ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

«Lucidità e convinzione», l’ordine di Bollini
per la supersfida Avellino-Salernitana

«Lucidità e convinzione», l’ordine di Bollini
per la supersfida Avellino-Salernitana

Il derby della Vigilia. Il derby ad un passo dal giro di boa. Il derby delle emozioni forti. Avellino-Salernitana cade proprio nel giorno della vigilia di Natale. Il calendario della penultima di andata di B sembra essersi divertito. Stranezze del calcio moderno: oggi al Partenio-Lombardi si giocherà una partita speciale tra due squadre in debito di punti (e forse anche di ossigeno) con un’importante cornice di pubblico, tra due tifoserie storicamente rivali.
L’Avellino è in ritardo, la Salernitana in emergenza. Entrambe hanno bisogno di punti. I granata si presentano in Irpinia orfani e incerottati. Bollini deve fare a meno del bomber Coda e Bernardini squalificati, con parecchi elementi della rosa ancora debilitati per i postumi di un brutto virus influenzale che ha colpito la squadra in settimana. Il trainer granata conferma comunque il tridente d’attacco con Joao Silva (uno dei tanti ex) nelle vesti di vice-Coda, Rosina e Improta sugli esterni. Entrambe le squadre sono reduci da una sconfitta. L’Avellino in quel di Bari, i granata contro il Carpi all’Arechi. Nonostante tutto al Partenio si va verso il tutto esaurito. Sold-out il settore ospiti con 800 tifosi granata che inciteranno la Salernitana dal primo all’ultimo minuto. 
«Ci vogliamo giocare con tutte le nostre forze questo derby perché lo dobbiamo a noi stessi e ai nostri grandi tifosi – ha esordito Bollini nell’oramai consueto monologo privo di contraddittorio pubblicato sul sito web della società – Come in tutti derby anche in quello di oggi ci sarà una forte partecipazione emotiva e questo credo sia uno degli aspetti più belli e affascinanti del calcio. È importante però che la rivalità rimanga sempre e soltanto sportiva e che la partita possa essere una festa per lo sport». L’allenatore, subentrato a inizio dicembre al dimissionario Sannino, ha ottenuto 3 punti in tre partite (un successo e due sconfitte). «Abbiamo masticato molto amaro in questi giorni. Abbiamo incontrato due squadre che l’anno scorso giocavano in A, venivamo da un’ottima prestazione a Frosinone e contro il Carpi abbiamo incontrato delle difficoltà che abbiamo analizzato al meglio e su cui abbiamo lavorato in settimana». 


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Zarate torna a giocare in Argentina, accolto da migliaia di tifosi in festa all'aeroporto
Video

Zarate torna a giocare in Argentina, accolto da migliaia di tifosi in festa all'aeroporto

  • Carlos Tevez torna al Boca Juniors

    Carlos Tevez torna al Boca Juniors

  • Usain-Bolt prova il calcio: a marzo un torneo con il Borussia Dortmund

    Usain-Bolt prova il calcio: a marzo un...

  • Razzismo, il Cagliari si scusa con Matuidi

    Razzismo, il Cagliari si scusa con Matuidi

  • Napoli-Verona, la polizia sventa agguato ultras

    Napoli-Verona, la polizia sventa agguato...

  • Napoli-Verona 2-0, il commento di Roberto Ventre

    Napoli-Verona 2-0, il commento di Roberto...

  • Napoli-Verona, l'attesa dei tifosi

    Napoli-Verona, l'attesa dei tifosi

  • Napoli, i tifosi: ora puntiamo sul campionato

    Napoli, i tifosi: ora puntiamo sul campionato

Prev
Next

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT