ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Portogallo Campione d'Europa: perde Ronaldo ma segna Eder, sconfitti 1-0 i francesi a Parigi

Portogallo Campione d'Europa Francesi sconfitti 1-0 a Parigi

dal nostro inviato
PARIGI Il Portogallo, anche senza Ronaldo che esce quando il match è appena cominciato, vince il primo titolo della sua storia. E lo conquista a Parigi contro la Francia che cade in casa proprio come accadde alla nuova regina d'Europa: 1 a 0. Il gol arriva solo a quarto minuto del secondo supplementare. Lo segna Eder che, entrando alla fine dei tempi regolamentari, divenuta la mossa decisiva della sfida. Fernandos Santos prende in contropiede Didier Deschamps chiudendo con un assetto spregiudicato: il 4-3-3 gli permette di strappare la coppa ai favoriti del torneo. Il centravanti ventottenne, acquistato ultimamente dal Lilla, è nato in Guinea ed è stato naturalizzato portoghese. Da riserva a eroe in mezz'ora. Dal suo ingresso in campo alla rete per l'Europeo, destro piazzato nell'angolo da fuori area. E pensare che, prima di entrare contro i Bleus, l'attaccante era stato utilizzato solo 13 minuti, nelle prime due partite del torneo.
 


LAST MINUTE
La Francia manca il tris, dopo i successi dell'84 e del 2000, e perde per la prima volta contro il Portogallo nelle competizioni ufficiali. Griezmann, capocannoniere con 6 reti, trova Rui Patricio oppure non inquadra la porta. Pogba delude. Solo Coman, quando Deschamps gli dà spazio, prova a lasciare il segno. Gignac prende il palo nel recupero del secondo tempo, Raphael Guerreiro colpisce la traversa su punizione nel secondo supplementare. Ma Santos è già intervenuto, modificando il sistema di gioco, per prendersi il trofeo. Va all'attacco con il 4-3-3: dentro Moutinho per Adrien Silva e appunto Eder per Renato Sanches. Il Portogallo è andato oltre il novantesimo in tre delle ultime quattro gare. E non ha mai sbagliato. Nemmeno qui, allo Stade de France, nella notte più lunga e alla fine più bella dell'Europeo. Nani ha ridato la fascia da capitano a Cristiano Ronaldo che, con il ginocchio sinistro fasciato, ha alzato la coppa nel cielo di Parigi. CURIOSITA' FINALE
Il protagonista a Saint Denis, però, è diventato Eder. Che, arrivato il 1° febbraio a Lille in prestito, è stato ingaggiato a titolo definitivo dal club francese proprio durante l'Europeo. A Lloris ha segnato il suo quarto gol con la maglia del Portogallo. Ma il primo, il 16 giugno del 2015, lo realizzò contro l'Italia, nell'amichevole di Ginevra che  Conte non può dimenticare. Quello fu anche il primo ko da ct azzurro.              

LEGGI LA CRONACA







 


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Napoli, niente riposo: Mertens prende in giro Tonelli
Video

Napoli, niente riposo: Mertens prende in giro Tonelli

  • "Napoli, con questa squadra non temiamo nessuno"

    "Napoli, con questa squadra non temiamo...

  • Napoli-Milan, il commento di Roberto Ventre

    Napoli-Milan, il commento di Roberto Ventre

  • Napoli-Milan, l'attesa dei tifosi

    Napoli-Milan, l'attesa dei tifosi

  • Lo scherzo di Jorginho: Albiol fuori dalla porta

    Lo scherzo di Jorginho: Albiol fuori dalla...

  • Fabio Cannavaro versione Gomorra

    Fabio Cannavaro versione Gomorra

  • I pazzi automobilisti napoletani: lady Giaccherini ironizza sui social

    I pazzi automobilisti napoletani: lady...

  • Con l'Italia eliminata per chi tiferanno i napoletani al Mondiale

    Con l'Italia eliminata per chi tiferanno...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
alfio2
2016-07-11 10:23:36
Una vittoria, quella del Portogallo tutto sommato meritata.La Francia ha messo tutto del suo per perdere questa partita.Prima con un 4-2-3-1 con Pogba e Sissoko mediani invece di giocare a ridosso delle punte e sopratutto nessun affondo sulle fasce, necessarie per allargare il muro del Portogallo, che ha avuto buon gioco nel respingere gli attacchi francesi.Non a caso la Francia e' stata pericolosa sulle fasce e quando e' passata ad un 4-3-3 con il piu' mobile Gignac.E pero' Griezman, la stellina francese, messo all'ala ha combinato ben poco in un ruolo non suo.Merito anche del Portogallo che con un 4-1-4-1 all'uscita di Ronaldo, ha letteralmente addormentato i Francesi e poi li ha stesi con il colpo del KO dell'unica vera punta Eder, il migliore in campo.Bravo Fernando Santos Ed e' un vero peccato, perche' al posto di questa mediocre Francia, ci poteva essere l'Italia se Conte avesse scelto meglio gli uomini da portare all'Europeo e avesse avuto piu' coraggio nello schierarli.Un 4-3-3 con Insigne a tempo pieno e magari Jorginho invece del 3-5-2 con gente rissosa, irriguardosa e sopratutto incapace di fare squadra.Un Ronaldo zoppicante che abbraccia i compagni prima dei tempi supplementari e' senz'altro da prendere da esempio come vincente invece di chi si gioca il passaggio ballando e tirando male i rigori davanti al portiere.Tanto la Germania era finita gia' due anni fa.

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT