ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Rosina salva la Salernitana contro il Cesena

Rosina salva la Salernitana
contro il Cesena: termina 1-1

Serviva fare il salto di qualità per scrollarsi di dosso anche le paure della retrocessione ma ancora una volta la Salernitana inciampa nel momento migliore. Anche contro il Cesena (1-1). Non basta un ottimo primo tempo della squadra di Colantuono dove la qualità dell’azione è molto alta e le occasioni si susseguono. Una dopo l’altra, merito soprattutto del trio Kiyine-Rosina-Sprocati che specie in avvio manda completamente in tilt la difesa ospite. Ma come detto niente da fare. Anzi. Al 18’, dopo che Bocalon (fuori), Sprocati (ribattuto) e Kiyine (palo) sprecano le prime palle gol di giornata, il Cesena passa sorprendentemente in vantaggio. Donkor dalla destra pennella un cross perfetto per Moncini che, lasciato inspiegabilmente libero all’interno dell’area di rigore piccola, batte facilmente di testa Radunovic. Neppure il tempo di metabolizzare la rete subita che nei sessanta secondi successivi la Salernitana avrebbe già il pallone del pareggio. Addirittura due ed entrambi con Rosina: nella prima circostanza c’è una deviazione di un difensore, nella seconda tocca a Fulignati allungarsi e mettere in angolo. L’ormai ex capitano granata è in giornata di grazia ed al 26’ ha una nuova chance ma questa volta il suo tiro dai venti metri sfiora il palo, al 31’ invece si rifà vivo Bocalon che da posizione ravvicinata calcia addosso a Fulignati. L’errore più grave, però, l’attaccante veneto lo commette al 41’ quando su un cross ormai insperato di Casasola calcia incredibilmente sul fondo. Tre minuti più tardi l’argentino si mette in proprio ma il suo tiro è sì potente ma centrale e così Fulignati può respingere senza grossi problemi.  
 
Problemi, che seppur di natura differente, colpiscono invece la Salernitana nella ripresa. Almeno all’inizio. Gli errori soprattutto in fase di appoggio sono continui e per il Cesena è facilissimo ripartire più e più volte in contropiede, costruendosi al 58’ anche l’occasione del raddoppio con Dalmonte il cui tiro a giro viene però bloccato in due tempi da Radunovic. La Salernitana arranca e gli ingressi di Palombi e Rossi non migliorano le cose, al 70’ però dopo aver alzato il ritmo e migliorato la circolazione della palla ecco che arriva anche il gol del meritato pareggio. Lo segna il migliore in campo: Rosina. Semplicemente perfetta la sua punizione dai venti metri che finisce quasi sotto all’incrocio dei pali, siamo così sull’1-1 e l’Arechi torna ad urlare forte. Ma lo sforzo finale di Ricci e compagni non basta, la stanchezza infatti si fa sentire e di veri pericoli neppure l’ombra.


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Cagliari-Napoli, la vigilia di Roberto Ventre
Video

Cagliari-Napoli, la vigilia di Roberto Ventre

  • Il Napoli ritrova il sorriso: azzurri a cena con parrucche alla Malcuit

    Il Napoli ritrova il sorriso: azzurri a cena...

  • Napoli fuori dalla Champions, le battute di Made in Sud

    Napoli fuori dalla Champions, le battute di...

  • L'appello della campionessa di boxe ​senza la cittadinanza italiana

    L'appello della campionessa di boxe...

  • L'amico è non vedente, lui gli racconta il gol di Salah al Napoli ed esultano insieme

    L'amico è non vedente, lui gli...

  • Champions League, Cairo: «Speravo meglio per Inter e Napoli»

    Champions League, Cairo: «Speravo...

  • Liverpool-Napoli, il commento di Roberto Ventre da Anfield

    Liverpool-Napoli, il commento di Roberto...

  • Liverpool-Napoli, il videocommento dell'inviato Roberto Ventre da Anfield

    Liverpool-Napoli, il videocommento...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT