Cori razzisti nei confronti dei napoletani, i Neoborbonici chiedono risarcimenti per danni morali

immagine Cori razzisti nei confronti dei napoletani, i Neoborbonici chiedono risarcimenti per danni morali
L'ufficio legale del Movimento Neoborbonico sta raccogliendo gli atti per procedere ad una richiesta di risarcimento per i danni morali subiti dai tifosi napoletani presenti allo stadio Marassi di Genova durante la partita Sampdoria-Napoli. Come evidenziato da numerose riprese televisive, infatti, per circa 20 minuti e senza interventi dei responsabili della Lega Calcio e della Societa' blucerchiata, i "tifosi" doriani hanno definito i napoletani "colerosi, terremotati, fogna, sporchi, non degni di stare in Italia augurandosi la loro morte".

«Importante il precedente con esito positivo - scrive il movimento - e conseguente risarcimento a carico della societa' dell'Inter punita per responsabilita' oggettiva per episodi analoghi (I sez. Tribunale di Napoli, 2008). Dopo un dibattito che per giorni ha mobilitato media nazionali e autorita' sportive sul famoso caso Sarri-Mancini, nessuno si e' indignato per l'ennesimo caso di (vero) razzismo anti-napoletano. Cori con quei contenuti, del tutto privi di ironia e offensivi verso una intera popolazione, sono ormai colpevolmente tollerati dalle autorita' sportive ed e' giusto che i tifosi inizino ad essere tutelati in altre sedi. Gli eventuali risarcimenti saranno utilizzati per regalare palloni e altre attrezzature sportive alle scuole della periferia di Napoli».