ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Italia bella ma senza gol, è solo pari
col Portogallo: lusitani alla final four

Italia bella ma senza gol, è solo pari
col Portogallo: azzurri eliminati

​​​​​dal nostro inviato
MILANO Niente sorpasso: l'Italia si ferma sul più bello. Alla Final Four di Nations League va il Portogallo che, con un turno d'anticipo, vince il gruppo 3 e si prepara a ospitare le altre rivali a giugno da paese organizzatore. Ininfluente, dunque, la sfida di martedì a Guimaraes contro la Polonia. Gli azzurri, come contro la Svezia il 13 novembre del 2017, sparano a salve. Un anno fa contro Olsen, adesso contro Rui Patricio. Lo 0 a 0 dell'anno scorso costò la partecipazione al mondiale: assenti dopo 60 anni. Mancini, insomma, copia Ventura anche nel punteggio. Ovviamente la delusione, per questo pareggio, è minore.
 

 

PRESTAZIONE INCOMPLETA
L'Italia di oggi, comunque, piace più di quella di ieri. Propositiva e intraprendente. Ma paga, nella nuova gara da dentro o fuori, la mancanza di efficacia. Mancini, confermando la formazione per dieci-undicesimi dopo il pari con l'Ucraina e la vittoria in Bologna, ripropone il centravanti nel tridente e richiama in causa Immobile. Che, però, delude ed è fischiato dai 73 mila di San Siro, come Bonucci. Ciro sbaglia le 2 chanche migliori degli azzurri, entrambe nel primo tempo. Verratti è il più continuo dei centrocampisti, ma anche Jorginho e Barella sono intonati per la felicità del ct che punta sulla qualità e non sul fisico. Al coro serve l'acuto del finalizzatore. Che, al momento, non c'è. Pure Chiesa fa cilecca. E Insigne va in altalena. Dopo un'ora, la flessione di squadra. E addio Final Four.
 


RESTAURAZIONE DA ULTIMA
Mancini ci prova con Lasagna per Immobile prima della mezz'ora. E nel finale inserendo Pellegrini per Verratti e Berardi per Chiesa. Niente da fare. Il ct dovrà trovare il centravanti giusto oppure insistere sulla formula che non lo prevede: l'assenza di Bernardeschi, in questo senso, lo ha penalizzato. Il collega Fernando Santos, a metà ripresa, ci prova con Joao Mario. Il Portogallo entra in partita e Donnarumma salva su Carvalho. I campioni d'Europa festeggiano a San Siro anche senza Cristiano Ronaldo. L'Italia, invece, prosegue il suo digiuno casalingo: 6° pari interno consecutivo (tra l'altro il 5° di fila a Milano) e successo che manca da 14 mesi. E da quasi 2 anni e mezzo non vince contro una big del pianeta. Mancini, dopo la partita, fa tornare a casa cinque titolari: Immobile, Florenzi, Insigne, Jorginho e Chiellini.

LEGGI LA CRONACA
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Cagliari-Napoli, la vigilia di Roberto Ventre
Video

Cagliari-Napoli, la vigilia di Roberto Ventre

  • Il Napoli ritrova il sorriso: azzurri a cena con parrucche alla Malcuit

    Il Napoli ritrova il sorriso: azzurri a cena...

  • Napoli fuori dalla Champions, le battute di Made in Sud

    Napoli fuori dalla Champions, le battute di...

  • L'appello della campionessa di boxe ​senza la cittadinanza italiana

    L'appello della campionessa di boxe...

  • L'amico è non vedente, lui gli racconta il gol di Salah al Napoli ed esultano insieme

    L'amico è non vedente, lui gli...

  • Champions League, Cairo: «Speravo meglio per Inter e Napoli»

    Champions League, Cairo: «Speravo...

  • Liverpool-Napoli, il commento di Roberto Ventre da Anfield

    Liverpool-Napoli, il commento di Roberto...

  • Liverpool-Napoli, il videocommento dell'inviato Roberto Ventre da Anfield

    Liverpool-Napoli, il videocommento...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
napoletano fuori casa
2018-11-18 12:04:10
Quindi un altro bluff di una squadra di riservisti, a parte uno o due.
eddielosvelto
2018-11-18 07:37:04
ma chi vai nominando a Ventura eiklot
felipe
2018-11-18 00:38:11
L'Italia sportiva deve fare un bagno di umiltà e capire quale sia l'essenza vera del calcio, ad iniziare del CT e dai commentatori. Sentire o leggere di buona Italia solo per aver mantenuto il possesso palla (nel primo tempo!), è davvero demoralizzante. In realtà, le uniche azioni d'attacco e tre gol mancati, le ha avute solo il Portogallo. L'Italia ha giostrato a centrocampo, ovviamente a vuoto e senza costrutto, e c'è stato un solo tiro in porta, quello di Insigne. Punto! E questo lo chiamate calcio? Mah! Il Portogallo nel primo tempo ha lasciato giocare l'Italia, senza neppure scomporsi, e nel secondo tempo ha tentato la via del gol, ma con molta sufficienza. Mancini ovviamente e come sempre, non ci ha capito una mazza! Un qualsiasi allenatore, poco poco capace tatticamente, non avrebbe alzato il baricentro della squadra nel primo tempo, ma l'avrebbe abbassato per aprire la difesa avversaria, e per poi cercare di colpire di rimessa. A cosa è servito Chiesa e a cosa servono i cross in area quando ad attenderli, come si è ben visto, c'era al massimo un solo giocatore? Mancini ridicolo! Al confronto, Ventura è un Dio!! Arridateci Ventura!
felipe
2018-11-17 21:54:56
Solito possesso palla, inutile e palloso, e nessuna palla gol. Il Portogallo, due azioni e due palle gol....Eppure tanto entusiasmo dei soliti telecronisti....Brava l'Italia? E per cosa? Per il possesso palla? Mah!

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT