ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Il Napoli è fuori dalla Champions:
sconfitto 2-1 dal Feyenoord in 10

Il Napoli è fuori dalla Champions:
sconfitto 2-1 dal Feyenoord in 10

Inviato a Rotterdam

Il Napoli è fuori dalla Champions: sconfitta per 2-1 contro con il Feyenoord che aveva perso le cinque precedenti partite del girone. Il gol vincente gli olandesi lo firmano in pieno recupero di testa con Sant Juste in dieci contro undici per l'espulsione di Vilhena. Solo illusorio il gol di Zielinski: da Charchiv arrivano immediatamente notizie negative con la squadra ucraina avanti di due gol poco dopo la mezz'ora contro un City imbottito di riserve e molto al di sotto dell'abituale standard di rendimento: partita che poi termina 2-1 per gli ucraini. Un altro ko dopo quello in campionato contro la Juve per gli azzurri: il Napoli avanti dopo poco più di un minuto con il polacco schierato al posto dell'infortunato Insigne nel tridente d'attacco fallisce altre due occasioni ma poi ha un caldi di tensione evidente dopo la cattive notizie dall'Ucraina. La partita va così avanti senza sussulti fino alla beffa finale. Gli azzurri giocheranno in Europa League: ora testa al campionato. Domenica urge una risposta forte al San Paolo contro la Fiorentina. 


RILEGGI LA DIRETTA 

 

 

IL TABELLINO

Feyenoord-Napoli 2-1

Feyenoord (4-3-3): Vermeer; Nieuwkoop (31' st Sant Juste), Van Beek, Tapia, Malacia; Amrabat, Toornstra, Vilhena; Berghuis (25' st Larsson), Jorgensen, Boetius.  In panchina: Jones, Basacikoglu, Diks, Kramer, Hansson. All.: Van Bronckhorst.

Napoli (4-3-3). Reina; Maggio (19' st Mario Rui), Albiol, Koulibaly, Hysaj;  Allan (15' st Rog), Diawara,  Hamsik; Callejon (30' st Ounas), Mertens, Zielinski. In panchina: Sepe, Jorginho, Giaccherini, Chiriches. All.: Sarri 5.5.

Arbitro: Oliver (Inghilterra).

Reti: 2' Zielinski, 33' pt Jorgensen, 47' st  Sant Juste.

Note: Spettatori 50mila circa. Espulso Vilhena al 35' st per doppia ammonizione. Recupero: 0'; 3.
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Torino-Napoli, la carica dei tifosi: «Riprendiamoci il primo posto»
Video

Torino-Napoli, la carica dei tifosi: «Riprendiamoci il primo posto»

  • Lo show neomelodico di lady Giaccherini

    Lo show neomelodico di lady Giaccherini

  • Stadio Napoli, de Magistris replica a De Laurentiis

    Stadio Napoli, de Magistris replica a De...

  • Milan, Gattuso difende Donnarumma dopo la contestazione ultrà

    Milan, Gattuso difende Donnarumma dopo la...

  • Napoli, show alla cena di Natale

    Napoli, show alla cena di Natale

  • La cena di Natale del Napoli sulle note di Last Christmas

    La cena di Natale del Napoli sulle note di...

  • L'arrivo di Hamsik alla cena di Natale del Napoli

    L'arrivo di Hamsik alla cena di Natale...

  • Universiadi a Napoli, il punto dell'assessore Borriello

    Universiadi a Napoli, il punto...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 11 commenti presenti
antonpaco
2017-12-07 10:54:41
Il Napoli sembra essersi squagliato come neve al sole, dov'e' il " bel gioco"di qualche mese fa? Per vincere e rimanere in testa serve forza mentale, esperienza, concentrazione. Ci puo' stare una sconfitta con la Juve ma non esiste assolutamente essere eliminati in un girone di champions ampiamente alla portata degli azzurri e soprattutto perdere contro una squadra che nella nostra serie A lotterebbe per non andare in B.
alfio2
2017-12-07 17:48:32
E' vero il contrario. Con la Juve se fai altro gioco per esempio Hysaj a sinistra e Maggio a destra e controlli ferocemente Dybala, hai più che discrete possibilità di portare a casa lo 0-0. E senza il centravanti il terzino e anche Insigne di questi tempi lo 0-0 con la Juve è un punto d'oro. Senza questi signori invece in Champion battere il City lo Shaktar (che tra le sue precedenti vittorie c'è un Roma-Shaktar 0-4 e Shaktar Roma 3-0) oltre a qualche qualificazione ai quarti, mi sembra, è pura follia.Il fatto è che Sarri da uomo coerente vuol sempre vincere e per fare questo non esita a schierare anche il magazziniere se necessario.
GiulianoFornari
2017-12-07 09:36:26
Inizio della preparazione anticipato e panchina cortissima , di qualità modesta : le attenuanti al vistoso calo del Napoli ci sono tutte. Ci sarebbe bisogno di una pausa, ma proprio quest'anno non c'è più la sosta per Natale, speriamo non si perdano troppe partite ancora !
antonpaco
2017-12-07 11:06:29
smettiamola di nasconderci sempre dietro le scuse, il Napoli non ha la panchina corta ma un organico di tutto rispetto, con gicatori completamente inutilizzati da Sarri, e mi riferisco ai vari maksimovic, Giaccherini, Aunas, Rog, si e' infortunato Milik ma giocava poco anche prima. La stessa Juventus in attacco ha solamente Higuain, Dybala e manzukic, Sarri poteva e doveva alternare Aunas una volta per calleon, una volta per Martens oppure per Insigne. La scusa di ieri e' che abbiamo perso prche' il City non ha vinto, stessa cosa dello scorso anno che abbiamo dato la colpa alla Juve che non ha vinto a roma, dimenticando che avevano gia' vinto lo scudetto e dopo 3 giorni avevano la finale di coppa italia. Bisogna prendersi le proprie responsabilita' e non scaricarle su altri cercando scuse, il napoli ha avuto un girone di champions amente alla portata e doveva qualificarsi. La societa' ha perso 20 milioni che andranno divisi fra roma e Juve, quindi beffa danno economico. Il Napoli deve diventare grande nella testa, deve pensare e agire da grande squadra e non prendersela con gli orari delle gare, con gli arbitri, con gli avversari etc etc. Chiudo evidenziando che uno come giaccherini, che ha giocato nella Juve, in premier e in nazionale avra' giocato si e no 30 minuti in due anni, e questo e' inaccettabile, non si posson giocare 3 competizioni contando solo su 13-14 giocatori, e' chiaro che dopo qualche mese la squadra scoppia.
alfio2
2017-12-07 17:40:32
Ottimo. Cacciamo Sarri e mettiamo antonpaco sulla panchina del Napoli. Lui sì che ha capito tutto.

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT