La Juve torna a ballare il tango, con l'Atalanta
può rientrare la coppia Higuain-Dybala

immagine La Juve torna a ballare il tango, con l'Atalanta
può rientrare la coppia Higuain-Dybala
 La Signora torna a muoversi sulle note del tango. Dybala ha passato il provino: verrà convocato per l’anticipo di domani con l’Atalanta, ma partirà dalla panchina. Max Allegri sorride anche perché nel primo impegnativo esame con i nerazzurri (il secondo, sempre allo Stadium, sarà il 18 gennaio negli ottavi di Coppa Italia) ritroverà dal primo minuto la dorsale Chiellini-Marchisio-Higuain. Tre senatori per cancellare lo scivolone di Genova e lanciare la Juve verso la grande volata di fine anno.

Riecco dunque la Joya, dopo 42 lunghi giorni ai box. L’argentino, tornato in gruppo ieri dopo aver smaltito la lesione accusata il 22 ottobre in casa del Milan, non ha ancora 90 minuti di benzina nelle gambe per reggere i ritmi presumibilmente altissimi della sfida contro i bergamaschi. Vista l’aria che tira - non soltanto quella rigida meteorologica -, Allegri si accontenterà di impiegarlo per uno spezzone, rimandando precauzionalmente il rientro di Dybala tra i titolari al mercoledì di Champions contro la Dinamo Zagabria. Domani la Juve si affiderà al tandem Higuain-Mandzukic o più probabilmente a un tridente completato da Cuadrado. I bianconeri riporteranno il Pipita al centro del loro villaggio, prefisso 4-3-3, così da aiutarlo a ritrovare quel gol che in campionato non segna da oltre un mese (29 ottobre, Juve-Napoli 2-1). Tanto, troppo per uno come lui, nonostante esterni serenità: «Si dicono tante cose, poi faccio gol e passa tutto – ha detto Higuain -. Le critiche? Che parlino pure. Se non segno per quattro partite è un macello... Ma tutto questo mi motiva ancora di più».

Dybala e Higuain sono stati inseriti tra i 55 candidati per il World11 della Fifa, la migliore squadra teorica eletta dagli stessi calciatori. Con loro anche gli juventini Bonucci, Dani Alves, Chiellini e quel Buffon che, a detta del quotidiano spagnolo Sport, avrebbe respinto un’offerta multimilionaria dei giapponesi del Sagan Tosu. Meglio così, perché la BBBC bianconera non può permettersi di perdere altri pezzi.

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora al Il Mattino.it.

HAI UN ACCOUNT SU UN SOCIAL NETWORK?

Accedi con quello che preferisci

Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui