ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Callejon, il regalo più bello
per la festa della mamma

Callejon, il regalo più bello 
per la festa della mamma

Non sarà facile a Torino. «I granata hanno perso in casa solo una volta, con la Juve». «Eh ma il Napoli gioca prima della Roma, poi la Roma è condizionata». «Ma veramente Sarri vuole guadagnare dei soldi dal suo lavoro di allenatore? Non stava qua per beneficenza?». Questi ed altri pensieri minacciavano il sereno svolgersi della festa della mamma a Napoli e più in generale ovunque si trovassero i tifosi della compagine calcisticamente allenata da Sarri. La mamma, infatti, è importante, per carità, ma vincere a Torino contro i granata nell'attesa di conoscere il risultato del posticipo serale tra Juve e Roma pure tiene la sua rilevanza. Innanzitutto sociale, perché è noto come la sconfitta o il pareggio del Napoli siano idonei a causare fraintendimenti relazionali e scarsa inclinazione alla composizione amichevole delle controversie nel traffico. E poi sentimentale perché se il Napoli non vince hai voglia a dire che è la festa della mamma, qua nun ce sta proprie nient' a festeggià! 

Alle ore quindici, però, i pensieri lasciano il posto al campo e i ragionamenti sull'opportunità di arricchimento di Sarri lasciano il posto a quelli sull'opportunità di Ghoulam di stare in mezzo al campo al posto di Strinic. Ma gli azzurri hanno in testa un solo obiettivo: vincere. E a nulla valgono i tentativi maldestri dell'algerino di mettere una palla buona sui piedi degli avversari granata: il Napoli sblocca il risultato con Callejon che, mentre tutti si impegnavano a ricamare figure e trame di una certa bellezza, acchiappa il pallone e nel tramento, per sicurezza, lo mena dentro. Così, come viene viene. E il fatto di venire bene viene bene solo che a partire da quel momento, e per tutto il primo tempo, gli azzurri si cimentano in una nuova avventura: mostrare quanti modi esistono di fare spettacolari tiri in porta senza contestualmente fare gol. 

La lezione finisce per fortuna nel secondo tempo, quando a tirare proficuamente in porta è Insigne. È il suo gol, infatti, a dare la stura alla manita azzurra seguito dalla seggiata belga di Mertens, quella polacca di Zielinski e la doppietta di Callejon. Ma il nostro uomo, tuttavia, è proprio quest'ultimo, Josè. Ininterrottamente in campo da quattro anni, ininterrottamente ovunque ce ne sia bisogno. «Chi tène a mamma è ricco e nun o sape» dice la poesia. Ma pure chi tiene a Callejon non si può proprio lamentare, ammettiamolo!


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 15 Maggio 2017 - Ultimo aggiornamento: 09:14

Callejon: «Il mio Napoli da scudetto»
Oggi in edicola l'intervista esclusiva
Video

Callejon: «Il mio Napoli da scudetto» Oggi in edicola l'intervista esclusiva

  • Valentina Allegri parla del padre e di Ambra Angiolini: ecco cosa ha svelato

    Valentina Allegri parla del padre e di Ambra...

  • Napoli-Juve, i due parroci «rivali»
uniti par salvare il parco del Vesuvio

    Napoli-Juve, i due parroci...

  • Napoli: goleada nella prima amichevole

    Napoli: goleada nella prima amichevole

  • Valanga Napoli nella prima amichevole, la festa dei tifosi

    Valanga Napoli nella prima amichevole, la...

  • Napoli, show di Hamsik in porta

    Napoli, show di Hamsik in porta

  • Napoli, i tifosi promuovono l'acquisto di Mario Rui

    Napoli, i tifosi promuovono l'acquisto...

  • Dimaro Reina e Giaccherini firmano autografi

    Dimaro Reina e Giaccherini firmano autografi

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
arpa
2017-05-15 14:18:49
Napoli da scudetto!!!! Classifiche parallele 12.ma giornata Juve 30p Roma 26p Napoli 21p 36.ma giornata Juve 85 Roma 81 Napoli 80 Classifica dalla 12.ma ad oggi NAPOLI 59, Juve 55, Roma 55 Questi dati dimostrano chiaramente che la Juve era battibile ARPA

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT