ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Morto Alberto Bucci: il coach
di basket sconfitto dalla malattia

Morto Alberto Bucci: il coach di basket sconfitto dalla malattia dopo una lunga battaglia

"La pallacanestro italiana piange la scomparsa di uno dei suoi protagonisti di tutti i tempi. Ci ha lasciati Alberto Bucci, allenatore, presidente della Virtus Bologna e membro dell’Italia Basket Hall of Fame che ha lungamente combattuto, e con coraggio, la malattia. Il presidente FIP Giovanni Petrucci, commosso e colpito per la grave perdita, a titolo personale e a nome del Consiglio Federale, esprime il proprio sentito cordoglio e l’affettuosa vicinanza alla famiglia Bucci". Questa nota della Federbasket ha dato il tristissimo annuncio della scomparsa di Alberto Bucci, che avrebbe compiuto 71 anni il prossimo 25 aprile, il coach bolognese che ha vinto tre scudetti sulla panchina della Virtus (il primo, quello della stella, nel 1984 poi nel '94 e nel '95) e 4 coppe Italia (2 Virtus, le altre a Verona e Pesaro. Iniziò la sua carriera in Fortitudo poi ha guidato oltre alle squadre citate anche Rimini e Fabriano.

Una notizia che sta sconvolgendo il mondo del basket: tutto lo sport piange la scomparsa di Alberto Bucci. L'ex coach al timone sia di Fabriano che di Pesaro si è spento a 70 anni.

Una carriera ricca di gioie e di soddisfazioni: Bucci aveva allenato prima la Fortitudo a metà anni ‘70, prima di guidare Rimini, Fabriano e poi la Virtus, che nel 1984 trascinò allo scudetto della Stella dopo una finale tiratissima - passata alla storia - contro Milano, caratterizzata da tre match e tre vittorie esterne. Bucci ha lasciato il segno anche nelle esperienze successive alla Libertas Livorno (con cui nel 1989 perse lo scudetto contro Milano con il celebre canestro di Andrea Forti annullato allo scadere di gara5) e poi Verona, club di A2 con cui riuscì a vincere la Coppa Italia 1991.

Dopo un biennio a Pesaro con tanti tifosi della Vuelle che lo ricordano con stima e affetto, con la vittoria in Coppa Italia nel 1992 e il successivo lancio del giovane Carlton Myers, Bucci tornò alla Virtus Bologna, ricevendo il testimone da Ettore Messina: ereditata una squadra campione d’Italia, Bucci conquistò subito altri due tricolori con Sasha Danilovic e Roberto Brunamonti.

La terza fermata in bianconero nel 2004, nella stagione della rinascita dopo l’estromissione dalla A, è stata l’ultima esperienza da tecnico. Il rapporto con la "V" nera si è riformato nel 2016, con la nomina al ruolo di presidente: e l’inizio, con la retrocessione, è stato mitigato dall’immediato ritorno in A, in un periodo in cui Bucci ha accompagnato il club nella nuova era della proprietà di Massimo Zanetti.



 


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Cristiano Ronaldo e lo spot per un'azienda asiatica: «Mai vista una roba così brutta»
Video

Cristiano Ronaldo e lo spot per un'azienda asiatica: «Mai vista una roba così brutta»

  • Brescia, è fatta per Mario Balotelli

    Brescia, è fatta per Mario Balotelli

  • Ciclismo in lutto, è morto a 76 anni Felice Gimondi

    Ciclismo in lutto, è morto a 76 anni...

  • Cincinnati, Federer ko negli ottavi. Djokovic avanza

    Cincinnati, Federer ko negli ottavi....

  • Montreal, Fognini eliminato nei quarti da Nadal

    Montreal, Fognini eliminato nei quarti da...

  • Lukaku all'Inter, il saluto ai tifosi a Malpensa

    Lukaku all'Inter, il saluto ai tifosi a...

  • 6acasatua - Lo stadio San Paolo è di Napoli

    6acasatua - Lo stadio San Paolo è di...

  • F1, Hamilton vince il GP d'Ungheria

    F1, Hamilton vince il GP d'Ungheria

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT