ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Torino, 8 mesi a calciatore Manfredini: si è sottratto ai doveri di padre

Torino, 8 mesi
al calciatore Manfredini

Christian Manfredini, ex calciatore della giovanile della Juve, centrocampista in varie squadre di Serie A tra cui Chievo e Lazio, ora allenatore, è stato condannato dal Tribunale a Torino a 8 mesi di reclusione per violazione degli obblighi di assistenza familiare. Il giudice ha anche stabilito il pagamento di 500 euro di multa e il risarcimento di 6.500 euro alle parti civili. Manfredini è accusato di essersi sottratto alla responsabilità genitoriale nei confronti della figlia, oggi di 22 anni, avuta a Torino quando giocava nella primavera della Juve.

«Non è una questione di soldi», spiega l'avvocato Alessandro Dimauro, che assiste la ragazza e la madre. «Sarebbe opportuno che Manfredini riprendesse i rapporti con la figlia. Hanno una solo foto insieme in vent'anni di vita. Non hanno mai festeggiato un compleanno, un Natale. Lui, che l'ha riconosciuta dopo l'esame del Dna, non ne ha mai voluto sapere. Ha spiegato di essersi interessato sempre e solo al calcio. Lei l'ha cercato più volte, nella speranza che si decidesse a fare il padre».

Christian Manfredini, ex calciatore della giovanile della Juve, centrocampista in varie squadre di Serie A tra cui Chievo e Lazio, ora allenatore, è stato condannato dal Tribunale a Torino a 8 mesi di reclusione per violazione degli obblighi di assistenza familiare. Il giudice ha anche stabilito il pagamento di 500 euro di multa e il risarcimento di 6.500 euro alle parti civili. Manfredini è accusato di essersi sottratto alla responsabilità genitoriale nei confronti della figlia, oggi di 22 anni, avuta a Torino quando giocava nella primavera della Juve.

«Non è una questione di soldi», spiega l'avvocato Alessandro Dimauro, che assiste la ragazza e la madre. «Sarebbe opportuno che Manfredini riprendesse i rapporti con la figlia. Hanno una solo foto insieme in vent'anni di vita. Non hanno mai festeggiato un compleanno, un Natale. Lui, che l'ha riconosciuta dopo l'esame del Dna, non ne ha mai voluto sapere. Ha spiegato di essersi interessato sempre e solo al calcio. Lei l'ha cercato più volte, nella speranza che si decidesse a fare il padre».


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Cagliari-Napoli, la vigilia di Roberto Ventre
Video

Cagliari-Napoli, la vigilia di Roberto Ventre

  • Il Napoli ritrova il sorriso: azzurri a cena con parrucche alla Malcuit

    Il Napoli ritrova il sorriso: azzurri a cena...

  • Napoli fuori dalla Champions, le battute di Made in Sud

    Napoli fuori dalla Champions, le battute di...

  • L'appello della campionessa di boxe ​senza la cittadinanza italiana

    L'appello della campionessa di boxe...

  • L'amico è non vedente, lui gli racconta il gol di Salah al Napoli ed esultano insieme

    L'amico è non vedente, lui gli...

  • Champions League, Cairo: «Speravo meglio per Inter e Napoli»

    Champions League, Cairo: «Speravo...

  • Liverpool-Napoli, il commento di Roberto Ventre da Anfield

    Liverpool-Napoli, il commento di Roberto...

  • Liverpool-Napoli, il videocommento dell'inviato Roberto Ventre da Anfield

    Liverpool-Napoli, il videocommento...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT