ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

La Roma rimanda la festa della Juve: bianconeri ko 3-1 e giallorossi secondi

La Roma rimanda la festa della Juve: bianconeri ko 3-1: giallorossi secondi

La Roma tira fuori tutto il suo orgoglio e, spinta dalla Sud, non permette alla Juve di festeggiare il 6° storico scudetto di fila all'Olimpico. E soprattutto, vincendo meritatamente 3 a 1, blinda il 2° posto che garantisce l'accesso diretto in Champions. Il Napoli, dopo la cinquina del pomeriggio sul campo del Torino, subisce il nuovo controsorpasso e, a 2 giornate dalla conclusione del torneo, resta al 3° posto, con 1 punto di ritardo.
SENZA CENTRAVANTI
Spalletti finalmente batte la Juve in campionato. E, con Dzeko indisponibile, ci riesce tornando al sistema di gioco della scorsa stagione: il 4-2-4, con Nainggolan e Perotti schierati in avanti tra gli esterni offensivi Salah ed El Shaarawy. Allegri, invece, non ripete quanto fatto il 7 maggio del 2011 con il Milan. Qui all'Olimpico, pareggiando proprio contro i giallorossi, conquistò il 1° scudetto della sua carriera. Anche stavolta gli sarebbe bastato un punto, ma probabilmente, pensando alla Coppa Italia (mercoledì la finale contro la Lazio), ha esagerato con il turnover, lasciando in panchina almeno 5 titolari e cambiando l'assetto proprio nella serata più delicata. Il vantaggio di Lemina, dopo il palo colpito all'inizio da Asamoah, ha illuso i bianconeri, raggiunti subito dal 3° gol consecutivo di De Rossi.
NOTTE MAGICA
La Roma, equilibrata e ordinata nella prima parte, si è scatenata nella ripresa. La pazienza ha avuto la meglio sulla presunzione. La Juve, dopo l'intervallo, è uscita di scena, convinta di poter gestire il risultato. El Shaarawy, destro a giro sporcato da Liechteiner, ha certificato il sorpasso e Nainggolan, scambiando con Salah, ha chiuso il match e festeggaito davanti ai tifosi bianconeri. Allegri, dopo aver inserito Dani Alves che ha però tenuto in gioco Nainggolan nell'azione del 3° gol giallorosso, ha provato a rientre in partita con Dybala e Marchisio. Niente da fare. Spalletti si è difeso, passando anche lui al 4-1-4-1, con Grenier e Juan Jesus al posto di Perotti e Nainggolan, avanzando Emerson a centrocampo e Salah da cerntravanti. L'unica parata vera di Szezesny, su Higuain, nel recupero, in cui ha avuto spazio, negli ultimi 2 minuti, anche Totti. L'Olimpico, compreso il settore ospiti, ha applaudito a lungo il capitano. Alla Juve mancano ancora 3 punti per il 6° scudetto: il nuovo match ball,domenica contro il Crotone allo Stadium. La Roma, in vantaggio negli scontri diretti (grazie alla differenza reti) sia con i bianconeri che con il Napoli, sabato pomeriggio gioca contro il Chievo a Verona. Deve vincere, per non complicarsi la volata. E per passare la notte a -1 dalla capolista.      
  
LEGGI LA CRONACA

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 14 Maggio 2017 - Ultimo aggiornamento: 15-05-2017 15:28

Napoli-Fiorentina: il commento dei tifosi
Video

Napoli-Fiorentina: il commento dei tifosi

  • Napoli-Fiorentina: il videocommento di Roberto Ventre

    Napoli-Fiorentina: il videocommento di...

  • Napoli-Fiorentina: il pronostico dei tifosi

    Napoli-Fiorentina: il pronostico dei tifosi

  • Napoli-Fiorentina: le tre mosse di Roberto Ventre

    Napoli-Fiorentina: le tre mosse di Roberto...

  • Marco Bellinazzo: «Così il potere
ha conquistato il calcio mondiale»

    Marco Bellinazzo: «Così il...

  • Hamisk e il dottor De Nicola al Motorshow

    Hamisk e il dottor De Nicola al Motorshow

  • «Ciao guagliò», Marco Belinelli sbarca al Mates Festival

    «Ciao guagliò», Marco...

  • Cairo e l'umiliazione del Napoli: «Figuraccia! Sono arrabbiato»

    Cairo e l'umiliazione del Napoli:...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
Giuseppe Longobardi
2017-05-15 15:07:49
Il delitto perfetto. Così potrebbe intitolarsi questo campionato di serie A. Tutti sono preoccupati del calendario della Roma prima il Milan poi la vecchia. Con il Milan già sapevo del riultato visto che a milano ha vinto anche l'Empoli e non solo. Pensavo che con la vecchia invece sarebbe stato molto più difficile.Pronostico:Pareggio al 60%, vittoria vecchia 35% vittoria Roma 5%. Invece è avvenuto l'inimmaginabile La migliore difesa del campiopnato ne becca tre da una squadra come la Roma in grande crisi.Buffon ,il pallone d'oro proposto da molti come il miglio portiere al mondo , fa penosi interventi, addirittura il secondo gol lo accompagna in porta con lo sguardo, un pallone lento che sembra non voglia entrare, mentre è sdraiato sul prato dell'Olimpico accennando ad una goffa parata. A questo punto la squadra più coriacea e di carattere d'Europa invece di reagire all'onta della sconfitta lascia che la Roma segni anche il terzo gol. La roma è seconda e le sue casse languide possono essere parzialmente messe a posto con l'ingresso diretto alla Champion. Grande rigore anche per la designazione :partita affidata a Banti che è il meno juventino (mentre la finale di coppa Italia è stata affidata a Tagliavento che Marino Bartoletti, durante una trasmissione del Processo del lunedì condotta da Varriale, ha detto essere conosciuto come Tagliaventus ). A fine partita un gesto commovente di De Rossi che va ad abbracciare Buffon forse per ringraziarlo della cattiva serata del portiere juventino.A fine partita in un'intervista sul campo De Rossi fa tutto uno sproloquio sull'amicizia con alcuni avversari storici,ma a quel punto ho spento la TV dispiaciuto che la più bella e divertente squadra del campionato ,anche grazie agli scippi di Rocchi con giacomelli e Damato,finirà presumibilmente al terzo posto. lo so è anche questione di fortuna che normalmente è cieca e talvolta è strabica Saluti Vitaliano

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT