ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Higuain, gioia e dolore per la Juve:
​gol in fuorigioco e rigore sbagliato

Higuain, gioia e dolore per la Juve:
gol in fuorigioco e rigore sbagliato

La Champions toglie il sorriso ad Allegri e fa vacillare le certezze juventine perché rifilare due gol e prenderne altrettanti (2-2) non è un risultato propiziatorio in vista del match di ritorno in terra londinese. È come se la Juventus dopo il bruciante 2-0 al pronti-via, avesse immaginato di poter gestire la qualificazione ai quarti di Champions, manifestazione alla quale indubbiamente tiene, vista l'impostazione data al match contro il Tottenham ma soprattutto l'applicazione e la concentrazione messe in campo, ben altra cosa rispetto al campionato.

Il match si è sviluppato intorno a una doppia trama, ovvero le sfide a distanza tra i due centravanti Higuain e Kane e i due portieri Buffon e Lloris. Ed ha cambiato rotta nei primissimi minuti, quelli dominati dal Pipita e caratterizzati dalla ferocia dei padroni di casa che hanno indossato l'abito delle grandi occasioni, quelle in cui appunto fanno la differenza nella fase iniziale. Pressing asfissiante, inglesi costretti nella propria metà campo e a chinarsi già al secondo minuto: punizione di Pjanic, taglio di Higuain ai limiti del fuorigioco e diagonale vincente nonostante l'intuizione del portiere Lloris. Scena che praticamente si è ripetuta sette minuti dopo: rigore decretato per un fallo tanto netto quanto inutile di Davies su Bernardeschi e raddoppio ancora dell'argentino con il portiere londinese che tocca ma non trattiene.

Il due a zero è stato ritenuto dagli juventini bottino più che sufficiente, meglio rallentare ed aspettare il momento propizio per affondare la lama in contropiede: errore perché il Tottenham si è preso il centrocampo, ha invocato un rigore che forse ci stava e a quel punto è stato l'altro centravanti a salire di tono, Kane contro Buffon, ispirato dalla prospettiva di tornare in Nazionale. Il ct Di Biagio è intenzionato a convocarlo per le sfide amichevoli di marzo contro Argentina e Inghilterra ma nei piani del portiere bianconero ci sarebbe addirittura il sogno di proseguire la carriera fino agli Europei del 2020. Dopo un paio di parate decisive, il numero uno si è dovuto arrendere alla percussione del centravanti londinese (2-1) partorito da un assist di Alli. Finale di tempo pirotecnico: il Tottenham sfiora il pari due volte con Eriksen ma Juve vicinissima al tris. Secondo penalty concesso da Brych, pure questo calciato da Higuain con esito diverso perché la palla sbatte sulla traversa.

Ripresa più o meno con le stesse caratteristiche di gioco: palleggio degli inglesi e bianconeri in attesa del contropiede giusto ma non c'è la frenesia e l'intensità del primo tempo. È assai abile il portiere francese Lloris nel neutralizzare un sinistro dalla distanza di Bernardeschi, poi la Juve si sgonfia, pagando forse lo sforzo eccessivo in avvio di match. L'insistenza del Tottenham produce il meritato pareggio grazie alla punizione di Eriksen, che sorprende barriera e Buffon. Una mazzata per la formazione di Allegri, mai più pericolosa, adrenalina pura per gli Spurs che adesso guardano alla gara di ritorno con maggior ottimismo.
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lazio-Napoli, Ancelotti: «La reazione dopo il gol? Una cosa positiva»
Video

Lazio-Napoli, Ancelotti: «La reazione dopo il gol? Una cosa positiva»

  • Lazio-Napoli 1-2, il videocommento di Roberto Ventre

    Lazio-Napoli 1-2, il videocommento di...

  • Chievo-Juve, esodo bianconero per vedere Ronaldo

    Chievo-Juve, esodo bianconero per vedere...

  • Torna la Serie A, la lunga attesa dei tifosi del Napoli

    Torna la Serie A, la lunga attesa dei tifosi...

  • CR7, fenomeno in campo e... con il microfono

    CR7, fenomeno in campo e... con il microfono

  • Lazio-Napoli: gli azzurri arrivano a Roma

    Lazio-Napoli: gli azzurri arrivano a Roma

  • Torna la serie A, il Napoli in partenza per Roma

    Torna la serie A, il Napoli in partenza per...

  • Lazio-Napoli, la vigilia di Roberto Ventre a Castel Volturno

    Lazio-Napoli, la vigilia di Roberto Ventre a...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
boboperfetto
2018-02-14 17:32:10
Higuain si è lamentato perchè qualcuno ha leso la "sua maestà" criticando i suoi errori sotto porta! E' troppo comodo e conveniente pretendere soldi a palate e facili onori quando combina qualcosa di buono nel suo "lavoro" da privilegiato e da baciato dalla fortuna e, non accettare le giuste e, sacrosante, critiche allorquando sbaglia facili occasioni o compie prestazioni insufficienti. Se non regge queste situazioni, così normali e naturali, rinunci sia ai privilegi, sia alle critiche e, si dedichi a un lavoro vero e produttivo, se ne è capace, affrontando tutti i giorni le difficoltà che, tutti ben conosciamo e, si accontenti dei favolosi guadagni mensili che, ahinoi, tutti ben conosciamo!

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT