ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Pareggio che sa di beffa
per il Lollo Caffè Napoli

Lollo Caffè Napoli

La rabbia più che l’orgoglio. Tre punti svaniti e bicchiere mezzo vuoto. Sta a David Marin capire cosa sia mancato ai suoi ragazzi nel posticipo al PalaCercola. Difettano di cinismo capitan Massimo De Luca e compagni e il doppio vantaggio (3-1 e 4-2) non è bastato. Festival delle azioni non sfruttate, produzione industriale di occasioni non concretizzate. Certamente un match ad alta intensità con repentini colpi di scena ma una vittoria sfumata per il Lollo Caffè Napoli.

Rammarico evidente per il primo pareggio stagionale. Gara in pugno per i padroni di casa, che però subiscono il ritorno dell’Italservice Pesaro, che acciuffano il 4-4 a 40” dal fischio finale. «Peccato. Dispiace davvero. Abbiamo avuto tante chances per chiuderla. Ci rimproveriamo qualche disattenzione ed errore di troppo», ammette l’attaccante classe’91 Paolo Cesaroni. Vige il perfetto equilibrio e finisce a reti inviolate il primo tempo. Protagonisti con i loro interventi i rispettivi portieri Molitierno e Miarelli. Nella ripresa il croato Franco Jelovcic sblocca il risultato. Dura poco il vantaggio dei napoletani, sorpresi dalla marcatura di Marcelinho. E proprio quest’ultimo subito dopo si fa espellere, lasciando gli ospiti in inferiorità numerica per due minuti. Ne approfitta a dovere il paraguaiano Salas, siglando il 2-1.
 

 


Luka Peric allunga e porta avanti di due lunghezze i napoletani. E’ un attimo soltanto passare dal possibile 4-1 al 3-2. L’argentino Wilhelm manca l’appuntamento decisivo per eccesso di generosità e Fortini rimette in carreggiata il Pesaro. Duarte illude i tifosi presenti (4-2): Mateus e Toninandel completano la rimonta e rovinano la festa. «Il pareggio fa incazzare parecchio. Sempre in vantaggio, anche di due gol, ed essere ripresi per errori nostri, fa parecchio male. C’è rammarico, però resta la grande prestazione contro una delle squadre favorite alla vittoria finale. Dobbiamo ripartire in fretta», afferma De Luca. Venerdì 27 ottobre l’anticipo con la Lazio in trasferta (ore 18) «Abbiamo una partita importante. Andiamo a Roma per vincere e per portare i tre punti a casa senza se e senza ma». Prova a scuotere e a caricare i suoi, toccando le giuste corde, il capitano. Archiviato il piccolo libro della rabbia.

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Italdonne, storico secondo posto nel Sei Nazioni
Video

Italdonne, storico secondo posto nel Sei Nazioni

  • Nazionale, Mancini: «Ora le gare contano, cerchiamo risultati importanti»

    Nazionale, Mancini: «Ora le gare...

  • Milan-Inter, le scuse di Biglia: «Con Kessie ci siamo chiariti»

    Milan-Inter, le scuse di Biglia: «Con...

  • Gattuso: «Kessie-Biglia? Non siamo all’asilo, se avessi visto mi sarei buttato nella mischia»

    Gattuso: «Kessie-Biglia? Non siamo...

  • Napoli-Udinese, la voce dei tifosi

    Napoli-Udinese, la voce dei tifosi

  • Universiadi Sandro Cuomo si cimenta con il chanbara

    Universiadi Sandro Cuomo si cimenta con il...

  • Salisburgo-Napoli, i commenti dei comici di Made in Sud

    Salisburgo-Napoli, i commenti dei comici di...

  • Salisburgo-Napoli 3-1, il commento dell'inviato Ventre

    Salisburgo-Napoli 3-1, il commento...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT