ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Avellino a La Spezia per l'operazione riscatto
Visconti out, dopo due mesi torna Bittante

Avellino, Visconti si ferma
ma a La Spezia c'è Bittante

AVELLINO - L’imprevisto è sempre dietro l’angolo. Lo sa bene Massimo Rastelli che ieri mattina è stato costretto a depennare dall’elenco dei convocati, per la gara Spezia-Avellino, Pietro Visconti. L’esterno sinistro, tra i più in forma del gruppo, si è infortunato nuovamente alla spalla nel corso dell’allenamento svolto sul prato del Partenio-Lombardi prima della partenza in treno per la Liguria. Fatale un banale scontro di gioco e la rovinosa caduta sulla spalla destra. Il punto debole dell’ex Cremonese ha ceduto di schianto per la terza volta in questa stagione. Dopo il ko di Chiavari e quello contro il Bologna al Partenio-Lombardi, lo staff medico biancoverde si è precipitato nuovamente in campo per ridurre la lussazione e immobilizzare l’arto. In lacrime il Big Jim biancoverde dalla spalla smontabile che, lo scorso anno a Cremona, aveva già avuto problemi dello stesso tipo. Un ulteriore motivo per non rimandare più a fine stagione l’intervento chirurgico che appare ormai inevitabile. Tutto questo malgrado Visconti, d’intesa con lo staff medico, nell’ultimo periodo stesse svolgendo un lavoro specifico con l’obiettivo di potenziare l’articolazione. Sebbene messo in preventivo già da tre mesi, l’infortunio all’esterno, che potrebbe restare fuori addirittura quattro mesi, rischia adesso di complicare non poco i piani di Rastelli non solo in vista della sfida di stasera al “Picco” di La Spezia. Con il gong sul mercato che suonerà in maniera implacabile alle 23 di stasera, del resto, appare difficile l’ipotesi che Taccone e De Vito possano dragare nuovamente la lista di esterni sinistri disponibili anche perché con il recupero di Zito, di Bittante e la possibilità di adattare lo stesso Almici le alternative non mancano. Si vedrà. Nel frattempo già stasera bisognerà correre ai ripari e scegliere una delle tre strade percorribili. Quella più probabile per il prosieguo della stagione risponde al nome di Antonio Zito, acquistato in estate proprio per colmare un gap che lo scorso anno l’Avellino aveva sulla fascia sinistra in fase di spinta. Stasera, invece, Rastelli potrebbe ripercorrere la vecchia strada che porta a Bittante, titolare della corsia di sinistra dello scorso campionato. L’ex fiorentino, a differenza di Zito rientrato in gruppo da appena una settimana, ha ormai smaltito i postumi dell’infortunio e scalpita per tornare in pista. Con lui in campo, Rastelli potrà schierare un 3-5-2 che, all’occorrenza, potrà mutarsi facilmente nell’alternativo 4-3-1-2. Ma non solo. Proprio come accadeva lo scorso anno quando a destra c’era Zappacosta, sostituito attualmente da Regoli, all’ex fiorentino saranno assegnati compiti principalmente di copertura per far sì che in difesa la linea resti quasi sempre a quattro. Davanti a Gomis, pertanto, ci saranno i soliti Pisacane, Ely e Chiosa con Bittante pronto ad abbassarsi all’occorrenza per fronteggiare il 4-3-3 ligure. In mediana, complice la squalifica di Kone, l’infortunio accorso in settimana ad Angeli e la volontà di impostare la partita sull’agonismo, Rastelli si affiderà al collaudato trio D’Angelo, Arini e Schiavon con quest’ultimo che avrà subito una chance di riscatto dopo la deludente prova fornita contro il Cittadella. Stando alle dichiarazioni del tecnico della vigilia su Trotta e Mokulu («Non sono ancora pronti dal punto di vista fisico»), infine, in attacco dovrebbe essere rispolverato Gianmario Comi. Il figlio d’arte, richiesto invano da Crotone e Trapani, è stato dichiarato incedibile da Taccone. Per lui stasera ci sarà l’occasione di ricambiare la fiducia della dirigenza, ma anche di riscattare il gol sbagliato a Vercelli che ancora grida vendetta. Ad aiutarlo nell’impresa sarà l’insostituibile Gigi Castaldo a caccia del primo gol del 2015 così come l’Avellino che non assapora il gusto della vittoria dal 28 dicembre scorso contro il Brescia al Partenio-Lombardi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA



E Mertens intona (insomma) "Oh happy day"
Video

E Mertens intona (insomma) "Oh happy day"

  • Cena del Napoli, Anastasio canta con Hysaj e Verdi

    Cena del Napoli, Anastasio canta con Hysaj e...

  • L'arrivo alla cena degli Ancelotti, dei giocatori e di De Laurentiis

    L'arrivo alla cena degli Ancelotti, dei...

  • Anastasio, il trionfatore di X Factor 2018 alla cena del Napoli

    Anastasio, il trionfatore di X Factor 2018...

  • Cagliari-Napoli 0-1, il commento di Roberto Ventre

    Cagliari-Napoli 0-1, il commento di Roberto...

  • Napoli, folla e ressa di turisti al centro storico

    Napoli, folla e ressa di turisti al centro...

  • Cagliari-Napoli, il pronostico dei tifosi

    Cagliari-Napoli, il pronostico dei tifosi

  • Cagliari-Napoli, la vigilia di Roberto Ventre

    Cagliari-Napoli, la vigilia di Roberto Ventre

Prev
Next

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT