ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Insigne trascinatore a Udine
Il Napoli ritrova la vittoria

Finalmente Insigne: comincia
la rincorsa azzurra

Riparte bene il Napoli dopo la sosta e infrange il tabù Udine centrando una vittoria che mancava qui da nove anni. Decisivo Lorenzo Insigne con una doppietta: il napoletano si sblocca e segna le prime reti della stagione. Abile a mettere sotto la traversa un assist al bacio di Callejon e poi a sfruttare al meglio un errore della difesa friulana. Tutto in avvio di ripresa, le sue due reti e le altre due palle gol fallite di un soffio (clamorosa la traversa). Subito dopo l'uno-due di Insigne però l'Udinese rientra in partita con il gol di testa di Perica da calcio d'angolo, una rete da palla inattiva, evitabile. Poi partita molto combattuta con gli azzurri ancora pericolosi ma anche con la squadra di Delneri minacciosa: decisivo in questa fase l'apporto di un monumentale Diawara davanti alla difesa. Bene la coppia centrale composta da Koulibaly e da Chiriches, preferito a Albiol che torna disponibile dopo due mesi di assenza per infortunio muscolare ma resta in panchina. In avanti il tridente leggero con Callejon a destra, Mertens falso nove e Insigne a sinistra. Primo tempo bloccato e un'unica vera palla gol, quella di Zapata bloccato in uscita da Reina. Nel secondo tempo cambia tutto: entra in scena Insigne e lancia gli azzurri verso una vittoria fondamentale per la classifica (agganciato il quarto posto in attesa delle partite di domani di Lazio e Atalanta) e per il morale in vista della decisiva sfida di Champions League di mercoledì al San Paolo contro la Dinamo Kiev.

Udinese (4-3-3): Karnezis; Widmer, Danilo, Wague, Felipe; Fofana, Kums (29' st Jankto), Badu; Matos (8' st Perica), Zapata (35' st De Paul), Thereau. In panchina: Scuffet, Perisan, Samir, Angella, Khadim, Heurtaux, Kone, Evangelista, Balic. All.: Delneri.

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Koulibaly, Chirichejfs, Ghoulam; Allan, Diawara, Hamsik (26' st Zielinski); Callejon, Mertens (42' st El Kaddouri), Insigne (34' st Giaccherini). In panchina: Rafael, Sepe, Maggio, Maksimovic, Albiol, Strinic, Tonelli, Jorginho, Rog. All: Sarri.

Arbitro: Banti di Livorno.

Reti: 2' e 11' st Insigne, 13' st Perica.

Note: Spettatori 20mila circa. Ammoniti: Felipe. Recupero: 0', 4'

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Il Napoli vince a Bergamo, i tifosi aspettano gli azzurri a Capodichino
Video

Il Napoli vince a Bergamo, i tifosi aspettano gli azzurri a Capodichino

  • Jorginho e Allan avvertono: «Il bomber è tornato e ha fame»

    Jorginho e Allan avvertono: «Il bomber...

  • Atalanta-Napoli, il commento di Pino Taormina: «Ripresa imperiale per gli azzurri»

    Atalanta-Napoli, il commento di Pino...

  • Prepartita Atalanta-Napoli, le voci dei...

  • Milik in campo a Castel Volturno

    Milik in campo a Castel Volturno

  • Ghoulam riprede a giocare
con il pallone a Castel Volturno

    Ghoulam riprede a giocare con il pallone a...

  • Ronaldinho dà l'addio al calcio

    Ronaldinho dà l'addio al calcio

  • Gargiulo: «Il progetto di integrazione
dell'AfroNapoli è vincente»

    Gargiulo: «Il progetto di...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
alfio2
2016-11-22 22:27:12
Uhm.Il Napoli ha vinto a Udine.Come da copione, viste le differenze in campo. Per la verita' doveva vincere anche l'anno scorso quando il Napoli aveva ben altri calibri in campo, sopratutto in attacco, e l'Udinese, sostanzialmente e' la stessa dell'anno scorso.La differenza l'ha fatta... l'arbitro. Che a differenza dell'anno scorso non si e' messo di traverso con una prestazione altamente deludente ma quest'anno ha arbitrato come raramente si vede.Ma si sa quest'anno il Napoli non da fastidio a nessuno, un po' perche' si e' "spallato" da solo e un po' perche' ci sono altre squadre che possono impensierire il regale cammino.L'anno scorso invece, li ricordo ancora i piagnistei di chi diceva che "In Europa non siamo tutelati" e "Sarri guardi i bilanci propri invece di guardare i fatturati degli altri".Comunque un primo bilancio positivo di quest'anno sono Zielinski, Giaccherini, Maksimovic e sopratutto Diawara (gran bel giocatore, meglio di Jorginho), negativi purtroppo l'infortunio di Milik, la mancata vendita di Gabbiadini e Tonelli, un oggetto misterioso fino ad ora. Speriamo che a Gennaio arrivi un centravanti.A me piace Bacca, l'unico in grado di sostituire mister 71, e anche quello che piu' gli somiglia, ma anche Muriel, tutto sommato e' un giocatore interessante.No a Pavoletti (un ripiego in caso di uscita dalla CL), Zaza (ma chi e'?), e sopratutto Mario Gomez (per carita'!)
rondine123
2016-11-20 13:31:52
ricordati una rondine non fa primavera,spero continui,ma non 5 milioni all'anno
lupo dei neri
2016-11-19 22:43:08
Una boccata di ossigeno che se diventa respiro, come auspica Giaccherini, rilancerà il Napoli!
scapricciatiello
2016-11-19 21:45:29
Koulibaly a Vita

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT