ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Vuelta, Pinot vince la tappa
ma Yates si conferma leader

Vuelta, Pinot vince la tappa
ma Yates si conferma leader

La Vuelta è nelle mani di Yates. il britannico ha blindato la corsa spagnola nel giorno del crollo di Valverde. Arrivo spettacolare nella diciannovesima tappa con Pinot che ha conquistato in solitaria la sua seconda tappa alla corsa spagnola davanti a Yates che ha guadagnato più di un minuto sui suoi avversari ed è sempre più leader della corsa, pronto al trionfo di domenica a Madrid. Terzo posto per  Kruijswijk seguito da Rigoberto Uran quarto a 52” dal vincitore insieme a Lopez e Mas. Valvere, come abbiamo detto, è in difficoltà e ha tagliato il traguardo con 1’10” dal francese. 

Tappa decisiva questa con arrivo sul Coll de la Rabassa. Yates, che queste salite le conosce a memoria perché è qui che vive da qualche anno, e Pinot che ha voluto dimostrare di essere uno degli uomini da battere per il mondiale sono stati i grandi protagonisti. Quintana è stato in crisi e ha lasciato gli avversari quando la salita è diventava più complicata mentre Valverde ha iniziato a soffrire man mano che l’aria diventava più rarefatta. Questa Vuelta 2018 è ormai assegnata e nei 154 km da Lleida ad Andorra Naturlandia, il capitano della Mitchelton – Schott ha ipotecato la sua prima vittoria in un grande giro dopo aver perso la maglia rosa al Giro d’Italia. Hanno ceduto anche i nostri Aru e Nibali. Il cavaliere dei Quattro Mori dopo una notte trascorsa con febbre alta, con coraggio ha preso il via e in corsa ha chiuso con il gruppo. Nibali invece si è messo di nuovo in vista ma nella salita finale non ha voluto rischiare e si è staccato. Questo sembra essere l’anno della supremazia britannica con Froome che ha vinto il Giro, Thomas il Tour e adesso Yates che si appresta a vincere la Vuelta. Segno che la Gran Bretagna, che ha un centro ciclistico in Italia, abbia ben investito in questo sport. Nella classifica generale adesso Yates è davanti a Valverde con un vantaggio di 1’38” e 1'58” su Kruijswijk mentre lo spagnolo Mas è a 2’15”. Molto vicino al podio anche Lopez che è a 2’29”.

Domani c’è la tappa della verità: Yates potrebbe perdere la maglia solo se in difficoltà mentre ci sono più possibilità di veder cambiare le altre posizioni della classifica. Si corre da Andorra al Coll de la Gallina. I GPM saranno 6 di cui uno, nel finale di categoria speciale e i chilometri da percorrere 97,3. Una tappa breve ma terribile prima del gran finale a Madrid. La salita finale sarà un vero incubo, lunga 3,5 chilometri e pendenze che arriveranno al 13%.
Hanno detto

Yates:
«Devo ringraziare i miei compagni di squadra che sono sempre stati vicino a me. In particolare mio fratello Adam che è sempre stato alle mie spalle. Le sensazioni oggi erano buone ma la corsa ancora non è finita e domani sarà una tappa difficile. Cercherò di godermi la giornata e di rimanere concentrato. La corsa sarà finita solo quando si taglierà il traguardo».

Pinot:
«Questa è stata la ciligina sulla torta. Non pensavo che avrei ancora vinto. Mercoledì non mi sentivo bene, ma ho ritrovato le gambe di nuovo. Volevo solo divertirmi e provarci oggi. E 'stato una bella tappa e volevo attaccare i miei avversari il prima possibile. Avevo paura di Yates perchè sapevo che conosceva bene la salita, quindi sapeva esattamente dove andare e sapeva cosa stava facendo. Sapeva che Alejandro Valverde non stava bene, quindi ha saputo sfruttare bene l'occasione».


Ordine d'arrivo
1. Thibaut Pinot (Fra) Groupama-FDJ, in 3-42-05
2. Simon Yates (GBr) Mitchelton-Scott, at 5seconds
3. Steven Kruijswijk (Ned) LottoNL-Jumbo, at 13"
4. Rigoberto Uran (Col) EF Education First-Drapac, at 52"
5. Miguel Angel Lopez (Col) Astana Pro Team
6. Enric Mas (Spa) Quick-Step Floors
7. Wilco Kelderman (Ned) Team Sunweb, at 1'03
8. Alejandro Valverde (Esp) Movistar, at 1'12
9. Tony Gallopin (Fra) AG2R La Mondiale, at 1'15
10. Nairo Quintana (Col) Movistar, at 1'49

Classifica generale
1 Simon Yates (GBr) Mitchelton-Scott, in 76-44-41
2 Alejandro Valverde (Esp) Movistar, at 1'38
3 Steven Kruijswijk (Ned) LottoNL-Jumbo, at 1'58
4 Enric Mas (Esp) Quick-Step Floors, at 2'15
5 Miguel Angel Lopez (Col) Astana, at 2'29
6 Nairo Quintana (Col) Movistar Team, at 4'01
7 Thibaut Pinot (Fra) Groupama-FDJ, 5'22
8 Rigoberto Uran (Col) EF Education First-Drapac, at 5'29
9 Ion Izagirre (Spa) Bahrain-Merida, at 6'30
10 Tony Gallopin (Fra) AG2R La Mondiale, at 7'21


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Torino-Napoli, Cairo: «Partita nata male, dobbiamo resettare»
Video

Torino-Napoli, Cairo: «Partita nata male, dobbiamo resettare»

  • Mazzarri: «Napoli fortissimo ma noi sembravamo i fratelli di quelli visti a Udine»

    Mazzarri: «Napoli fortissimo ma noi...

  • Triathlon, Zanardi: «Sono l'ironman disabile più veloce al mondo»

    Triathlon, Zanardi: «Sono...

  • Ancelotti: «Noi anti-Juve? Ci interessa fare il nostro cammino»

    Ancelotti: «Noi anti-Juve? Ci...

  • Torino-Napoli, la lunga attesa dei tifosi

    Torino-Napoli, la lunga attesa dei tifosi

  • Juve, Allegri difende Ronaldo: «Non deve dimostrare nulla»

    Juve, Allegri difende Ronaldo: «Non...

  • Italvolley, Blengini: «Noi umili e maturi, la Russia sarà arrabbiata»

    Italvolley, Blengini: «Noi umili e...

  • Lotito, selfie con un tifoso della Roma: poi l'insulto

    Lotito, selfie con un tifoso della Roma: poi...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT