Napoli-Torino, Sarri: partiamo subito forte
​la sosta è sempre un'incognita

immagine Napoli-Torino, Sarri: partiamo subito forte
​la sosta è sempre un'incognita


Castelvoltuno. La sosta è sempre un'incognita, Sarri insiste molto su questo concetto nella conferenza stampa di vigilia del match di domani contro il Torino. "Mentalmente i ragazzi li ho visti bene negli allenamenti ma la risposta fisica è sempre un'incognita. Una sosta così lunga è una follia". Ripartire subito forte, fin dai primi minuti domani sera al San Paolo.

"Spero che non ci vorranno sessanta minuti per ritrovare i nostri ritmi ma che la squadra riesca subito a partire forte". Le insidie del Torino. "Una squadra che due anni fa si è qualificata in Europa e l'anno scorso ha pagato solo alla fine per la lunga stagione. Si basa molto sul possesso palla e si difende bassa, dovremo cercare di pressare il più in alto possibile".

Gli auspici del 2016. "Rifare i risultati di questi ultimi quattro mesi sarebbe già fantastico, visto che abbiamo vinto 17 partite su 21. Le cose da migliorare? Spero che Hamsik aumenti la capacità realizzativa, visto che le sue prestazioni sono state sempre al top e non si è mai espresso su questi livelli così alti da centrocampista".

Valdifiori al posto di Jorginho. "Son simili, Valdifiori verticalizza un po' in più. Jorginh palleggia meglio in orizzobtale". Capitolo mercato. "Parlo spesso con il direttore sportivo Giuntoli, gli ho indicato le caratteristiche e non nomi di calciatori. Poi dipenderà dalle strategie delle società, come è normale. Io da allenatore penso a fare miglioare al massimo quelli che ho".

Sull'esonero di Benitez. "Mi dispiace molto, probabilmente ha pagato colpe non sue, era una situazione complicata e molto difficile da gestire". Sul suo futuro. "La società ha le opzioni e dipenderà dalle società".
FOTOGALLERY TOP