta il saldo delle espulsioni è stato negativo in nostro sfavore: 6 a 8, in casa un dato del genere non si vede quasi mai». Cahiers de doléances che inducono all’immediata riflessione. Deficitaria al contempo la classifica dopo quattro giornate: 5 punti magro bottino racimolato.

«Mi assumo tutte le responsabilità per questo pessimo avvio di stagione» ammette la guida del club con sede a Santa Lucia. Occhiello (nelle foto di Manuel Schembri) e Scalzone aprono le danze ma i romani firmano il 2-2. Il match vive di sorpassi e controsorpassi. Riccitiello riporta avanti i suoi, Botto e Rovetta ribaltano l’andamento delle operazioni. Si attesta sul + 2 il Tuscolano nel terzo periodo, scatenando la veemente reazione di Occhiello, Mauro e Jacopo Parrella. Nuovamente avanti gli ospiti e secca replica di Riccitiello, artefice di due prodezze degne di nota: la splendida beduina dalla distanza griffa il momentaneo 8-7. Guadagnano anzitempo gli spogliatoi proprio la calottina numero 7 (sograggiunti tre falli) e Mauro, espulso definitivamente. L’irregolarità non sanzionata su Ferrone  si trasforma per il direttore di gara Barbera in un fallo del giocatore napoletano, permettendo a Rovetta, a 1'36'' dalla fine, di involarsi, prendere la mira e fissare il risultato sul definitivo 8-8. Prossimo impegno sabato 17 febbraio contro il Villa York in trasferta a Roma.


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lo snowboard si fa sexy alle Olimpiadi, e` scontro di bellezza tra 4 atlete: ecco le foto
Video

Lo snowboard si fa sexy alle Olimpiadi, e` scontro di bellezza tra 4 atlete: ecco le foto

  • Cuore Napoli, Bartocci: "Niente scuse, dovevamo vincere"

    Cuore Napoli, Bartocci: "Niente scuse,...

  • Napoli-Lazio 4-1: il videocommento di Roberto Ventre

    Napoli-Lazio 4-1: il videocommento di...

  • Napoli-Lazio, la carica dei tifosi: «Riprendiamoci il primo posto»

    Napoli-Lazio, la carica dei tifosi:...

  • Napoli, Ghoulam in clinica con le stampelle

    Napoli, Ghoulam in clinica con le stampelle

  • Olimpiadi 2018, la commozione di Lindsey Vonn: «Vincerò per mio nonno»

    Olimpiadi 2018, la commozione di Lindsey...

  • Olimpiadi: l'arrivo della sorella di Kim Jong Un a Peyongchang

    Olimpiadi: l'arrivo della sorella di Kim...

  • Ricordate Datolo? Napoli, guarda che gol con il Banfield

    Ricordate Datolo? Napoli, guarda che gol con...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT