ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Coda fa tredici, la Salernitana beffa Breda

Coda fa tredici, la Salernitana beffa Breda

Che partita. La Salernitana batte a domicilio l'Entella e indovina il terzo risultato utile di fila. Terzo successo esterno della stagione per i granata trascinati dal solito Coda e blindati da un sontuoso Tuia. Granata corsari nonostante l'inferiorità numerica per l'espulsione di Zito a metà ripresa, che centrano anche una traversa e sfiorano il raddoppio in più di una circostanza. La nuova rivoluzione di Bollini paga. Il tecnico conferma il tridente, ma cambia pedine. Fuori a sorpresa Rosina e Ronaldo e dentro Improta e Ronaldo che avevano scontato il turno di squalifica. In casa Entella, invece tutto confermato con Breda che si affida al consueto triangolo rovesciato con Ammari alle spalle del tandem offensivo composto da Caputo e Catellani.

Nel primo tempo la Salernitana mette alle corde i padroni di casa. Coda si prende sulle spalle il peso dell'attacco ed è devastante. L'ex Parma prima centra una traversa e poi segna il golden gol. Ma è la squadra che gira alla perfezione e spaventa i padroni di casa con un pressing asfissiante sui portatori di palla avversari. A tal punto da costringerli spesso e malvolentieri a errori grossolani e solo apparentemente gratuiti. Non passano neppure 5' che già i granata mettono i brividi ad un incerto Iacobucci. Il portiere esce male su un traversone, Coda la spizza e Improta non è lesto s ribadirla in rete. La Salernitana spinge trascinata dai quasi trecento supporter in curva ospiti. Coda (9') ancora, ben servito da Sprocati, centra la traversa. L'attaccante di sinistro cerca la conclusione velenosa che viene deviata da Pellizzer e si stampa sulla traversa. Il bomber è in palla, la Salernitana pure. L'Entella non c'è e resta alle corde. L'ex Parma (19') ancora di sinistro, stavolta al volo, sfiora il palo lontano su una seconda palla esplosa dai 20 metri. Breda prova a farsi sentire ed al primo vero affondo, l'Entella passa con Caputo, ma l'attaccante viene pescato in posizione di offside: di un pelo, ma c'è. Moscati effettua un traversone, Perico perde Caputo ma per fortuna l'ex di turno ha il braccio avanti a tutti. L'inerzia del match e della guerra tra bomber viene interrotta dalla Salernitana e dal suo vertice ultimo. Tuia prende il tempo ed anticipa Caputo: il capitano sventaglia un pallone per Coda che si invola, si beve Benedetti e di destro fa secco Iacobucci sul suo palo (34'). Prima dell'intervallo ancora un brivido per Gomis, ancora ad opera di Caputo. L'ex Bari di testa pareggia i conti, ma ancora una volta la rete viene annullata da Pinzani perché il traversone di Moscati aveva superato il perimetro prima del lancio.

Nella ripresa i padroni di casa spingono subito il piede sull'acceleratore, ma è ancora la Salernitana a sfiorare il raddoppio con Sprocati (6') su splendido assist di Coda che cerca il gol ad effetto, ma grazia incredibilmente Iacobucci. A quel punto Zito perde la testa e rimedia il secondo giallo che lascia la squadra in dieci. L'Entella ci prova, ma sfiora il pari solo Pellizzer (34') di testa. Sono invece i granata con il neo entrato Ronaldo a costringere Iacobucci agli straordinari.

La classifica (dopo la penalizzazione di 3 punti del Pisa): Spal 58, Frosinone 56, Verona 54, Benevento 48, Perugia 47, Bari 46, Spezia e Novara 45, Cittadella 44, Virtus Entella e Carpi 43, Salernitana 39, Ascoli 38, Avellino 37, Pro Vercelli 36, Cesena 34, Vicenza 33, Latina e Brescia 32, Pisa 30, Trapani 29, Ternana 26.
© RIPRODUZIONE RISERVATA


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 21 Marzo 2017 - Ultimo aggiornamento: 08:43

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT