ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

De Zerbi ci crede: «Tanto orgoglio
il nostro esempio sia il Crotone»

De Zerbi ci crede: «Tanto orgoglio
il nostro esempio sia il Crotone»

«C'è stata una reazione di orgoglio e una continuità di risultati, le prestazioni c'erano anche prima. Meritavamo anche qualche domenica prima poi non riuscivamo mai a portarla a termine, ora stiamo facendo bene, ma dobbiamo stare sempre attenti, mancano 8 punti di distacco e sono ancora tanti». Sono le parole del tecnico del Benevento, Roberto De Zerbi, a Radio Anch'Io Sport dopo le due vittorie con Chievo e Sampdoria. L'allenatore è convinto che la squadra possa fare i punti che le servono per salvarsi. «Ci credo, anche se non è facile, dovremo fare una media punti altissima, ma cerco di concentrarmi partita dopo partita. Fino a poco tempo fa se avessi detto che avremmo vinto due partite nessuno ci avrebbe creduto, dobbiamo continuare su questa strada».

Il Benevento ha come esempio quello del Crotone lo scorso anno. «Ho anche ricordato ai miei giocatori più di una volta l'impresa del Crotone. Nicola lo scorso anno è stato l'allenatore più bravo, non a livello tecnico e tattico, ma il lunedì bisogna ricaricare la truppa e non è facile noi prendiamo proprio il Crotone come riferimento», ha aggiunto De Zerbi che vuole una squadra che riseca ad attaccare e non solo difendere.

«Abbiamo fatto tante partite guardinghi, cercando di rubare palla e ripartire, ma alla lunga se si vuole avere la possibilità di salvarsi bisogna creare occasioni e avere il coraggio di creare occasioni, non solo difendersi, non si può sempre fare le gare in questo modo. La Var? Ha migliorato il campionato, ha tolto l'errore, è chiaro che bisogna ancora perfezionarne l'ultilizzo e lo permetterà solo il tempo, ma è stato un passo in avanti, al di là delle polemiche dell'ultima settimana», ha sottolineato il tecnico.

Sulla corsa scudetto De Zerbi è convinto di una sfida a due. «Juve e Napoli? Sono due squadre che si giocheranno il campionato fino alle ultime giornate, una più bella da vedere e l'altra più solida e con più individualità, ma a me bastano i problemi della mia squadra. La sosta? Ne avrei fatto a meno, quando ci si ferma sono stressato, mentre quando si lavora vado meglio, l'importante che si riparta con lo stesso spirito di due giorni fa».


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Zarate torna a giocare in Argentina, accolto da migliaia di tifosi in festa all'aeroporto
Video

Zarate torna a giocare in Argentina, accolto da migliaia di tifosi in festa all'aeroporto

  • Carlos Tevez torna al Boca Juniors

    Carlos Tevez torna al Boca Juniors

  • Usain-Bolt prova il calcio: a marzo un torneo con il Borussia Dortmund

    Usain-Bolt prova il calcio: a marzo un...

  • Razzismo, il Cagliari si scusa con Matuidi

    Razzismo, il Cagliari si scusa con Matuidi

  • Napoli-Verona, la polizia sventa agguato ultras

    Napoli-Verona, la polizia sventa agguato...

  • Napoli-Verona 2-0, il commento di Roberto Ventre

    Napoli-Verona 2-0, il commento di Roberto...

  • Napoli-Verona, l'attesa dei tifosi

    Napoli-Verona, l'attesa dei tifosi

  • Napoli, i tifosi: ora puntiamo sul campionato

    Napoli, i tifosi: ora puntiamo sul campionato

Prev
Next

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT