ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Raid di ultrà napoletani in autogrill:
sette tifosi della Juve in ospedale

Agguato ultrà in autogrill:
sette tifosi della Juve in ospedale

Hanno accerchiato una decina di tifosi juventini residenti a Brindisi. Li hanno picchiati e poi hanno lanciato dei fumogeni all'interno del loro pulmino. Perché indossavano sciarpe bianconere.

Il grave episodio di violenza si è verificato la notte scorsa lungo la corsia Sud dell'A1 presso l'area di servizio «La Macchia» nel comune di Anagni in provincia di Frosinone. I tifosi juventini erano fermi a fare rifornimento quando, come accertato dalla polizia e come registrato dalle telecamere, sono arrivati sei mezzi provenienti da Torino e con a bordo una quindicina di sostenitori partenopei. In pochi istanti nel piazzale si è scatenata una vera e propria guerriglia.

All'arrivo della polizia dei tifosi napoletani non c'era più traccia. I sette juventini invece erano a terra storditi dalle botte e per questo sono stati trasportati in ospedale a Frosinone. Nessuno di loro è in prognosi riservata.

Le immagini immortalate dalle telecamere presenti nel piazzale hanno consentito agli investigatori della polizia di risalire agli intestatari dei mezzi e quindi dei quindici facinorosi azzurri che ora rischiano una denuncia. 

Della vicenda si occupano la Digos e la polizia stradale di Frosinone. La polizia avrebbe già individuato alcune delle persone che ieri hanno aggredito sette tifosi della Juventus, originari della Puglia, nell'area di servizio dell'A1 Anagni Sud. Gli investigatori sarebbero anche sulle tracce degli altri ultrà che avrebbero partecipato all'aggressione. Della vicenda si sta occupando anche la Digos di Napoli.

L'agguato ultrà è già approdato in Parlamento, oggetto di un'interrogazione del senatore di «Direzione Italia» Vittorio Zizza, che ha scritto al ministro dell'Interno: «Un atto di violenza gratuita e senza alcuna giustificazione quello subito da nostri concittadini. Non è tollerabile».


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 15 Maggio 2017 - Ultimo aggiornamento: 16-05-2017 08:54

Callejon: «Il mio Napoli da scudetto»
Oggi in edicola l'intervista esclusiva
Video

Callejon: «Il mio Napoli da scudetto» Oggi in edicola l'intervista esclusiva

  • Valentina Allegri parla del padre e di Ambra Angiolini: ecco cosa ha svelato

    Valentina Allegri parla del padre e di Ambra...

  • Napoli-Juve, i due parroci «rivali»
uniti par salvare il parco del Vesuvio

    Napoli-Juve, i due parroci...

  • Napoli: goleada nella prima amichevole

    Napoli: goleada nella prima amichevole

  • Valanga Napoli nella prima amichevole, la festa dei tifosi

    Valanga Napoli nella prima amichevole, la...

  • Napoli, show di Hamsik in porta

    Napoli, show di Hamsik in porta

  • Napoli, i tifosi promuovono l'acquisto di Mario Rui

    Napoli, i tifosi promuovono l'acquisto...

  • Dimaro Reina e Giaccherini firmano autografi

    Dimaro Reina e Giaccherini firmano autografi

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
grossolupocattivo
2017-05-16 11:35:27
@Napoli Borbonica. Ognuno è libero di tifare per chi gli pare Napoli,Juve o Roccasecca,ci mancherebbe altro. Qui però non parliamo di tifo calcistico,bensì di bieca violenza camorristica.
Napoli Borbonica
2017-05-16 09:52:38
Ci sono più juventini qui che sul sito di tuttosport, ma non avete di meglio da fare ???
Napoli Borbonica
2017-05-16 08:56:46
Chi semina vento raccoglie tempesta...
grossolupocattivo
2017-05-16 08:07:15
La cosa più disgustosa è che nessuno abbia sentito il dovere di condannare questo episodio di criminalità.Immaginate se fosse successo il contrario. I soliti ignoranti ne avrebbero approfittato per tirare in ballo Garibaldi, i Borbone,i Sabaudi,i briganti e via farneticando. Che schifo.
natalia13ful
2017-05-15 21:26:50
i dovete solo vergognare.siete solo teppisti indegni di essere napoletani.il tifo non giustifica azioni criminali.a quando tolleranza zero per i violenti e i razzisti?soprattutto allo stadio.

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT