ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Napoli, caccia al secondo posto
Patto tra Sarri e squadra

Caccia al secondo posto
Patto tra Sarri e squadra

Niente facce tristi, niente scoramento per la vittoria della Roma sulla Juventus e con le chance di raggiungere il secondo posto che si sono ora drasticamente ridotte. «Il Napoli la corsa la fa su se stesso», questo il pensiero filtrato ieri mattina a Castel Volturno al primo allenamento della settimana in vista della Fiorentina. La corsa azzurra finora ha portato in dote quattro punti in più rispetto alla scorsa stagione senza Higuain, con l’infortunio di Milik, un’eta media più bassa e la valorizzazione della rosa. Questo è l’orgoglio di Sarri, dello staff tecnico, del direttore sportivo Giuntoli e di tutta la squadra.

Ecco perché c’è la voglia fortissima di fare bottino pieno nelle ultime due partite per arrivare a 86 punti, raggiungere cioè una quota che in altri campionati avrebbe potuto significare scudetto e che rappresenterebbe il record di punti totalizzato dal Napoli in tutta la sua storia. La testa è soltanto su se stessi e non su quello che sta facendo o che farà la Roma. In questo senso non ci si è soffermati sulla sconfitta della Juve all’Olimpico e non si pensa su quello che potrà fare la Roma nelle ultime due partite contro Chievo e Genoa. C’è soddisfazione per un bilancio da considerare fin qui positivo per quello che è stato il gioco espresso, impreziosito da numerosi record. Si guarda in positivo e non al rimpianto per i punti persi nelle singole partite (vedi soprattutto quelli contro Pescara e Palermo che sono in fondo alla classifica). L’analisi viene fatta in maniera globale nella stagione in cui il Napoli ha giocato la Champions e non l’Europa League: il rendimento in campionato è stato superiore rispetto all’anno scorso. Ecco perché si pensa alla sfida contro la Fiorentina per proseguire il cammino finora uguale per numeri di punti tra casa e trasferta. Grande soddisfazione per la vittoria nettissima di Torino e soprattutto la voglia di non arrendersi. «Crediamoci fino alla fine. Forza Napoli sempre», questo il messaggio di Koulibaly sul suo profilo Twitter. «Non mi aspettavo un risultato così ampio, il Torino è una squadra di qualità e lo ha dimostrato nel derby pareggiato contro la Juve. Siamo stati grandi», ha scritto sul suo sito Hamsik, il capitano che anche in questo campionato ha giocato tutte le partite (36 su 36) entrando solo una volta dalla panchina contro l’Empoli al San Paolo.

La squadra è carica e motivata a chiudere la stagione con il record dei punti, gli azzurri stanno benissimo da un punto di vista fisico a Torino un’altra conferma dell’ottima preparazione atletica. Il Napoli i punti li ha persi a ottobre: tre sconfitte in un mese contro Atalanta, Roma e Juventus sulle quattro complessive, compresa quella nel ritorno ancora contro la squadra di Gasperini. Una brusca frenata da attribuire principalmente all’infortunio di Milik e alle difficoltà iniziali a trovare un altro centravanti affidabile per il 4-3-3, prima dell’esplosione di Mertens.
Il Napoli, invece, ha viaggiato a velocità doppia nel girone di ritorno, gli azzurri hanno conquistato più punti di tutti, 42 in 17 partite (la Roma ne ha totalizzati 40 e la Juve 37). Un trend nettamente migliore rispetto a quello dell’andata: in 19 partite infatti la squadra di Sarri di punti ne aveva messi insieme 38. Il saldo positivo, quindi, è già di 4 punti e ci sarà la possibilità d’incrementarlo ulteriormente nelle ultime due giornate. Altri elementi che spingono il gruppo a una grande fiducia per le ultime due partite al di là di quello che farà la Roma. Altra buona notizia ieri il ritorno in gruppo di Maksimovic, indisponibile contro il Torino per un infortunio alla caviglia. Sarri ha tutti per il rush finale.
© RIPRODUZIONE RISERVATA


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 16 Maggio 2017 - Ultimo aggiornamento: 10:56

Oro e duecento pietre preziose: il costume da favola per Federica
Video

Oro e duecento pietre preziose: il costume da favola per Federica

  • Italia, Ventura: «Vogliamo essere la sorpresa del Mondiale»

    Italia, Ventura: «Vogliamo essere la...

  • Scoppia un palloncino, scherzo «da infarto» a Bobo Vieri

    Scoppia un palloncino, scherzo «da...

  • Napoli-Nizza, emozione da Champions

    Napoli-Nizza, emozione da Champions

  • Napoli-Nizza, il messaggio ai napoletani di Balotelli

    Napoli-Nizza, il messaggio ai napoletani di...

  • Napoli-Nizza, il primo biglietto al tifoso di Latina

    Napoli-Nizza, il primo biglietto al tifoso...

  • Il Barcellona rende omaggio alla Chapecoense

    Il Barcellona rende omaggio alla Chapecoense

  • Atletica: scatta l'ultimo Mondiale di Bolt

    Atletica: scatta l'ultimo Mondiale di...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
alfio2
2017-05-16 21:29:55
In attesa di una ulteriore positiva prova dei nostri...quattro gemelli del goal è importante non sottovalutare assolutamente la Fiorentina. Per tre motivi 1) E' in piena corsa per l'Europa league.2) Il loro allenatore probabilmente sarà il prossimo allenatore della Roma e figuriamoci se proprio con il Napoli ammaina la bandiera.3) E' una squadra molto bene organizzata e lo ha dimostrato proprio all'andata.Perciò massimo rispetto per gli avversari senza dimenticare i nostri obiettivi: 86 punti e Dries capocannoniere.Sarebbero per me due soddisfazioni non da poco considerando come siamo partiti quest'anno.A proposito la Roma non è stata per tutto il campionato davanti al Napoli.Fino all'infortunio di Milik è vero l'esatto opposto.
marcoferro803
2017-05-16 20:44:57
se la rubentus avesse fatto il proprio dovere contro la roma adesso il napoli era secondo. spero che perda sia con la lazio che col real, ma pure col crotone..
sarcasticboy
2017-05-16 17:51:36
LA ROMA E' STATA tutto il campionato davanti al Napoli. Ma cosa vi fa pensare che si farà soffiare il posto nelle ultime due giornate ? Avete visto bene il calendario ? Tutto ciò serve a distrarre i tifosi dai veri limiti della squadra, ovvero dal Napoli bello che non balla.
felipe
2017-05-16 14:45:00
Patto tra professionisti? Un patto, a mio parere, presuppone un dare reciproco, e in questo caso non saprei quale significato attribuirgli. Allora lasciamo stare i patti. Dico solo che il Napoli, con o senza l'enfasi giornalistica, merita il posto che occupa, sia esso il secondo o terzo posto. E questo vale per tutti. Alla distanza la classifica è sempre veritiera. La Roma è stata l'unica rivale per la Juve, è giusto riconoscerlo. Chi giudica le squadre sulla base del rendimento delle ultime partite commette un errore, errore grave per un addetto ai lavori. Il Campionato è una corsa a tappe, non una corsa in linea....Il Napoli di alcuni mesi orsono NON giocava a memoria come ora, quando gli avversari sono già con la mente rivolta alle vacanze...In questo periodo i risultati sono falsati da diversi fattori. Il Napoli ha raggiunto il top dopo circa due anni dell'era Sarri. Gli ammaestramenti ai giocatori hanno bisogno di tempo, e il tempo è maturato ora, dopo due anni. Bisognerà tenerne conto ogni qualvolta Sarri avrà in squadra un nuovo giocatore. I meriti di Sarri sono anche i suoi limiti: due anni sono troppi, un lusso, un'eternità! E guai a smontargli il giocattolo, ecco perchè combatte per riaverlo intatto....
partenopeo7
2017-05-16 13:50:29
il secondo posto se lo è giocato la "indecente" difesa del napoli (tanti grossolani errori individuali..) la difesa...questo è il problema (ed adl ha buttato 25 mil !!! senza risolvere un tubo !)

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT