ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Sarri, Guardiola e Sacchi
insieme per una cena tra amici

Sarri, Guardiola e Sacchi
insieme per una cena tra amici

Metti una sera a cena Maurizio Sarri, Arrigo Sacchi e Pep Guardiola e ne viene fuori un incontro tra tre grandi del calcio mondiale. Si sono incontrati presso il ristorante Perla Verde a Milano Marittima. Tra di loro c'è un rapporto di grande stima e il menù della serata è stato condito da immancabili pietanze a base di pallone. 
 

 

#arrigosacchi #pepguardiola #mauriziosarri #grandecalcio⚽ al #perlaverdehotel @perlaverdehotel

Un post condiviso da PVH (@pvhmima) in data:


© RIPRODUZIONE RISERVATA






Olimpiadi 2026, l'attesa e poi l'urlo di gioia a Milano
Video

Olimpiadi 2026, l'attesa e poi l'urlo di gioia a Milano

  • Olimpiadi 2026 Milano-Cortina, la delegazione italiana arriva al CIO a Losanna

    Olimpiadi 2026 Milano-Cortina, la...

  • Olimpiadi 2026, la delegazione svedese arriva a Losanna

    Olimpiadi 2026, la delegazione svedese...

  • Roma, Fonseca atterrato a Fiumicino

    Roma, Fonseca atterrato a Fiumicino

  • F1, Gp Francia: pole position di Lewis Hamilton

    F1, Gp Francia: pole position di Lewis...

  • Napoli, finalmente i maxi schermi: ecco il primo tabellone al San Paolo

    Napoli, finalmente i maxi schermi: ecco il...

  • Inter, effetto Conte: già 35mila abbonamenti venduti

    Inter, effetto Conte: già 35mila...

  • Sarri e il Napoli: «Se mi applaudono sarà amore, se mi fischiano sarà comunque amore»

    Sarri e il Napoli: «Se mi applaudono...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 6 commenti presenti
rebaldo
2018-06-13 23:25:33
Tre grandi "teste pensanti" del mondo del calcio, gente che ha impresso il proprio marchio e ha lasciato il segno. Da noi ne è passato uno, una persona schietta e sincera, che oltre alle idee che ha trasmesso alla squadra aveva anche il pregio di essere nativo della ns. città e tifoso sin da piccolo della ns. squadra. Qualcuno lo accusa di non aver vinto nulla, senza considerare che ha combattuto da solo e con i suoi giocatori contro i poteri forti, senza un minimo sostegno del "padrone" del Napoli. Il quale con un atto di superbia, quasi a voler dimostrare che l'allenatore è un suddito, un impiegato della SSC Napoli, lo ha esonerato. Dire che Sarri non voleva restare è dire una falsità! Lui voleva che il progetto tecnico non fosse smantellato. Ora, con le partenze sicure (o quasi?) di Giorginho e Hamsik, credo che il vero vincitore sia proprio Sarri perchè se Dela non riuscirà con Ancelotti a presentare uno squadra almeno competitiva come la precedente, voglio sentire i grandi giornalisti che hanno esaltato il presidente per aver ingaggiato "Il tecnico più vincente del momento". Le squadre non si fanno dal giorno alla mattina, statene certi...

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT