ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Trofeo Farmacosmo Capri-Napoli: al via la 53esima edizione

Capri - Napoli

Capri-Napoli con vista Universiadi 2019. Ad accogliere i nuotatori al Circolo Canottieri ci sarà la bandiera dei Giochi universitari all’arrivo. Nella Sala Giunta di Palazzo San Giacomo Sergio Roncelli, presidente CONI Campania, annuncia la novità. «Il fascinoso evento natatorio avrà il patrocinio delle Universiadi. Riveste importanza strategica la maratona di 36 km non solo dal punto di vista sportivo, conferendo un’immagine positiva e propositiva della città, risorta negli ultimi dieci anni grazie alle manifestazioni internazionali. Una conferma ulteriore di quanto i dirigenti napoletani siano in grado di sostenere impatti organizzativi di livello mondiale». Si avverte, anche in conferenza stampa, l’unicità di una competizione irriproducibile altrove. Napoli si conferma indiscussa capitale del nuoto in acque libere. «Appuntamento fisso e imperdibile per la città e i napoletani. Chi vince la Capri-Napoli entra in un albo di fantastici, di uomini illustri. Si tratta della prima manifestazione delle Universiadi. Dispiace, però, che una kermesse di tale portata sia più vista in altre nazioni che non magari a Napoli e in Italia. Dobbiamo fare di più in modo che questa gara diventi patrimonio della città», ha dichiarato l’assessore comunale allo sport Ciro Borriello, registrando la fatica e i sacrifici enormi messi in campo dagli organizzatori, per dar vita ad una competizione dal fascino irresistibile. E infatti Luciano Cotena, della società Eventualmente eventi & comunicazione, non ha lesinato sforzi per la prova valida della Final World Challenge. «Ci attende una settimana impegnativa. La vera novità sarà realizzare la traversata nella forma classica: in gara i migliori del ranking internazionale. Continua a crescere di anno dopo anno la Capri-Napoli, sia nella connotazione elite che in quella non competitiva. Raggiunto il numero considerevole di ben oltre 100 atleti (81 concorrenti + 25 agonisti), appartenenti a 15 nazioni e provenienti dai cinque continenti». Sale, dunque, l’attesa per una tappa mondiale senza paragoni né precedenti. La 53esima edizione vedrà confrontarsi i top ten di specialità. Edoardo Stochino, rappresentante delle Fiamme Oro e recente vincitore della Coppa del Mondo in Macedonia, battaglierà con l’argentino Damian Blaum, due volte protagonista all’ombra del Vesuvio nel 2015 e 2010, e contro il trionfatore macedone del 2016 Evgenij Pop Acev. Nel duello in mare aperto anche l’egiziano Adel El Behary e il siriano Mohamed Saleh, allargando, così, gli orizzonti internazionali della Maratona del Golfo. Esordio per il ventenne posillipino Marco Magliocca. «Realizzo il sogno di ogni bambino napoletano. Proverò a dare il meglio e a seguire i consigli di Rosario Castellano dall'alto della sua esperienza, considerate le sue sette partecipazioni in passato». Barbara Pozzobon, tesserata Fiamme Oro Napoli e vincitrice della Coppa del Mondo, si misurerà con la vicecampionessa iridata Alice Franco e la temibile argentina Pilar Geijo. «Domenica 9 settembre sarà una grande giornata di sport nel segno della tradizione che si ripropone a livelli di eccellenza. La più importante traversata di nuoto costituisce uno strumento di valorizzazione della risorsa mare», ha sottolineato Paolo Trapanese, presidente FIN Campania. «In una location sorprendente evento di altissimo livello: è la gara più avvincente e dura del circuito per chilometraggio, vento e correnti», fa notare Luca Piscopo, direttore nuoto Fiamme Oro Napoli, proponendo la Capri-Napoli come evento cardine delle Universiadi 2019, inconfutabile espressione della Grande Bellezza. In palio il “Trofeo Farmacosmo”, main sponsor l’azienda leader nell’e-commerce del benessere, che sarà consegnato dal ceo/founder Fabio de Concilio, «onorato di sostenere un vento così pulito e meritocratico». Assegnati, inoltre, il “Trofeo Giulio Travaglio”, voluto dal CONI, in memoria del «Caimano di Baia», e il “Trofeo Filippo Calvino”. Attenzione al sociale con il progetto «Supererò … i miei limiti», ideata da Alfonso Donadio. Cinque atleti con autismo, che praticano la Terapia Multisistemica in acqua - Metodo Caputo Ippolito, Fabrizio Suarato, Francesco Maestoso, Edoardo Fusco, Mario Lauletta, Alessio Meucci, hanno affrontato per la prima volta la celebre maratona, chiudendo al terzo posto nella staffetta: per l’impegno e la tenacia premiati con medaglia e targa da Ciro Borriello. Partenza prevista alle ore 10.15 dalle Ondine Beach di Marina Grande a Capri, arrivo alle ore 16.15 al Molosiglio.  

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Bellezza e sport: la Napoli City Half Marathon
Video

Bellezza e sport: la Napoli City Half Marathon

  • Il No Excuses tour del campione di esports senza braccia e gambe

    Il No Excuses tour del campione di esports...

  • Napoli, Ancelotti all'Università Vanvitelli

    Napoli, Ancelotti all'Università...

  • Napoli-Sassuolo 2-0, le voci dei tifosi

    Napoli-Sassuolo 2-0, le voci dei tifosi

  • Napoli-Sassuolo 2-0: il commento di Roberto Ventre

    Napoli-Sassuolo 2-0: il commento di Roberto...

  • Napoli-Sassuolo, l'attesa dei tifosi

    Napoli-Sassuolo, l'attesa dei tifosi

  • Il Milan di Gattuso: «Non ho ancora capito quali sono i malumori di Higuain»

    Il Milan di Gattuso: «Non ho ancora...

  • Lazio, cori razzisti e antisemiti durante la Coppa Italia

    Lazio, cori razzisti e antisemiti durante la...

Prev
Next

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT