ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

In Brasile lo deridono, Jorginho vuole la sua rivincita col Napoli: «Scudetto alla portata»

Disfatta Italia, Jorginho vuole rifarsi
con il Napoli: «Scudetto possibile»

Un esordio in maglia azzurra, quella della nazionale italiana, che Jorginho non dimenticherà facilmente. «Sinceramente non so neanche cosa scrivere. So solo che mi dispiace tantissimo per come sia andata, l’Italia non meritava tutto ciò. Avrei tanto voluto festeggiare la mia prima partita ufficiale con la nazionale, purtroppo non è stato possibile e sono molto triste per questo. Ma si va avanti e dobbiamo pensare che ci abbiamo provato in tutti i modi, fino alla fine, con tutto il cuore», ha fatto sapere il centrocampista attraverso il suo profilo Instagram. Dopo tanta attesa Ventura lo ha schierato titolare nel match più importante, quello che avrebbe deciso il cammino dell’Italia ai mondiali di Russia 2018. 


Un cammino che si è bruscamente interrotto, e i tifosi brasiliani non si lasciano sfuggire l’occasione per deridere il centrocampista ora fuori dal mondiale: ha scelto di aspettare la convocazione italiana, chiudendo le porte al Brasile e restando così fuori dalla competizione. «Traditore, il mondiale lo guardi da casa» la frase più usata dai brasiliani. Tanti italiani invece lo sostengono e gli fanno i complimenti per la prestazione. Parecchi solidarizzano con lui per la tardiva convocazione di Ventura: una situazione che fece tanto discutere già nelle scorse settimane, quando il ct azzurro sembrava abbastanza restio ad una sua chiamata mentre avanzavano lelusinghe verdeoro. Poi la sorpresa in vista dei playoff e la gioia dei tifosi napoletani che lo difendono a spada tratta sui social.

Ma la sua buona prestazione non è bastata contro la Svezia. «Jorginho è entrato, ha giocato una buona partita e dato il suo contributo. Purtroppo però l’Italia non ha centrato l’obiettivo», ha commentato il suo agente, Joao Santos, ai microfoni di Tmw. E continua l’analisi: «Gli avversari si sono difesi tutto il tempo, i calciatori svedesi giocano tutti all’estero e questo fa la differenza. L’Italia ci ha provato, ha tentato di segnare. La fotografia della partita è qui: Jorginho per Immobile e il difensore svedese che salva all’ultimo». Anche un po’ di sfortuna in questo match difficile che valeva un mondiale. «C’è anche qualche episodio arbitrale da rivedere e dopo l’introduzione del Var è troppo strano vedere una partita senza. Prima avevamo tutti il telefono a casa, ora il cellulare. Immaginate adesso tutti senza cellulare... impossibile», continua il procuratore.

Non è mancata qualche critica dunque, ma Jorginho, nonostante il dispiacere, resta sereno: «Ovvio che dopo la partita il ragazzo era deluso. Avrebbe voluto vincere, come gli altri compagni. Ma ha dato il massimo ed è sereno per questo. Ora si va avanti, pensando all’Europeo del 2020». Ma soprattutto c’è il Napoli in testa al centrocampista, e un primato da consolidare: «Al momento ovviamente tutta la concentrazione va sul club, al primo posto in classifica. Lo scudetto è alla portata, i ragazzi ci credono. Bisogna continuare così».


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Napoli-Lipsia 1-3, il videocommento di Roberto Ventre

  • Napoli-Lipsia, i tifosi: «Gara importante ma l'obiettivo resta il campionato»

    Napoli-Lipsia, i tifosi: «Gara...

  • Senese aspetta il Napoli e sogna la chiamata di Sarri. «Mi convoca?»

    Senese aspetta il Napoli e sogna la chiamata...

  • Lo snowboard si fa sexy alle Olimpiadi, e` scontro di bellezza tra 4 atlete: ecco le foto

    Lo snowboard si fa sexy alle Olimpiadi, e`...

  • Cuore Napoli, Bartocci: "Niente scuse, dovevamo vincere"

    Cuore Napoli, Bartocci: "Niente scuse,...

  • Napoli-Lazio 4-1: il videocommento di Roberto Ventre

    Napoli-Lazio 4-1: il videocommento di...

  • Napoli-Lazio, la carica dei tifosi: «Riprendiamoci il primo posto»

    Napoli-Lazio, la carica dei tifosi:...

  • Napoli, Ghoulam in clinica con le stampelle

    Napoli, Ghoulam in clinica con le stampelle

Prev
Next

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT