ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Juventus, Allegri scarica Dybala:
«Un po' di panchina gli fa bene»

Juventus, Allegri scarica Dybala: 
«Un po' di panchina gli fa bene»

«Dybala ancora in panchina? Oggi è entrato bene. Devo fare delle scelte, ci sono momenti in cui ai giocatori non vengono le cose, non sono in ottime condizioni. Fortunatamente ho altri giocatori importanti e poi ogni tanto fare un pò di panchina fa bene». Così Massimiliano Allegri, dai microfoni Premium Sport, sulla nuova esclusione del talento argentino dalla formazione iniziale della Juve. «Quando si va in panchina - aggiunge Allegri - ti girano un pò le scatole. Ma va bene così, l'importante è che reagisca»

«Quando si è dentro una squadra devi togliere l'io e mettere dentro il 'noì - spiega l'allenatore della Juve -. Le qualità di Paulo sono indiscutibili, a noi ci serve nelle migliori condizioni e sta ritrovando una buona condizione mentale e fisica. Lui non poteva tenere la media di inizio stagione ma è sereno e lavora bene».

«Se spero più nel settimo scudetto o nella Champions? Non spero niente, credo che la Juve possa andare in fondo agli obiettivi. In Italia il campionato è più equilibrato rispetto agli anni scorsi, e noi cercheremo di arrivare in fondo e di dare la zampata vincente». Intervistato da Premium Sport al termine di Bologna-Juventus, Massimiliano Allegri non si nasconde e sottolinea che la sua squadra, come al solito, punta a vincere tutto. La Juve sembra essersi ritrovata, e infatti per Allegri «i ragazzi stanno facendo delle buone prestazione, stiamo crescendo fisicamente e come compattezza di squadra. Abbiamo creato molto e non abbiamo concesso niente». «Fino a questo momento i numeri del campionato sono importanti - dice ancora il tecnico -, poi il Napoli e l'Inter stanno facendo numeri altrettanto importanti e per stare in alto non potevamo fare meno di loro». Ma di chi è il merito per questa compattezza ritrovata? «Di tutti, di quelli che giocano e di quelli che stanno in panchina - risponde Allegri -. C'è grande disponibilità e poi la fase difensiva la devono farla tutti: abbiamo trovato una bella compattezza e i meriti sono dei ragazzi. La rosa è forte, e stiamo lavorando bene per cercare di arrivare al massimo della condizione a marzo». Poi un esame generale della situazione. «In Champions sarà ancora più difficile arrivare in fondo - ammette Allegri -, molte squadre si sono rinforzate, come le inglesi». E per lo scudetto chi teme di più? «Della Roma si parla poco - risponde -, ma io credo che sia migliorata. Ha giocatori di spessore e subisce pochissimo. È una delle candidate e sta proseguendo su quello fatto negli ultimi anni».


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Zarate torna a giocare in Argentina, accolto da migliaia di tifosi in festa all'aeroporto
Video

Zarate torna a giocare in Argentina, accolto da migliaia di tifosi in festa all'aeroporto

  • Carlos Tevez torna al Boca Juniors

    Carlos Tevez torna al Boca Juniors

  • Usain-Bolt prova il calcio: a marzo un torneo con il Borussia Dortmund

    Usain-Bolt prova il calcio: a marzo un...

  • Razzismo, il Cagliari si scusa con Matuidi

    Razzismo, il Cagliari si scusa con Matuidi

  • Napoli-Verona, la polizia sventa agguato ultras

    Napoli-Verona, la polizia sventa agguato...

  • Napoli-Verona 2-0, il commento di Roberto Ventre

    Napoli-Verona 2-0, il commento di Roberto...

  • Napoli-Verona, l'attesa dei tifosi

    Napoli-Verona, l'attesa dei tifosi

  • Napoli, i tifosi: ora puntiamo sul campionato

    Napoli, i tifosi: ora puntiamo sul campionato

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT