ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Champions, Sarri e Jorginho in coro:
«Napoli, adesso vinci per Milik»

Champions, Sarri e Jorginho in coro:
«Napoli, adesso vinci per Milik»

Inviato a Castel Volturno

Sarri lancia un segnale chiaro alla squadra alla vigilia del match di Champions contro il Feyenoord, la seconda partita deli azzurri dopo il ko in Ucraina con lo Shakhtar. «Può darsi che inconsciamente i giocatori pensino di essere più competitivi in campionato che in Champions e che quindi l'impegno sia maggiore in campionato. Ovviamente questo non deve avvenire e mi aspetto già una grande risposta contro il Feyenoord». Partita contro gli olandesi che cataloga tra quelle difficili. «Ho visto in tv la partita che il Feyenoord ha perso ed è stato frutto di episodi, quindi mi aspetto una squadra molto pericolosa soprattutto in attacco che però lascia qualcosa nelle ripartenze».
 


Poi torna sull'infortunio di Mlik e attacca il terreno di gioco della Spal. «E se si fosse fatto male per quello? Il terrendo di gioco era indegno: è lo strumento di lavoro di squadre che ormai fatturano come grandi aziende e dovrebbe essere perfetto. Mi dispiace molto per l'infortunio di Milik, gli siamo vicini. A livello di squadra è diverso rispetto all'anno scorso perchè adesso un punto di riferimento in quel ruolo lo abbiamo». Un attacco anche sul calendario intasato. «Non c'è la possibilità di allenare, le nazionali dovrebbero giocare in un solo periodo mentre si ferma l'attività di tutti i campionati. Cosi è sbagliato». Sul calendario a 18 squadre: «Ci sono i pro e i contro». La difesa di Reina. «Ha preso un gol da uomo, perché poteva mettersi sul palo  e prenderlo dall'altra parte e nessuno avrebbe detto nulla»
 
 

«Giochiamo e vinciamo per Milik». Jorginho lancia la carica per la sfida al Feyenoord. «Vogliamo giocare una grande partita, con una bella prestazione sarà più facile arrivare alla vittoria». Sulla sua crescita anche dal punto di vista fisico nei contrasti. «Sto svolgendo un lavoro specifico in palestra». Sui rigori. «Quando calcio non guardo il portiere, decido prima». La sfida a centrocampo: «Spero di esserci, decide il mister».




 


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Torino-Napoli, la carica dei tifosi: «Riprendiamoci il primo posto»
Video

Torino-Napoli, la carica dei tifosi: «Riprendiamoci il primo posto»

  • Lo show neomelodico di lady Giaccherini

    Lo show neomelodico di lady Giaccherini

  • Stadio Napoli, de Magistris replica a De Laurentiis

    Stadio Napoli, de Magistris replica a De...

  • Milan, Gattuso difende Donnarumma dopo la contestazione ultrà

    Milan, Gattuso difende Donnarumma dopo la...

  • Napoli, show alla cena di Natale

    Napoli, show alla cena di Natale

  • La cena di Natale del Napoli sulle note di Last Christmas

    La cena di Natale del Napoli sulle note di...

  • L'arrivo di Hamsik alla cena di Natale del Napoli

    L'arrivo di Hamsik alla cena di Natale...

  • Universiadi a Napoli, il punto dell'assessore Borriello

    Universiadi a Napoli, il punto...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
alfio2
2017-09-26 15:23:18
Ottimo mister.La sua intervista mi è molto piaciuta."Non sono il presidente" cioè non sono stato Io a vendere Zapata! Probabilmente è stato Zapata stesso l'anno scorso a non voler venire al Napoli a Gennaio. "Viene a fare la terza punta, nell'intervista del mister". Evidentemente il colombiano ha chiesto la titolarità del posto per tornare a Napoli a Gennaio, manco fosse Maradona in persona, e costringendo il presidentissimo a comprare Pavoletti, il terzo Centravanti e vendere Gabbiadini. Allora il presidentissimo ha fatto bene a dare via tutti e due, Pavoletti e Zapata. Poi su Reina difesa ad oltranza benissimo dico Io.Senza Reina sicuramente si perde, con Reina no.Poi l'invito ad incitare la squadra. Visto il clima di partita decisiva e la pericolosità della squadra olandese, questa partita è veramente importante e non da sottovalutare...

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT