ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Napoli, il grande flop abbonamenti:
«Ma più di così non potevamo fare»

Napoli, il grande flop abbonamenti:
«Ma più di così non potevamo fare»

«Ma non è un dato negativo, al contrario: la campagna abbonamenti è iniziata tardi rispetto agli altri club e conosciamo le abitudini dei nostri tifosi. Siamo in pieno agosto. Peraltro noi più di così non potevamo fare: vogliamo la gente sugli spalti e lo dimostra la nostra politica dei prezzi». L'head of operation del Napoli, Alessandro Formisano, guarda l'altra faccia della medaglia: novemila abbonamenti venduti a quasi un mese dalla prima in campionato non sono un risultato sconfortante. Peraltro tenendo conto che già è stata superata la quota di due stagioni fa.

Direttore Formisano, il Napoli è la big che ha venduto meno di tutte?
«Ma non si possono fare paragoni con altre realtà: le nostre vendite sono in linea con quelle che erano le nostre attese in questo periodo. Nessuno, in società, immaginava il tifoso comprare l'abbonamento nella settimana di Ferragosto. Non mi pare che ci sia una flessione rispetto al passato».


© RIPRODUZIONE RISERVATA

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO








Napoli Basket, sconfitta alla prima
Video

Napoli Basket, sconfitta alla prima

  • ISL cala il sipario alla Scandone

    ISL cala il sipario alla Scandone

  • Federica Pellegrini saluta Napoli e ricorda Castagnetti

    Federica Pellegrini saluta Napoli e ricorda...

  • ISL Federica Pellegrini alla Scandone

    ISL Federica Pellegrini alla Scandone

  • Scandone lo show dalla ISL

    Scandone lo show dalla ISL

  • Milan, in salita la pista Spalletti

    Milan, in salita la pista Spalletti

  • Funerali Squinzi, Cairo: «Grande persona, ha fatto il bene del calcio e del ciclismo»

    Funerali Squinzi, Cairo: «Grande...

  • Funerali Squinzi, Bettini: «Grande uomo, con lui cresciuti come uomini e poi come atleti»

    Funerali Squinzi, Bettini: «Grande...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
antonpet
2019-08-19 10:01:10
Il pubblico napoletano ormai è diventato snobb ! Andare a vedere una squadra che arriva sempre seconda è di una noia mortale! Già perché i tifosi erano abituati a vedere vincere il Napoli sempre ogni anno ed ora non si vogliono più abbassare per vederlo sempre secondo! Pensate un po’ a Milano per vedere le loro squadre che arrivano 10-20 punti dietro il Napoli ,che lottano per il 4° posto per la Champions o il 5-6° per l’ Uefa Ligue sottoscrivono 4 volte il numero degli abbonati del Napoli. A Firenze per vedere una squadra che sanno non andrà oltre il l’ottavo-decimo posto hanno già sottoscritto il doppio degli abbonamenti! Per non parlare di squadre che lottano per la permanenza in serie A! La ragione? Una parte c’è l’ha con il presidente che non spende abbastanza , un’altra ha scoperto che è già troppo seguire il Napoli con il “pezzotto” , un’altra ancora si è disaffezionata al calcio per motivi vari (specialmente le ultime generazioni che preferiscono passare ore e ore con lo smartphone a chattare invece di vivere insieme agli altri partecipando a manifestazioni di ogni tipo). Ma la cosa che più mi colpisce è vedere come la passione azzurra quando il Napoli gioca fuori casa è rimasta intatta! Il Napoli è la squadra con più sostenitori (forse la Juve in alcune zone è più seguita) ovunque si giochi! Ma allora perché tutta questa differenza? Sarebbe una domanda da porre agli psicologi e forse nemmeno loro avrebbero una risposta. La mia opinione invece è che mentre i napoletani residenti altrove mantengono intatto il loro legame con la città attraverso la squadra, quelli che rimangono a Napoli si stanno sempre più distaccando da tutto quello che accade in città per varie ragioni e non credono più a nulla! Questa è la crisi di una città in cui diventa ogni giorno più difficile vivere (o sopravvivere) e su questo dovrà riflettere la classe politica se vorrà veramente far risorgere una città che sta letteralmente implodendo su se stessa!
drnice
2019-08-19 17:26:46
non è che siamo diventati snob. non lo siamo mai stati e nemmeno ci teniamo ad esserlo. ma certamente non siamo fessi. la credibilità nella presidenza è pari a zero. questo esimio professionista del cinema non ha investito nulla nel saldare il rapporto tra squadra e sscn. eravamo abituati a vedere la squadra all'interno cittadino per gli allenamenti mentre ora castelvolturno sembra fort knox. non c'è intervista bella quale non mette in risalto da quale saittella ci ha ripescati e dice pure che la pizza a roma la sanno fare meglio ! non si lamento allora di una certa disaffezione. ovviamente una campagna acquista capace di generare entusiasmo potrebbe in parte ovviare ma.......c' è sempre un cavillo, una difficoltà, un diritto d'immagine che si frappone. speriamo bene ma appunto speriamo.

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT