ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Mondiali cadetti e giovani di scherma
Da Cuomo a Memoli carica campana

Valerio Cuomo

E' un palmares stellare quello che la pattuglia campana ai campionati del mondo giovani e cadetti in programma a Verona dall'1 al 9 aprile, presenterà a caccia di nuovi trionfi. 112 Nazioni coinvolte, 1360 atleti provenienti da tutto il mondo: numeri importanti per l’edizione veronese, che si svolgerà presso il nuovo prestigioso quartier generale della società Cattolica, situato nella zona industriale, non lontano dalla Fiera. Tra i cadetti  in pedana la fiorettista salernitana Claudia Memoli, oro a squadre e argento individuale agli utlitmi europei di categoria, e lo spadista del Cs Salerno Filippo Armaleo. Nella sciabola occhi sul salernitano Michele Gallo, fresco argento a squadre agli europei ed il napoletano della Champ Giorgio Marciano, anch'egli argento a squadre agli europei cadetti. In campo femminile Gaia Pia Carella sarà riserva nella sciabola. Tra i giovani in pedana la spada di Valerio Cuomo (Fiamme oro), fresco campione d'Italia Under 23, e quella di Sara Maria Kowalczyk della Giannone Caserta, bronzo individuale agli ultimi europei cadetti. Nella sciabola femminile in gara Beatrice Dalla Vecchia e Claudia Rotili, entrambe portacolori della Champ Napoli, entrambe nella squadra che ha vinto l'oro europeo giovani a Sochi. In conferenza spazio anche per la delegazione azzurra, rappresentata dal ct della Nazionale spada Sandro Cuomo e dal commissario della Nazionale sciabola Giovanni Sirovich, accompagnati dal capo delegazione per la sciabola, Giampiero Pastore. “Sono soddisfatto del lavoro dei nostri ragazzi e di tutti i tecnici - ha detto Cuomo in conferenza- L’attività giovanile, da anni, ci dà grandissime soddisfazioni: incrociamo le dita e speriamo che il futuro ci sorrida anche a Verona”. “Torniamo da Sochi con l’amaro in bocca - ha invece sottolineato il CT della Nazionale di sciabola, Giovanni Sirovich - ma sono convinto che da qui al campionato del mondo riusciremo a fare bene. I ragazzi sanno che il Mondiale è una tappa importante della loro carriera e del loro percorso di crescita professionale”. Il capo delegazione, Giampiero Pastore, ha voluto augurare un caloroso in bocca al lupo a tutti gli atleti che saranno impegnati al Mondiale: “Un grosso in bocca al lupo per tutti i ragazzi, ai quali do un suggerimento: godetevi questa straordinaria manifestazione, a prescindere dal risultato sportivo. E’ un momento sano di crescita, non solo sportiva”. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Karnezis presenta il ritiro del Napoli in Trentino
Video

Karnezis presenta il ritiro del Napoli in Trentino

  • Nazionale, Barella: «Bello e facile giocare con Jorginho e Verratti»

    Nazionale, Barella: «Bello e facile...

  • Futsal, il super derby Napoli-Eboli

    Futsal, il super derby Napoli-Eboli

  • Italdonne, storico secondo posto nel Sei Nazioni

    Italdonne, storico secondo posto nel Sei...

  • Nazionale, Mancini: «Ora le gare contano, cerchiamo risultati importanti»

    Nazionale, Mancini: «Ora le gare...

  • Milan-Inter, le scuse di Biglia: «Con Kessie ci siamo chiariti»

    Milan-Inter, le scuse di Biglia: «Con...

  • Gattuso: «Kessie-Biglia? Non siamo all’asilo, se avessi visto mi sarei buttato nella mischia»

    Gattuso: «Kessie-Biglia? Non siamo...

  • Napoli-Udinese, la voce dei tifosi

    Napoli-Udinese, la voce dei tifosi

Prev
Next

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT