ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Ancelotti: «Voglio vincere e cantare
'O surdato 'nnammurato allo stadio»

Ancelotti: «Voglio vincere e cantare
'O surdato 'nnammurato allo stadio»

Ancelotti sempre più napoletano: un feeling speciale con la città e i tifosi azzurri. «Mi piacerebbe cantare O surdato nnammurato al San Paolo dopo una vittoria. Perché solo in quelle occasioni si può cantare», ha detto nell'intervista esclusiva, in una sala della location «D'Angelo Santa Caterina» al Vomero, andata in onda ieri sera durante Tiki Taka, il talk show su Italia 1 condotto da Pierluigi Pardo. «Napoli ha delle viste uniche. I napoletani, hanno grande passione e non si prendono mai troppo sul serio. È una città abituata a vivere nelle difficoltà e lo fa in maniera molto positiva». Torna sul problema negli stadi dei cori di discriminazione territoriale che fu proprio lui a denunciare in maniera forte. «Ci sono delle regole molto precise e io credo che la Federazione abbia fatto un bel passo in avanti, sensibilizzando anche gli arbitri che sono quelli che prendono le decisioni. A Bergamo, per esempio, c'è stato rispetto per la squadra avversaria».

MILIK E CAVANI
Rimarca la crescita di Milik: «È un ragazzo molto giovane che viene da due anni di infortuni. All'inizio ha giocato un po' a corrente alternata, ora sta trovando continuità e speriamo che prosegua in questo modo», dice e aggiunge. «Abbiamo parlato di Milik, ma possiamo parlare anche di Mertens e Insigne. E' paradossale che si parli di Cavani, che è molto amato a Napoli, quando i nostri attaccanti hanno fatto tantissimi gol».

L'EUROPA LEAGUE
Dopo l'eliminazione in Champions nel mirino c'è ora l'Europa League. «Ci teniamo molto: non siamo riusciti a fare il viaggio europeo dalla porta principale, ma vogliamo andare avanti il più possibile in Europa League. È un'opportunità che abbiamo per restare competitivi», ha detto l'allenatore azzurro che ha anche commentato il sorteggio sul sito del club azzurro. «Lo Zurigo ha disputato un buon girone di qualificazione e lo affronteremo con molto rispetto ma anche con tanta voglia di andare avanti».

TURNOVER E IL VAR
Sta ruotando la rosa, tanti cambi anche a Cagliari. «La qualità della rosa è alta e cambiando i giocatori il rendimento della squadra non ne risente». E spiega come fa a motivare la squadra nella corsa sulla Juve. «Bisogna essere concentrati su quello che si può fare, piuttosto che su quello che possono fare gli altri. Così puoi andare oltre i tuoi limiti». E parla delle polemiche sul Var dopo Juve-Torino. «Il VAR è una tecnologia che va migliorata, ma che serve al calcio. La partita è stata in equilibrio e poi alla fine l'episodio ha determinato il risultato». Il rapporto con suo figlio Davide, vice-allenatore del Napoli. «Il rapporto è particolare, molto più diretto e stretto. Io ho i miei anni e a volte ho bisogno di essere aiutato dall'entusiasmo che sicuramente Davide e i giovani riescono a darmi». E chiarisce le richieste che gli ha fatto De Laurentiis. «Fare il massimo per tenere questa società ad alti livelli, cosa che era già prima del mio arrivo».

LA SORPRESA
Ancelotti brillante anche in una versione inedita: ha consegnato le maglie del Napoli a tre clienti dello store del Napoli su Amazon. Un regalo di Natale speciale.
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA






Universiadi, meno 100 giorni all'evento con i campioni olimpionici
Video

Universiadi, meno 100 giorni all'evento con i campioni olimpionici

  • Karnezis presenta il ritiro del Napoli in Trentino

    Karnezis presenta il ritiro del Napoli in...

  • Nazionale, Barella: «Bello e facile giocare con Jorginho e Verratti»

    Nazionale, Barella: «Bello e facile...

  • Futsal, il super derby Napoli-Eboli

    Futsal, il super derby Napoli-Eboli

  • Italdonne, storico secondo posto nel Sei Nazioni

    Italdonne, storico secondo posto nel Sei...

  • Nazionale, Mancini: «Ora le gare contano, cerchiamo risultati importanti»

    Nazionale, Mancini: «Ora le gare...

  • Milan-Inter, le scuse di Biglia: «Con Kessie ci siamo chiariti»

    Milan-Inter, le scuse di Biglia: «Con...

  • Gattuso: «Kessie-Biglia? Non siamo all’asilo, se avessi visto mi sarei buttato nella mischia»

    Gattuso: «Kessie-Biglia? Non siamo...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
eddielosvelto
2018-12-19 07:29:54
Fra si vinc può cantà pur o Sol mio
salve
2018-12-18 17:19:09
finalmente uno che ha capito che il vero inno di napoli è 'o surdato 'nnammurato
sasimosepl
2018-12-18 17:06:38
grossolupocattivo non sai cos'è un'emozione. Se sei tifoso del Napoli (ne dubito) , prova ad emozionarti un po' di più per la Squadra della tua terra, se invece non sei tifoso del Napoli beh, non sai cosa ti perdi
grossolupocattivo
2018-12-18 18:05:30
A me il calcio piace più che altro come spettacolo,gradirei vedere partite emozionanti e campionati che si decidono all'ultima giornata.Che poi vinca l'uno o l'altro,onestamente non me ne puo' fregar di meno.
umberto36
2018-12-18 15:27:27
Grande Carlo! Ti sosterrà un coro di milioni di persone sparse per tutto il mondo. Siamo più numerosi degli juventini e di tutti gli altri.

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT