ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Napoli, Sarri tra sconfitte e ammissioni:
«Dobbiamo ancora crescere»

Sarri tra sconfitte e ammissioni:
«Dobbiamo ancora crescere»

Seconda sconfitta di fila, quella di stasera in Olanda vale l'eliminazione dalla Champions League. Agli azzurri non riesce l'impresa, ma Maurizio Sarri ha pronto il mea culpa. «Ci siamo fatti condizionare dalle notizie che arrivavano dall'Ucraina e questo è stato un errore. Mentalmente dobbiamo ancora lavorare e crescere» le parole dell'allenatore azzurro. «Non pensiamo all'Europa League ora, ci penseremo a febbraio. È una competizione che affronteremo con determinazione perché a livello europeo non possiamo permetterci di snobbarla vista la storia del Napoli».

Il Napoli visto sul campo del Feyenoord, però, continua a preoccupare i tifosi. «Dobbiamo risolvere qualche problema perché da un po' di partite non stiamo trasformando i buoni numeri statistici in gol e risultati», ha contiuato Sarri. «I problemi arrivano davanti, perché non si vedono alcuni movimenti e siamo meno pericolosi del solito. Stasera abbiamo attaccato poco la profondità e siamo stati lenti, è inevitabile essere meno incisivi se giochiamo così. Potevamo fare tre gol in avvio, poi si sono viste tutte le difficoltà e dopo il raddoppio dello Shakhtar la nostra intensità è calata».

Per il toscano, questo Napoli non deve farsi schiacciare dagli errori commessi fin qui. «La sconfitta con la Juventus non ci può togliere le nostre certezze. Le certezze ce le può togliere il fatto che non giochiamo più come facevamo prima. È un momento in cui ci siamo un po' persi nella fase offensiva. Credevamo al City vincente? Avevano la qualificazione in tasca, tra tre giorni affrontano lo United, mentalmente non è facile», ha concluso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lo show neomelodico di lady Giaccherini
Video

Lo show neomelodico di lady Giaccherini

  • Stadio Napoli, de Magistris replica a De Laurentiis

    Stadio Napoli, de Magistris replica a De...

  • Milan, Gattuso difende Donnarumma dopo la contestazione ultrà

    Milan, Gattuso difende Donnarumma dopo la...

  • Napoli, show alla cena di Natale

    Napoli, show alla cena di Natale

  • La cena di Natale del Napoli sulle note di Last Christmas

    La cena di Natale del Napoli sulle note di...

  • L'arrivo di Hamsik alla cena di Natale del Napoli

    L'arrivo di Hamsik alla cena di Natale...

  • Universiadi a Napoli, il punto dell'assessore Borriello

    Universiadi a Napoli, il punto...

  • Scudetto o Europa League? Le voci dei tifosi del Napoli

    Scudetto o Europa League? Le voci dei tifosi...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 9 commenti presenti
ESULEINPATRIA
2017-12-07 07:56:27
Al solito......sbruffoni ad inizio campionato..piagnoni alle prime sconfitte...un bel limone come rtegalo di natale..ed un amaro saluto al simpaticissimo sig. angelo di gennaro che dopo la delusione della sconfitta in casa contro la juve deve digerire anche questa.
Exp1966
2017-12-07 06:48:43
Senza scaricare colpe su uno solo...ma Hamsik è l'uomo in meno...è un fantasma..
alfio2
2017-12-07 00:07:00
Mi sento di fare un commento. Sarri ha ragione. Se una squadra si presenta al via con 24 giocatori tutti di valore internazionale, dello stesso valore, alto, è molto probabile che centra tutti gli obbiettivi della stagione, o comunque resta in lotta fino alla fine. Se invece sono solo 14 o 15 i giocatori ritenuti validi, è chiaro che non tutti gli obbiettivi potranno essere mantenuti. Aggiungiamo che il Napoli non ha due titolari importanti e uno che non ce l'ha oramai da due anni, ecco che questa squadra presenta dei limiti fondamentali. L'anno scorso aveva giocatori più forti e per questo ha centrato numerosi obbiettivi. Sta al presidente comprare a Gennaio non riserve dell'Empoli ma gente in gamba in grado di dare fiato ai titolari.
vincio1967@gmail.com
2017-12-06 23:47:45
Sono anni caro amico Sarri che dovete ancora crescere. Fossi io il tuo datore di lavoro ti chiederei se occorre un tempo finito o infinito.....

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT