ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Super D'Isanto: in due settimane
​oro e argento per l'atleta della Pomilia

Nicolle D'Isanto

Due medaglie in due settimane. A Torino come a Brescia non passa di certo inosservata sulla materassina. Oro e argento, che vanno ad aggiungersi al bronzo europeo, conquistato a marzo nella rassegna in Portogallo. Da incorniciare il 2019 per Nicolle D’Isanto, sempre sul podio. Rivincita e riscatto agli Assoluti per la figlia d’arte e atleta della Pomilia. «Sicuramente è stata una grande emozione, erano anni che aspiravo al titolo: nel 2018, nonostante la bella gara, mi ero, però, classificata quinta. Sono veramente contenta». A farne le spese in Piemonte la triestina Marta Palombini. Al Centro Sportivo San Filippo in Lombardia sfugge di poco, invece, il tricolore under 21. Nella categoria 63 kg ha la meglio Flavia Favorini (Judo Frascati), che riconosce i meriti della napoletana. «Esito non scontato contro Nicolle, reduce dalla recente vittoria all’assoluto. Avevo già perso una volta contro di lei». Si classificano a pari merito Elisa Toniolo (Ginnastica Triestina) e Caterina Mazzotti (Ksdk Parma): terze a completare il quadro.
 

 


«Sono contenta del risultato, mi ha ripagato di tutti i sacrifici, le cadute, le lacrime degli ultimi anni. Sono davvero soddisfatta, soprattutto perché vengo da un periodo non bello, nel quale ho dubitato fortemente delle mie capacità e di me stessa, ammette D’Isanto sinceramente. Trova la forza in famiglia, da papà Bruno e mamma Giovanna Tortora: esempi credibili ai quali guardare e aggrapparsi non soltanto nei momenti di difficoltà. «Il secondo posto ai campionati italiani junior ha un grande valore, anche se la medaglia non è del colore sperato. Sono riuscita a dimostrare a me stessa, al di là della stanchezza fisica, dovuta alla scorsa competizione di sole due settimane prima e l’infortunio accaduto durante un allenamento, di potermi esprimere al meglio e ad arrivare nuovamente in finale, con grinta e determinazione».

La ferrea volontà supera imprevisti e avversità. «Dedico l’argento in primis a mia mamma Giovanna e al mio ragazzo, Emanuele Graziani, che è venuto fino a Brescia, per vedermi combattere. Ringrazio tutti coloro che sono dietro le quinte e che non si vedono, ma che ci sono sempre!». Per Nicolle doveroso rifiatare, per poi ripartire di slancio. Verso nuovi trionfi.
 
 
 
 
 
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Bologna-Napoli 3-2, il bilancio dei tifosi sulla stagione azzurra
Video

Bologna-Napoli 3-2, il bilancio dei tifosi sulla stagione azzurra

  • Serie A, ultima giornata al cardiopalma: si decidono Champions e salvezza

    Serie A, ultima giornata al cardiopalma: si...

  • Roma, Ranieri: «Mi auguro che ci sia l'atmosfera che De Rossi merita»

    Roma, Ranieri: «Mi auguro che ci sia...

  • Napoli, messaggi d'auguri a De Laurentiis: «Ma adesso investiamo»

    Napoli, messaggi d'auguri a De...

  • «It's Sarri ball», una canzone dance per Maurizio Sarri

    «It's Sarri ball», una...

  • Universiadi, gli ambasciatori dello sport napoletano pronti per luglio

    Universiadi, gli ambasciatori dello sport...

  • Mondiale calcio 2022 sarà ancora a 32 squadre

    Mondiale calcio 2022 sarà ancora a 32...

  • «Triste perché De Rossi se ne è andato», il tema del bimbo diventa virale

    «Triste perché De Rossi se ne...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT