ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Gravina e gli arbitri: sì alla Var room
ma no al reddito di cittadinanza

Il presidente della Figc Gabriele Gravina

E’ il momento giusto per dare un nuovo profilo al calcio italiano. Il presidente Gravina è carico e ottimista sul momento azzurro: «Si apre una nuova stagione per la nostra Nazionale, ma penso anche all’Under 21 e alla femminile. Abbiamo grandi appuntamenti da centrare e i risultati sportivi possono aiutare la riforma del calcio che abbiamo in mente». 
Il numero uno della Figc si aspetta una squadra azzurra frizzante: «Vorrei vederla in campo piena di entusiasmo, in grado di raccontare agli italiani una nuova storia di calcio. Dopo lo choc del Mondiale perso siamo pronti a ripartire di slancio». 
Intanto il nostro movimento deve fare i conti con un clima avvelenato: tifosi che si macchiano di gesti sbagliati e che fanno discutere. A Gravina viene chiesto se lui si vergogni di questo calcio: «A vergognarsi devono essere questi individui autori di gesti inqualificabili. Noi abbiamo da tempo intensificato i controlli e i provvedimenti, ma se questo non basta siamo pronti ad aumentare le sanzioni. Se questa è la sfida che ci lanciano, noi siamo qui pronti a raccoglierla per ottenere un calcio migliore».
Marcello Nicchi questa mattina è intervenuto a RadioRai parlando della possibilità di introdurre una sorta di "reddito di cittadinanza" per gli arbitri e della Var Room. Che ne pensa? «Intanto mi piace questa Aia attiva e propositiva. Io, però, non amo molto la definizione "reddito di cittadinanza" perché sono contrario per cultura a qualsiasi forma di assistenzialismo. Detto ciò, credo sia giusto accompagnare in qualche modo il dopo carriera di un arbitro: si ritrova improvvisamente a 40 anni o poco più senza un lavoro dopo aver dedicato tutto il proprio tempo all’arbitraggio. Ci sono mutui da pagare, famiglie da portare avanti, quindi è corretto trovare una forma di aiuto concreto. Sono anche più che favorevole ad una Var Room qui a Coverciano, ci dobbiamo arrivare in tempi brevi. Mi piacerebbe arrivare anche ad una quarta idea innovativa, cioè manifestare in tempo reale i risultati del Var». 
Chiusura col calcio femminile: «A Torino ci sarà un grande evento, Juventus-Fiorentina, gara che dovrebbe essere valida per lo scudetto e quindi apriranno lo Stadium. E poi stiamo lavorando per rendere sempre più visibile questo movimento: siamo indietro rispetto ad altri paesi, lo so, ma le sfide ci piacciono».


© RIPRODUZIONE RISERVATA






Larissa Iapichino oro nel lungo come mamma May: «Pazzesco, avevo i brividi»
Video

Larissa Iapichino oro nel lungo come mamma May: «Pazzesco, avevo i brividi»

  • Il pellegrinaggio dei tifosi del Bologna sul San Luca a sostegno di Mihajlovic

    Il pellegrinaggio dei tifosi del Bologna sul...

  • Coppa d'Africa, la nazionale algerina torna a casa: tifosi in delirio

    Coppa d'Africa, la nazionale algerina...

  • Amichevoli, i 5 gol del Napoli contro la Feralpi Salò

    Amichevoli, i 5 gol del Napoli contro la...

  • I tifosi del Bologna portano in ritiro uno striscione per Mihajlovic

    I tifosi del Bologna portano in ritiro uno...

  • Lo scherzo di Totti è virale: secchiata di riso al matrimonio della sorella di Ilary

    Lo scherzo di Totti è virale:...

  • Roma, Diawara e Veretout a Villa Stuart per le visite mediche

    Roma, Diawara e Veretout a Villa Stuart per...

  • De Ligt si presenta: «Orgoglioso di come mi hanno accolto i tifosi della Juve»

    De Ligt si presenta: «Orgoglioso di...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT