ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Roma-Napoli, le pagelle del Mattino: Reina, Albiol e Koulibaly che giganti

Roma-Napoli, le pagelle: Reina,
Albiol e Koulibaly che giganti

8 REINA
Magister. Sventa su Perotti. Insegue in area e confonde Nainggolan e Salah. Fuori area esce di piede su Salah e proseguendo, quasi a centrocampo, anticipa Dzeko. Grandioso nel finale. Tre interventi decisivi su Salah. Strepitoso al 93’: devia sulla traversa il tiro di Perotti e poi calcia la palla in corner. Una sola distrazione: il rinvio sui piedi di Salah, palo del romanista. Portierone. 
 
6,5 HYSAJ
Comincia con una serie di errori in disimpegno. Ma annulla El Shaarawy che gli sfugge una sola volta, però l’albanese recupera. Nel secondo tempo gli tocca Perotti che si sposta a sinistra e il compito è più duro. Sono alte le qualità dell’argentino nel dribbling. Hysaj gli sta addosso. Ringhia, subisce, non molla, sbanda, deve concedere più di un cross, ma resta in partita.
 
7 ALBIOL
Signore della difesa. Torre contro torre. Albiol (1,90) contro Dzeko (1,93). Quattro interventi decisivi sul centravanti bosniaco che non arriva mai al tiro. Lo sovrasta di testa e gli strappa i palloni bassi. Guerriero elegante, splendido per sicurezza e pulizia degli interventi. Nel finale spazza via la palla rintuzzando la forte pressione della Roma negli ultimi dieci minuti.   
 
7,5 KOULIBALY
E’ tornato il gigante nero. Prende quota dopo venti minuti quando la Roma si affaccia nella metà campo azzurra. Esce spesso su Dzeko che gli scappa una sola volta (palla fuori). Riduce gli inserimenti di Salah verso il centro. Di tacco interrompe un contropiede finale della Roma. Sotto pressione nella fase conclusiva del match, sfodera interventi strepitosi anche in acrobazia.
 
7 GHOULAM
Prende iniziativa sulla fascia dove la Roma comincia con Perotti e l’argentino non la spunta mai. Nella ripresa, fronteggia Salah e Bruno Peres con i raddoppi di Insigne e Hamsik. Salah è un brutto cliente, lascia la fascia e converge (ci pensa Koulibaly) e, allora, l’algerino si dedica a Bruno Peres spegnendone lo sprint, bloccandolo in partenza prima che si involi.
 
8 ROG
Strepitosa conferma dopo la gran partita contro la Juve. Mette fuori gara De Rossi. Prende un “giallo” per troppa foga sul romanista, non se ne fa condizionare. Aggressivo a tutto campo. Sfonda e va due volte al tiro (salvataggio di Szczesny in corner). Affronta e dribbla Nainggolan. Stanco, lascia a Perotti il cross sul gol romanista.
 
6,5 JORGINHO
Gravita nella zona di Nainggolan che arretra da centrocampista e raramente trova lo spazio per il tiro. Marcatura positiva e sfiancante. Spesso, è Nainggolan che cerca di fermarne l’inizio dell’azione. In una mischia in area, rinvia corto e Strootman conclude alto. Dopo più di un’ora, rifiata e lascia il posto a Diawara.
 
7 HAMSIK
Inizio da fuoriclasse. Strootman, costretto sulla difensiva, non lo tiene. Marek sa trovare lo spazio per innescare l’attacco. Tre palle-gol servite a Mertens, compresa quella dell’1-0 e del gol annullato al belga. Partita sontuosa, giocata con la concentrazione giusta e le giocate semplici e incisive del suo repertorio. Esce al 79’.
 
6,5 CALLEJON
Juan Jesus lo tiene a fatica. Copre aiutando Hysaj. Meno positivo nelle puntate offensive. Si libera, ma spreca due volte il cross. Palla d’oro per Mertens preceduto sotto rete da Rudiger. Batte fuori il traversone di Insigne che lo raggiunge secondo schema collaudato.
 
7,5 MERTENS
Doppietta con omaggio al bastardino appena adottato. Si accuccia sulla lunetta del corner e alza una gamba. Pipì, pepè, papà. Col suo 1,69 irride i colossi della Roma (Manolas 1,89; Fazio 1,95). Palla bassa e gol. Scavetto per infilare Szczesny sull’invito di Hamsik. Puntuale nel battere a rete l’assist di Insigne. Esce nel finale.
 
7,5 INSIGNE
I due tiri a giro fanno cilecca, ma che partita! Imbambola Manolas (fallaccio del greco, ammonito), sfugge a Rudiger, serve a Mertens la palla del 2-0. Una giocata d’artista sulla linea del fallo laterale fra Rudiger e Perotti. Attacca sulla fascia e accentrandosi. Ma è anche inesauribile nella corsa, nel pressing e nelle coperture.
 
6 DIAWARA
Jorginho ha esaurito il suo compito di limitare Nianggolan, l’eroe sfiorito di Milano, ed entra (66’) per ridare nuova energia a centrocampo. Si fa valere con la solita disinvoltura e l’ineccepibile senso della posizione. Va a pressare anche su Dzeko a centrocampo, non dà chance a Paredes. Da applausi.
 
6,5 ZIELINSKI
Rileva Mertens nell’ultimo quarto d’ora ed entra in partita a tutto gas. Punta l’area romanista cercando il tiro (chiuso due volte al limite). Le sue accelerazioni sfregiano centrocampo e difesa romaniste. Gioca sulla destra con Rog che si sposta a sinistra. Contribuisce a difendere sulla fascia. In gran forma dopo le ultime due gare grigie.
 
6 MILIK
Entra per Hamsik (79’). Impegna i due centrali della Roma, pressandoli quando stanno per giocare la prima palla. Anticipato sul gioco alto. Non ha molti palloni da sfruttare e non gli arriva mai la palla bassa per puntare a rete. Mette nella gambe altri 15 minuti di partita dopo i finali di gara giocati nelle tre precedenti apparizioni.
 
7,5 SARRI
Sembra un azzardo l’attacco dei piccoletti contro i colossi della difesa romanista. Si teme la fisicità della Roma. Ma va in campo un Napoli sicuro, brillante, che domina per quasi 80 minuti col palleggio stretto e con le aperture nello spazio. Cancellati Nianggolan, Dzeko, Perotti, i più temuti. Partita preparata nei dettagli e realizzata al massimo dagli azzurri. Inevitabile la conferma di Rog, una grossa forza, ma anche piedi educati. Al completo, finalmente, la difesa titolare. Annichilisce la Roma col gioco e rimette il Napoli in corsa per il secondo posto (-2 dalla Roma). Gestisce bene i cambi. Espulso al 69’. Va ad accendersi una sigaretta dopo avere acceso il match.


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Zarate torna a giocare in Argentina, accolto da migliaia di tifosi in festa all'aeroporto
Video

Zarate torna a giocare in Argentina, accolto da migliaia di tifosi in festa all'aeroporto

  • Carlos Tevez torna al Boca Juniors

    Carlos Tevez torna al Boca Juniors

  • Usain-Bolt prova il calcio: a marzo un torneo con il Borussia Dortmund

    Usain-Bolt prova il calcio: a marzo un...

  • Razzismo, il Cagliari si scusa con Matuidi

    Razzismo, il Cagliari si scusa con Matuidi

  • Napoli-Verona, la polizia sventa agguato ultras

    Napoli-Verona, la polizia sventa agguato...

  • Napoli-Verona 2-0, il commento di Roberto Ventre

    Napoli-Verona 2-0, il commento di Roberto...

  • Napoli-Verona, l'attesa dei tifosi

    Napoli-Verona, l'attesa dei tifosi

  • Napoli, i tifosi: ora puntiamo sul campionato

    Napoli, i tifosi: ora puntiamo sul campionato

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
rebaldo
2017-03-06 00:45:05
Carratelli sei un maestro a detta di tutti, ma quando il Napoli vince sei un "buonista" a priori. Ma quello che mi sembra assurdo è il voto a Hysaj: l'albanese è stato un disatro per tutta la partita; nel primo tempo si è fatto saltare spesso da El Sharawi e nel secondo è andato in bambola con Perotti. Il voto non può superare il 5! Lo stesso giudizio positivo (addirittura 7 gli dà il maestro!) non mi pare proprio si possa dare anche a Ghoulam che nel secon do tempo ha sofferto non poco con Salah. Per me non va oltre il 5,5. Credo che il Napoli, se vuole migliorare la difesa deve pensare seriamente a trovare degli esterni di difesa più forti di quelli attuali che mi sembrano del tutto inadeguati per una squadra d'élite.
partenopeo7
2017-03-05 17:22:16
per me la difesa del napoli è sempre un optional..va nel panico da sola nei finali(come a verona ed in tante altre occasioni) perchè...è scarsa ! altro che bei voti..-hysaj è da...empoli ! -ghoulam ieri ha retto dietro perchè ha spinto pochissimo (altrimenti come in passato avremmo avuto un bel buco dietro a sin.)kouly da cm 1,92 respinge di testa in area..dove? sul petto di perotti ( a 3 mt da lui) che "sorpreso" di tanta imperizia ,istintivamente tocca con la mano e cmq tira in rete facendo passare la palla fra le gambe di albiol(di un "difensore" cioè che difende davanti alla sua porta a ...gambe aperte..!!!).e potrei continuare per un pezzo.-.in " tutte " le partite in difesa fanno c....te tremende- ma che partite vedono ,i valutatori ?? la situazione è questa:il napoli è una tela di penelop- c.campo ed attacco costruiscono ..la difesa distrugge- quindi si vince se abbiamo messo gol da parte altrimenti si pareggia o si perde perchè la difesa è all'opera ! ieri hanno concesso alla roma mezza morta nel finale 1 palo 1 traversa e senza un "insolito" reina avremmo buttato via una gran partita già vinta ! ! ! ( ed in difesa abbiamo una riserva pagata "solo" 25 mil..ma per piacere !! adl e giuntoli( e pure sarri)ma che combinate ?? attenzione perchè chi semina vento ..raccoglie tempesta---incrociamo le dita per il secondo o terzo posto!!!
felipe
2017-03-05 13:32:20
Pagella che non si fatica a condividere. Giuste tutte le valutazioni, anche quella su Sarri, che però non può essere positiva, gentile Carratelli, anche quando la squadra fa fetecchia, come nelle partite precedenti....Reina è stato esaltante, diabolico. Ma anche per Lui vale quanto detto su Sarri: se gioca bene è giusto esaltarlo, ma se gioca male ( e gli è capitato spesso...) è altrettanto corretto ed onesto criticarlo. Ieri tutti bravi, sia nel gioco che nel saper soffrire....
Modoc
2017-03-05 10:45:36
Quando si vince i voti salgono a dismisura. Hysaj si è preso anche un bel tunnel dal faraone, come uno che gioca a scapoli e ammogliati, per tutto il primo tempo ha fatto solo errori e il goal è anche colpa sua che si fa ancora una volta saltare e fa mettere la,palla al cento area. Voto xchè si è vinto 5,5. Callejon alla,fine era un ectoplasma, ma la colpa la divido con Sarri , il suo pretoriano non si tocca, voto xchè si è vinto 6. Milik, non ha ancora la,forza di correre, e infatti si è visto, non ha mai saltato l'uomo nell'uno contro uno, inoltre non è mai riuscito a prendere una palla e mantenerla x far salire la squadra. Voto perché si è vinto, 5. Sarri, cosa dire del maestro, aveva avuto la fortuna di trovare ad un certo punto con l'uscita di Mertens x infortunio la quadra della partita, inserendo Zielisky e rafforzare il,centro campo, si vinceva 2 a 0 e in quei 5 /8 minuti prima che togliesse Hamsik, il Napoli ha avuto 3 azioni da goal. Ma lui essendo purtroppo integralista(ma tutti noi li prendiamo) ha tolto il centrocampista x una punta che in quel momento non serviva. Abbiamo,fatto gli ultimi 5 più 5 di recupero in apnea. Voto 6 perché è vinto. Che strano vedere il Napoli padrone del gioco x una casualità, dove non eravamo in affanno, anzi era la Roma, che in quel frangente era in bambola. Ma poi... ecco è il poi, che mi preoccupa ancora!

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT