ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

La Juventus crolla in Borsa
dopo ko con Ajax in Champions

La Juve crolla in Borsa dopo il ko

Le prime conseguenze dell’eliminazione in Champions si riflettono sul mercato azionario: dopo aver toccato il massimo storico di 1,706 euro alla vigilia dell’Ajax il titolo Juve è in picchiata. In apertura di Borsa ha fatto segnare un -21,8% entrando in asta di volatilità (sospeso poi riammesso) fino a un - 25% teorico, per poi recuperare a -15% fino alla chiusra in calo del 17,6% a 1,39 euro. Tredici milioni di euro bruciati dopo il ko contro l’Ajax, e un potenziale incasso mancato di 33 milioni da semifinali e finale. Valutazioni a livello finanziario ancora parziali, un quadro definitivo si avrà solo con la presentazione del bilancio annuale, secondo le previsioni degli analisti con un rosso superiore ai 60 milioni.

Premi e proventi delle fasi successive in Champions sarebbero state ossigeno pure per le casse di una società appesantite probabilmente più del previsto dall’investimento monstre Cristiano Ronaldo e dall’impennata del 35% alla voce stipendi nel primo semestre: l’indebitamento finanziario netto con l’arrivo del portoghese è aumentato dai 310 milioni del 30 giugno 2018 ai 384 milioni di dicembre. Semifinali e finale di Champions - milioni a parte - avrebbero garantito anche una maggiore visibilità del brand Juventus sul mercato globale, impattando a livello marketing, commerciale, e soprattutto di fatturato. È lecito riflettere su un investimento superiore ai 100 milioni (il fatturato dell’Ajax è inferiore ai 92 milioni) per un singolo giocatore che non ha migliorato i risultati sportivi di una Juve vincitrice dello Scudetto e fuori ai quarti come l’anno scorso. Ma fuori dalla Coppa Italia, vinta la scorsa stagione.

Juve eliminata ai quarti di Champions, l'ironia del web per la sconfitta con l'Ajax


© RIPRODUZIONE RISERVATA






Amichevoli, i 5 gol del Napoli contro la Feralpi Salò
Video

Amichevoli, i 5 gol del Napoli contro la Feralpi Salò

  • I tifosi del Bologna portano in ritiro uno striscione per Mihajlovic

    I tifosi del Bologna portano in ritiro uno...

  • Lo scherzo di Totti è virale: secchiata di riso al matrimonio della sorella di Ilary

    Lo scherzo di Totti è virale:...

  • Roma, Diawara e Veretout a Villa Stuart per le visite mediche

    Roma, Diawara e Veretout a Villa Stuart per...

  • De Ligt si presenta: «Orgoglioso di come mi hanno accolto i tifosi della Juve»

    De Ligt si presenta: «Orgoglioso di...

  • Perin infortunato, torna Alla Juventus

    Perin infortunato, torna Alla Juventus

  • Buon esordio per la Roma di Fonseca: 12-0 al Tor Sapienza

    Buon esordio per la Roma di Fonseca: 12-0 al...

  • Simona Halep mostra il trofeo di Wimbledon nello stadio di Bucarest

    Simona Halep mostra il trofeo di Wimbledon...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 7 commenti presenti
napoletano fuori casa
2019-04-17 13:19:00
La differenza tra serie A, dei mammoni vecchi e in attesa di pensione , e squadre europee piene du giovani con fame di vittorie e di vittorie. poi togli gli aiutini che la juve ha per antomasia, leggi Moggi, e vedi che la seria a é come la Fiat(Fix it again Tony) O meglio (fehler in alle teile) tecnica abbastanza buona per Italiani.
Robin Hood
2019-04-17 12:43:41
I giocatori dell'Ajax, quando passavano il centrocampo, palleggiavano in spazia strettissimi specie in area di rigore avversaria quasi da portare palla e giocatore unitamente in rete. Ottimo pressing in centro e soddisfacente difesa. Juve forte solo con il metodo allegro. Poi, in campo internazionali svaniscono gli "aiutini", tanto da far sembrare l'enorme distacco in campionato una farsa

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT