ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Segna Budimir e Zenga festeggia
la prima vittoria con il Crotone

Segna Budimir e Zenga festeggia
la prima vittoria con il Crotone

Walter Zenga va ad esultare sotto la Curva Sud per festeggiare la sua prima vittoria da allenatore del Crotone. Vittoria meritata, davanti agli occhi dell'ex Ivan Juric, ma sofferta per via dei troppi errori sottoporta del Crotone e di ripartenze sprecate. Il Chievo perde per la terza volta in Serie A contro il Crotone regalando agli avversari un intero tempo e dimostrando limiti in fase offensiva. Zenga propone lo stesso undici visto a Sassuolo, mentre Maran tiene in panchina Hetamaj dato come titolare alla vigilia. Parte forte la squadra di casa. Stoian in sei minuti fa venire i brividi a Sorrentino impegnandolo prima terra (2') e poi tirando fuori di poco con una improvvisa girata (6'). Il Crotone spinge con ordine sfruttando le giocate di Barberis in mezzo al campo. Budimir al 16' si divora un gol fatto tirando alto a porta vuota su un assist di Rohden. Il Chievo invece fatica a costruire ed a rifornire i propri attaccanti sempre fermati da Ceccherini e Ajeti. Al 23' Maran perde anche Meggiorini per infortunio, al suo posto Pellissier.

Al 33' il Crotone passa: calcio d'angolo dalla destra, Stoian crossa in area e la palla colpisce il palo alla sinistra di Sorrentino. Il primo a recuperare la sfera è Ajeti che tira forte in mezzo. Sulla traiettoria va Budimir che fa 1-0 da due passi. Nella ripresa il Chievo mette Pucciarelli al posto di Rigoni in mezzo al campo e il gioco migliora nettamente. Il Crotone si difende con calma e senza precipitazione; precipitazione che, invece, viene fuori nelle ripartenze. Al 6' Mandragora tira fuori su un ottimo assist di Martella; al 10' scavetto di Mandragora che libera Budimir in area ma il croato si fa ribattere il tiro da Sorrentino in disperata uscita. Il Chievo avanza il baricentro, tiene in apprensione la difesa rossoblu e nel finale fa soffrire gli ottomila dello Scida. I veneti vanno anche in rete con Inglese ma l'attaccante viene fermato dall'arbitro per fuorigioco anche con l'assenso del Var che non interviene nella decisione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Zarate torna a giocare in Argentina, accolto da migliaia di tifosi in festa all'aeroporto
Video

Zarate torna a giocare in Argentina, accolto da migliaia di tifosi in festa all'aeroporto

  • Carlos Tevez torna al Boca Juniors

    Carlos Tevez torna al Boca Juniors

  • Usain-Bolt prova il calcio: a marzo un torneo con il Borussia Dortmund

    Usain-Bolt prova il calcio: a marzo un...

  • Razzismo, il Cagliari si scusa con Matuidi

    Razzismo, il Cagliari si scusa con Matuidi

  • Napoli-Verona, la polizia sventa agguato ultras

    Napoli-Verona, la polizia sventa agguato...

  • Napoli-Verona 2-0, il commento di Roberto Ventre

    Napoli-Verona 2-0, il commento di Roberto...

  • Napoli-Verona, l'attesa dei tifosi

    Napoli-Verona, l'attesa dei tifosi

  • Napoli, i tifosi: ora puntiamo sul campionato

    Napoli, i tifosi: ora puntiamo sul campionato

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT