ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Avellino, obiettivo Udanoh:
la Sidigas sul pivot uscito da Cantù

Avellino, obiettivo Udanoh:
la Sidigas sul pivot uscito da Cantù

Oggi riprende la preparazione della Scandone, seduta in palestra al Country Sport per i primi atleti che faranno ritorno in città. Da giovedì si ricomincia con il basket giocato. Teatro delle operazioni non sarà il PalaDelMauro, bensì il Palazzetto di Pratola Serra, che ospiterà gli allenamenti dei biancoverdi fino al 2 marzo. L'impianto di via Zoccolari è off limits, perché si stanno svolgendo alcuni lavori di ammodernamento che riguardano l'area campo. E' stato sostituito l'impianto di illuminazione, dovrebbero essere rimpiazzate le attuali ringhiere che delimitano gli spalti dal parquet e verranno montate le porte tagliafuoco. Non verrà eseguita, almeno per ora, la levigatura del parquet.

In attesa del ritorno in campo la Sidigas si è rituffata sul mercato. Nicola Alberani è alla ricerca di un pivot di qualità e di quantità, che possa fornire un contributo al gruppo di coach Nenad Vucinic. L'attenzione è rivolta principalmente a quello che sta accadendo a Cantù, là dove si sta cercando di capire se Ike Udanoh si presenterà agli allenamenti questo pomeriggio. La formazione brianzola si è ritrovata ieri, ma l'americano ha avuto un giorno in più di permesso pattuito ancora prima di partire e che si scaturisse attorno al giocatore l'interesse degli irpini. Sul capitano di Cantù ci sono voci contrastanti. L'atleta non vuole rientrare in Italia e sembra abbia mandato la documentazione alla Fiba, per potersi liberare dal club. Tutto, però, potrebbe cambiare in queste ore, perché nella tarda serata di lunedì la società brianzola ha cambiato proprietà. Patron Dimitri Gerasimenko si è deciso a vendere la Pallacanestro Cantù alla società di azionariato popolare Tic' acronimo di Tutti insieme Cantù' associazione dietro la quale ci sarebbe la cordata americana di Southern Glazer's Wine&Spirits, azienda impegnata ella distribuzione e commercializzazione di vini e alcolici statunitensi. Di fatto ai giocatori, prima del rompete le righe, era stato promesso che nel corso della pausa sarebbe avvenuto il passaggio di consegne da un gruppo all'altro. Cosa effettivamente avvenuta.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO





Karnezis presenta il ritiro del Napoli in Trentino
Video

Karnezis presenta il ritiro del Napoli in Trentino

  • Nazionale, Barella: «Bello e facile giocare con Jorginho e Verratti»

    Nazionale, Barella: «Bello e facile...

  • Futsal, il super derby Napoli-Eboli

    Futsal, il super derby Napoli-Eboli

  • Italdonne, storico secondo posto nel Sei Nazioni

    Italdonne, storico secondo posto nel Sei...

  • Nazionale, Mancini: «Ora le gare contano, cerchiamo risultati importanti»

    Nazionale, Mancini: «Ora le gare...

  • Milan-Inter, le scuse di Biglia: «Con Kessie ci siamo chiariti»

    Milan-Inter, le scuse di Biglia: «Con...

  • Gattuso: «Kessie-Biglia? Non siamo all’asilo, se avessi visto mi sarei buttato nella mischia»

    Gattuso: «Kessie-Biglia? Non siamo...

  • Napoli-Udinese, la voce dei tifosi

    Napoli-Udinese, la voce dei tifosi

Prev
Next

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT