ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Ferrari, risultati record: 400 milioni di utili (+38%). Vendite superano quota 8mila

Le immagini della Borsa di Milano che si tinge di rosso per la quotazione della Ferrari

TORINO - La Ferrari chiude il 2016 con risultati record e brinda in Borsa: il titolo del Cavallino ha chiuso ieri in rialzo del 3,73% al massimo storico di 59,75 euro, dopo aver toccato durante la giornata anche i 60,75 euro. Per gli azionisti sono in arrivo dividendi da 0,635 euro per azione ordinaria per un totale di 120 milioni di euro. Ed è una crescita destinata a continuare nel 2017, anno del settantesimo compleanno della casa di Maranello: la previsione è di raggiungere quota 8.400 consegne incluse le supercar, ricavi netti oltre 3,3 miliardi, ebitda adjusted oltre 950 milioni di euro, indebitamento industriale netto pari a 500 milioni.

Ma sono «stime prudenti», avverte il presidente e amministratore delegato Sergio Marchionne, durante la conference call con gli analisti: «sono sempre stato molto trasparente - spiega - e stiamo lavorando alla velocità della luce» per raggiungere l’obiettivo di 1 miliardo di ebitda indicato per il 2019. Intanto ci sono i conti del 2016: un utile netto pari a 400 milioni, il 38% in più del 2015, un utile netto adjusted in aumento del 37,1% a 425 milioni di euro, ricavi netti pari a 3,1 miliardi di euro, in crescita dell’8,8% (+9,4% a cambi costanti), indebitamento industriale netto in calo a 653 milioni di euro a fronte dei 797 milioni di fine 2015. L’ebitda adjusted è pari a 880 milioni di euro, con un margine che si colloca attualmente al 28,3% (30% al netto delle coperture valutarie). Le consegne totali hanno raggiunto le 8.014 unità, con un aumento di 350 unità (+4,6%). «È stato un anno buono, siamo soddisfatti dei progressi fatti», commenta Marchionne.

La casa di Maranello ha grandi possibilità di sperimentare nuove strade per andare incontro alle esigenze dei suoi clienti: «vedrete nei prossimi due-tre anni, nella gamma Ferrari, prodotti che oggi non ci sono ma agiremo con prudenza, senza snaturare il brand», dice il numero uno della società. Non c’è allo studio un un suv o un crossover «perchè non bisogna imbastardire il marchio portandolo fuori dal suo dna», e non è neppure in arrivo una moto.
 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 3 Febbraio 2017 - Ultimo aggiornamento: 21:18

Francesco Montervino: «Sbagliare un aglio e olio è fallo da espulsione»
Video

Francesco Montervino: «Sbagliare un aglio e olio è fallo da espulsione»

  • Lazio-Napoli, azzurri in partenza per Roma

    Lazio-Napoli, azzurri in partenza per Roma

  • Mertens e Jorginho, siparietto negli spogliatoi

    Mertens e Jorginho, siparietto negli...

  • Napoli-Benevento 6-0, le voci dei tifosi

    Napoli-Benevento 6-0, le voci dei tifosi

  • Napoli-Benevento 6-0, il videocommento di Roberto Ventre

    Napoli-Benevento 6-0, il videocommento di...

  • Il canto napoletano dei delfini

    Il canto napoletano dei delfini

  • Shakhtar-Napoli, il commento di Roberto Ventre

    Shakhtar-Napoli, il commento di Roberto...

  • Shakhtar-Napoli 2-1: la delusione dei tifosi

    Shakhtar-Napoli 2-1: la delusione dei tifosi

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT