ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Bellezza e sport, Napoli si prepara
alla City Half Marathon

Napoli City Half Marathon

Un runner e il Maschio Angioino sullo sfondo. E’ questo il logo ufficiale della sesta edizione della Napoli City Half Marathon, in programma domenica 24 febbraio 2019. Nell’anno delle Universiadi sarà la gara podistica, immersa nella Grande Bellezza, il primo evento internazionale all’ombra del Vesuvio. Annunciata la presenza di 7500 partecipanti, che attraverseranno, con le loro pettorine colorate, il cuore della città, patrimonio mondiale Unesco. Start in viale Kennedy (ore 9) e arrivo alla Mostra d’Oltremare. A tutti i «finisher», ovvero a quanti termineranno la competizione, verrà regalata come premio della loro fatica e perseveranza la medaglia quadrata dagli angoli smussati, simbolo della conquista del traguardo, con l’effige di Castel Nuovo, più conosciuto come Maschio Angioino. Un cimelio da conservare e che farà esclamare «Ce l’ho fatta», dopo mesi e mesi di allenamenti e sacrifici. Scelta non casuale dell’Asd Napoli Running, società organizzatrice dell’evento, e del suo presidente Carlo Capalbo, a capo della Commissione maratona della Iaaf. Si veicola, così, un emblema di Napoli nel mondo, tratteggiando l’immagine di una città attiva che corre sempre di più, che pratica sport e che non intende fermarsi davanti a nulla.
 


Come evidenziato anche nei libri di Vittorio Del Tufo (Napoli magica) e di Marco Perillo (Storie segrete della storia di Napoli), il Maschio Angioino è il castello costruito per volere di Carlo I d’Angiò nel 1266, dopo aver sconfitto gli Svevi, essere salito al trono di Sicilia ed aver spostato la capitale da Palermo a Napoli. Dal XIII secolo l’imponente fortezza, con le sue grandi cinque torri cilindriche, rappresenta uno marchio riconoscibile e precipuo di Napoli, grazie alla sua posizione strategica in piazza Municipio. Sede di alcuni ospiti illustri della cultura, come Francesco Petrarca, Giovanni Boccaccio e Giotto che nel 1332 affrescò la Cappella Palatina, furono gli Aragonesi, con il regno di Alfonso d’Aragona, a rendere il Maschio Angioino una sontuosa ed elegante corte reale, e l’architetto catalano Guillem Sagrera realizzò il marmoreo Arco Trionfale, per celebrare l’ingresso del re «Magnanimo» a Napoli. Novità del 2019 la Staffetta a 2, la 21km non agonistica da correre con il proprio team da due persone. Libera partecipazione senza alcun vincolo di tesseramento e certificato medico. Confermata, infine, la Family Run&Friends di 2km, prevista sabato 23 febbraio 2019 (ore 11), che fungerà da prologo alla competizione domenicale: manifestazione non competitiva senza classifica con iscrizione gratuita, alla quale possono prendere parte i bambini al di sotto dei 10 anni e i senior over 65. All runners are beautiful, ancor di più a Napoli, invidiata e inconfondibile capitale della Grande Bellezza.


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Napoli, ecco Hamsik il cinese tra i pastori di San Gregorio Armeno
Video

Napoli, ecco Hamsik il cinese tra i pastori di San Gregorio Armeno

  • Scherma, al via gli Europei a Foggia

    Scherma, al via gli Europei a Foggia

  • Ancelotti: «Facciamo pochi gol? Speriamo che San Gennaro ci ascolti»

    Ancelotti: «Facciamo pochi gol?...

  • La spettacolare coreografia di fuoco dei tifosi dello Zenit in Europa League

    La spettacolare coreografia di fuoco dei...

  • Napoli-Zurigo, i commenti a caldo dei comici di Made in Sud

    Napoli-Zurigo, i commenti a caldo dei comici...

  • Napoli-Zurigo 2-0, tifosi felici ma non troppo

    Napoli-Zurigo 2-0, tifosi felici ma non...

  • Napoli-Zurigo 2-0, il commento dal San Paolo di Roberto Ventre

    Napoli-Zurigo 2-0, il commento dal San Paolo...

  • Show Match la sfida inedita tra rugbiste e calciatrici

    Show Match la sfida inedita tra rugbiste e...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT