ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Thiago Silva attaccato a una roccia sospesa nel vuoto, la foto terrorizza i fan

Thiago Silva

Uno scatto molto pericoloso che ha allarmato tutti i suoi fan. Thiago Silva ha pubblicato su Instagram una foto che lo ritrae sospeso nel vuoto attaccato a uno sperone di roccia. Reduce da una recente vacanza in Brasile, sarebbe proprio sulle montagne di Rio De Janeiro che avrebbe fatto la foto.



Ma in realtà è tutto un bluff. Si tratta di un'illusione ottica del "Pedra do Telegrafo": luogo diventato culto e preso d'assalto da molti turisti, proprio per la possibilità di realizzare una suggestiva foto ricordo. L'ex difensore del Milan, hanno svelato i media brasiliani, si sarebbe divertito a farsi immortalare in una posa da brivido, ma, in realtà, non ha corso alcun pericolo. 

La roccia in questione dista pochi centimetri da terra ma con una giusta inclinazione della fotocamera si può far credere che ci si trovi sospesi nel vuoto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA






Roma, Ranieri: «Mi auguro che ci sia l'atmosfera che De Rossi merita»
Video

Roma, Ranieri: «Mi auguro che ci sia l'atmosfera che De Rossi merita»

  • Napoli, messaggi d'auguri a De Laurentiis: «Ma adesso investiamo»

    Napoli, messaggi d'auguri a De...

  • «It's Sarri ball», una canzone dance per Maurizio Sarri

    «It's Sarri ball», una...

  • Universiadi, gli ambasciatori dello sport napoletano pronti per luglio

    Universiadi, gli ambasciatori dello sport...

  • Mondiale calcio 2022 sarà ancora a 32 squadre

    Mondiale calcio 2022 sarà ancora a 32...

  • «Triste perché De Rossi se ne è andato», il tema del bimbo diventa virale

    «Triste perché De Rossi se ne...

  • Europei U21, Di Biagio: «Abbiamo l'obbligo di provare a vincere»

    Europei U21, Di Biagio: «Abbiamo...

  • Premio Gentleman, Barzagli: «Il saluto dello Stadium? Un'emozione incredibile»

    Premio Gentleman, Barzagli: «Il saluto...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT