ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Il ristoratore «emigrato» a Charkiv:
«Ma mi manca la mia mozzarella»

Il ristoratore «emigrato» a Charkiv:
«Ma mi manca la mia mozzarella»

Inviati a Charkiv

No, pure qui? Esatto. Pure qui, quasi al confine con la Russia, a più di 500 km dalla capitale Kiev, c'è un ristoratore campano. Di Capaccio esattamente. Si chiama Salvatore, 36 anni e gestisce l'osteria il Tartufo, nel cuore della città che comunque è la seconda più grande dell'Ucraina. Di italiani ce ne sono pochi.
 


«Io sto bene qui, in Italia non c'era lavoro e con il mio ristorante sono riuscito a sfondare, con la cucina del mio paese. La mozzarella? Quella è l'unica cosa che mi manca».


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 13 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 10:58

Lazio-Napoli: il punto di Francesco De Luca
Video

Lazio-Napoli: il punto di Francesco De Luca

  • Mattarella consegna la bandiera agli atleti militari paralimpici

    Mattarella consegna la bandiera agli atleti...

  • Serie A, allungo in vetta: Juve e Napoli staccano l'Inter

    Serie A, allungo in vetta: Juve e Napoli...

  • Lazio-Napoli 1-4, i tifosi sognano

    Lazio-Napoli 1-4, i tifosi sognano

  • Lazio-Napoli, il commento di Pino Taormina dall'Olimpico

    Lazio-Napoli, il commento di Pino Taormina...

  • Gli ultrà della Roma inneggiano al Vesuvio

    Gli ultrà della Roma inneggiano al...

  • Napoli-Lazio, i tifosi: «Non possiamo sbagliare»

    Napoli-Lazio, i tifosi: «Non possiamo...

  • Francesco Montervino: «Sbagliare un aglio e olio è fallo da espulsione»

    Francesco Montervino: «Sbagliare un...

Prev
Next

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT