ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

L'Europa celebra Ronaldo:
«Cristiano re della Champions»

L'Europa celebra Ronaldo:
«Cristiano re della Champions»

La stampa europea celebra la Juventus di Cristiano Ronaldo, protagonista dell'impresa allo stadium contro l'Atyletico Madrid in Champions. Titoloni su tutte le testate sportive e non. Cristiano è il Re, tutti sono ai suoi  piedi. Il fuoriclasse portoghese si prende la vetrina. La tripletta con cui ha trascinato la Juventus alla vittoria contro l'Atletico Madrid e al passaggio del turno è celebrata con grande enfasi in Spagna. «Cristiano re della Champions», lo incorona As, ricordando che il fuoriclasse che ha «distrutto l'Atletico» ora vanta lo straordinario bottino di 124 gol in Europa. «Cristiano impone la sua legge» scrive in prima pagina Marca, evidenziando che «alla Juventus ne servivano tre e CR7 ha fatto un 'hat-trick'. L'altro quotidiano spagnolo di Madrid ovviamente non fa sconti alla squadra di Diego Simeone e parla a chiare lettere di »naufragio di un deludente Atletico«. CR7 è osannato anche dai media portoghesi a partire da 'A Bolà, che gli dedica tutta la prima pagina con una foto della sua esultanza e il titolo: »La leggenda continua...'. «La Juve -si legge- aveva bisogno di un miracolo ed è apparso nella forma di una tripletta di Ronaldo». «La Coppa del campione» è il titolo di 'O Jogò abbinato alla foto del cinque volte Pallone d'Oro che ripete il gestaccio fatto da Diego Simeone nel match dell'andata, mentre per Record è «CR Semprè. Anche l'Equipe, in Francia, si inchina a un »Fenomenale Ronaldo« che stravince la sfida con il fuoriclasse transalpino Griezmann. E se in Inghilterra la copertina spetta di diritto al Manchester City, dopo il 7-0 rifilato allo Schalke, non passa inosservato nemmeno l'ennesimo exploit del portoghese. Esemplare il titolo del Mirror: »Un altro anno, un altro miracolo di Ronaldo«.


© RIPRODUZIONE RISERVATA






Olimpiadi 2026, l'attesa e poi l'urlo di gioia a Milano
Video

Olimpiadi 2026, l'attesa e poi l'urlo di gioia a Milano

  • Olimpiadi 2026 Milano-Cortina, la delegazione italiana arriva al CIO a Losanna

    Olimpiadi 2026 Milano-Cortina, la...

  • Olimpiadi 2026, la delegazione svedese arriva a Losanna

    Olimpiadi 2026, la delegazione svedese...

  • Roma, Fonseca atterrato a Fiumicino

    Roma, Fonseca atterrato a Fiumicino

  • F1, Gp Francia: pole position di Lewis Hamilton

    F1, Gp Francia: pole position di Lewis...

  • Napoli, finalmente i maxi schermi: ecco il primo tabellone al San Paolo

    Napoli, finalmente i maxi schermi: ecco il...

  • Inter, effetto Conte: già 35mila abbonamenti venduti

    Inter, effetto Conte: già 35mila...

  • Sarri e il Napoli: «Se mi applaudono sarà amore, se mi fischiano sarà comunque amore»

    Sarri e il Napoli: «Se mi applaudono...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
markoff
2019-03-13 11:34:05
La juve ha fatto una grande partita, Ronaldo grandi giocate. Non sappiamo se la grande prova è stata amplificata dai demeriti dell'Atletico che non è riuscito in nulla. Certo vedere Morata al centroattacco che si "batteva" sul nulla è stato avvilente.Che elemento sopravvalutato quel Morata che l'anno scorso venne al Sanpaolo con il Real e pretendeva di zittire la curva.
illento
2019-03-13 13:44:49
E' lo stesso Atletico della scorsa volta. Forse la Juve ha avuto il merito di non fargli fare il suo non gioco e ha giocato bene la Juve. Lasciamo stare Morata ...........
illento
2019-03-13 13:49:29
E' lo stesso Atletico della scorsa volta. Forse la Juve ha avuto il merito di non fargli fare il suo non gioco e ha giocato bene la Juve. Lasciamo stare Morata ...........
Amus
2019-03-13 13:52:23
Giocatore dal grande carisma che ha trasmesso a tutta la squadra, mitico.
antonpet
2019-03-13 14:00:36
Senza togliere grandissimi meriti alla Juventus ieri sera l’Atletico Madrid sceso all’Allianz sembrava più l’Udinese (tanto per fare un recente paragone) che la squadra vista all’andata! Gioco inesistente, duelli individuali persi con facilità disarmante, azioni d’attacco che morivano ai bordi dell’area juventina, mai un tiro in porta da dentro l’area , insomma il nulla più assoluto! Il Salisburgo sembrava il Real rispetto all’Atletico!

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT