ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

«MANNtenersi in forma»: Universiade ante litteram all'Archeologico

Paolo Giulierini, Davide Messineo, Gennaro Acunzo

Archeologico rivoluzionato. Una Olimpiade napoletana, una Universiade ante litteram. Il lungo tatami posizionato dietro la Testa di Cavallo, opera di Donatello, alto 1 metro e 75 centimetri, commissionata da Alfonso V d’Aragona, raggiunge lo scalone dove troneggia maestoso e imperioso Federico IV di Borbone, statua realizzata da Antonio Canova. In piazza Carlo III la staffetta dei tedofori, la fiamma simbolo dei giochi a cinque cerchi, segue l’accensione del braciere da parte del direttore Paolo Giulierini (nelle foto di Marco Rambaldi).
 

 

Concepito come museo universale, tra i più antichi e importanti per ricchezza e unicità del patrimonio, il Mann diviene ombelico del mondo e lo sport irrompe prepotentemente all’interno di esso, lasciando di stucco turisti stranieri e visitatori. Esibizioni di atleti e percoso sportivo dimostrativo animano una location suggestiva. Nel chiostro si tira con l’arco, si pattina agevolmente tra i capolavori, si gioca a ping pong negli affollati corridoi, l’Atlante Farnese con il globo celeste sulle spalle funge da sfondo alla performance toccante e meravigliosa dei danzatori paralimpici nella stupenda e incantevole Sala della Meridiana. Si alzano pesi, si tira di boxe, sgambetti provocano cadute sulla materassina, senza conseguenze. Rugby e pallavolo monopolizzano l’esterno. «La seconda edizione di MANNtenersi in forma è stata una festa di movimento e un’esplosione di colori dentro e fuori l'Archeologico: dinamismo, spensieratezza, integrazione sono le parole chiave di quest'evento. «Arte, sport e medicina: un incontro possibile» il convegno che ha impreziosito la manifestazione. MANN inclusivo e alla portata di tutti» dichiara soddisfatto Giulierini. Lo scrigno ha aperto le sue porte alla città, ha accresciuto la notorietà del museo, ha inspessito le relazioni con gli attori del territorio.

«L'iniziativa dell'Archeologico è da elogiare, perché ha realizzato una giusta sinergia tra sport e cultura. La sensibilità mostrata dal direttore Giulierini verso l'attività paralimpica è speranza concreta di integrazione in un mondo più solidale» precisa Carmine Mellone, presidente del CIP Campania. «Eccezionale l’apertura culturale e la bontà dell’iniziativa riscontrata nella intensa due giorni. Adibiti allo sport gli spazi più titolati del museo». Patrocinatore della kermesse, Comitato Italiano Paralimpico in prima linea, coinvolto per espresso volere da Giulierini. «Si è stabilito così il criterio che nessuno deve restare indietro e che lo sport è di tutti» continua Mellone, registrando il totale successo dell’impegno messo in campo. Ammirato davvero il bicampione del mondo di kickboxing nel 2016 e 2010, Davide Messineo. «Incantevole scenario il MANN, che fa di Napoli capitale indiscussa della cultura. In risalto la funzione sociale e pedagogica dello sport, unita alla bellezza incommensurabile dell’Archeologico. Sono fiero di aver partecipato» spiega il biondo sportivo partenopeo, che sogna Tokyo 2020. «Formula vincente unire sport e cultura» evidenzia il testimonial Patrizio Oliva, convinto assertore che le abilità mentali e fisiche sono sempre in stretto accordo. Di stringente attualità «Arte, Sport e Medicina: un incontro possibile» la finestra di approfondimento. «Medicina dello sport troppo spesso svilita e vissuta soltanto come momento certificativo. In realtà assolve ad un ruolo di prevenzione e rivalutazione dell’arte medica, non solo come assistenza del grande campione ma anche dell’anziano e del giovane, che vede migliorie attraverso il farmaco sport» osserva Maurizio Marassi, specialista in medicina dello sport e dietologia. Tanti i partners: FISPIC, FIDS Campania, FIPAV Napoli, FIR Campania, FITARCO,CSI,FKI, Scuola di Yoga integrale, TEAM SPORTS con Giancarlo Liguori, consulente servizi e marketing per lo sport, MIOTERAPISTA, il portale della medicina dello sport con il contributo della psicologa Michela Mancini, CISOM. «Atleti, famiglie e turisti ci hanno premiato con la loro presenza. Il Museo si è confermato aperto a stabilire interazioni tra dimensioni culturali diverse» la conclusione affidata a Gennaro Acunzo, ideatore di MANNtenersi in forma. La cultura e lo sport salveranno il mondo, di sicuro almeno Napoli.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Juve-Napoli, Decibel Bellini apre la festa allo Stadium
Video

Juve-Napoli, Decibel Bellini apre la festa allo Stadium

  • L'urlo di New York al goal di Koulibaly

    L'urlo di New York al goal di Koulibaly

  • Napoli, metropolitana ferma: ma dagli altoparlanti parte il coro da stadio

    Napoli, metropolitana ferma: ma dagli...

  • Napoli, la gioia di Insigne: «È tre anni che lavoriamo per questo sogno»

    Napoli, la gioia di Insigne: «È...

  • Juve-Napoli, le reazioni dei tifosi al gol di Koulibaly

    Juve-Napoli, le reazioni dei tifosi al gol...

  • Juve battuta, le voci dei tifosi napoletani in estasi

    Juve battuta, le voci dei tifosi napoletani...

  • Juve, Allegri perde la pazienza: «Ai ragazzi non si deve dire niente»

    Juve, Allegri perde la pazienza: «Ai...

  • Napoli, l'orgoglio di Sarri: «È la vittoria di un popolo»

    Napoli, l'orgoglio di Sarri:...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT