ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

CR7, nuovo idolo napoletano:
il web si scatena dopo Juve-Real

CR7, nuovo idolo napoletano:
il web si scatena dopo Juve-Real

Oggi a Napoli non è un giorno qualunque: è il giorno dopo la disfatta della Juventus all’Allianz Stadium, piegata dal Real Madrid. Finisce 0 a 3 l’andata della semifinale di Champions, lasciando poche speranze per il proseguo in Europa dei bianconeri. Doppietta di Cristiano Ronaldo, che con un gesto tecnico memorabile si candida a nuovo idolo napoletano: è stato lui ad infliggere il brutto colpo agli avversari in campionato. Quasi come nei cartoni di Holly e Benji il campione dei blancos lascia sbalordito Buffon, che guarda a bocca aperta, incredulo, il pallone entrare in porta. Allibito Barzagli, la cui espressione dice più di mille parole. E dalla panchina persino Zidane è sorpreso, passandosi le mani in testa dopo quell’azione da brividi. Un applauso travolge tutto lo Juventus Stadium, che non può non riconoscere la bellezza di quella rovesciata quasi irreale.  Ma proprio in quel momento, davanti a quell’immagine impressa nelle menti, sfuma il sogno Champions della squadra che in Italia ha vinto tanto, forse troppo, al punto di rendersi antipatica agli occhi dei tifosi delle altre formazioni.
 

 

Intanto a Napoli fuochi d’artificio, bandiere e striscioni dedicati a Ronaldo, bus che cambiano scritte: Cr7 Juve 0-Real 3. È festa in città e nei dintorni, tutti a tifare per gli spagnoli come nuovi fratelli acquisiti. Nel bel mezzo di piazza Cirillo, a Grumo Nevano, spunta  la bandiera: «Grazie Real Madrid, la Juve sa solo rubare». Un nuovo gemellaggio fra tifoserie: dopo la Spal i grandi campioni in maglia blanca hanno fermato l’ascesa bianconera in Europa. E sui social i napoletani si scatenano: «L’ultima volta che gli juventini hanno applaudito uno che non portava la loro divisa, era un arbitro», «A tutti i media: focalizzatevi sugli applausi dello Stadium a Ronaldo per non parlare di Juve-Real», oppure «Si è sempre il Sassuolo di qualcuno».

C’è chi ricorda con ironia anche la finale persa lo scorso anno: «Buffon aveva detto che nel doppio confronto poteva andare diversamente da Cardiff. Aveva ragione, possono prendere il doppio dei gol», «Ora alla Juventus resta solo la Coppa Italia per perdere una finale», «Hanno capito che l’unico modo per non perdere una finale è non arrivarci», alcuni dei pungenti commenti sul web.

Nella triste serata torinese Dybala su tutti preso di mira. La sua espulsione è costata cara: sotto accusa proprio colui che secondo il tecnico sarebbe dovuto essere «l’uomo in più». E accanto alla sua foto: «Quando ti butti a terra per il consueto rigore della domenica, ma ti ricordi che è martedì e l’arbitro è internazionale», «Allora Dybala si può anche ammonire? Non lo sapevo, in Serie A non avviene mai». In sottofondo però qualche voce preoccupata per la possibile rivalsa in campionato: «Ora che non hanno più la Champions si concentreranno per vincere il settimo scudetto consecutivo. Sarebbe stato meglio fossero arrivati in finale per perdere lì».

Ma qualcuno un po’ meno sottilmente sottolinea sui social l’incoerenza di Allegri, che dopo la sconfitta dichiara: «È stata una bella lezione dei tifosi della Juventus a tutti, credo che il calcio sia uno spettacolo». Eppure solo qualche mese fa a proposito del Napoli aveva detto: «Lo spettacolo si fa al circo, nel calcio conta il risultato».


© RIPRODUZIONE RISERVATA



De Laurentiis: «Finché vivrò il Napoli sarà con me»
Video

De Laurentiis: «Finché vivrò il Napoli sarà con me»

  • Il fallo killer durante la partita di Champions League

    Il fallo killer durante la partita di...

  • Nuovo Cda Milan, i tifosi: «Siamo ottimisti ma ora vogliamo la Champions»

    Nuovo Cda Milan, i tifosi: «Siamo...

  • Napoli, l'arrivo a Dimaro dei polacchi Milik e Zielinski

    Napoli, l'arrivo a Dimaro dei polacchi...

  • Formalità Georgia: il Settebello impallina gli ex russi 14-3

    Formalità Georgia: il Settebello...

  • Napoli, de Magistris incontra le squadre del Sitting Volley napoletano

    Napoli, de Magistris incontra le squadre del...

  • Napoli, de Magistris premia in Comune atleti olimpionici di Scampia

    Napoli, de Magistris premia in Comune atleti...

  • Morto Denis Ten, star del pattinaggio medaglia di bronzo alle Olimpiadi

    Morto Denis Ten, star del pattinaggio...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 17 commenti presenti
picchiorosso
2018-04-06 11:28:03
una cosa, più di tutte non sopporto, una cosa inaudita e antisportiva è quella che permette alle squadre della stessa serie di avere più giocatori parcheggiati in altre squadre (satelliti). Si chiama conflitto di interesse ed è un gigantesco inganno per i tifosi. Un giocatore che sà che il suo destino è in mano ai dirigenti della squadra avversaria che incontra due volte nel campionato come può dare l'anima, se questi poi sono tre quattro o più il risultato sportivo è già preconfezionato. Chi vuole rodare i giovani li mandi all'estero o nelle serie minori nazionali; non capisco perchè questa non diventa una battaglia di civiltà sportiva.....forse perchè conviene a tutti ?
johnnyred
2018-04-05 14:53:27
che vergogna i miei cotifosi napoletani: gente che gode delle disgrazie altrui e non per i meriti nostri. Ma come ci permettiamo noi di parlare? noi che siamo usciti da tutte le coppe, che non vinciamo nulla da secoli e vogliamo fare pure i "masti"??? ma facciamoci umiltà. Con questa mentalità provinciale e retrograda non vinceremo mai nulla
gigioppi
2018-04-05 17:48:11
In questo mondo fasullo e corrotto non resta altro che divertirsi con gli sfottò. Sapessi quanto godono gli altri delle disgrazie del Napoli e morirebbero piuttosto che vedere lo scudetto sulle maglie del Napoli. Parlo con cognizione di causa.
johnnyred
2018-04-05 20:12:32
senta io non sto parlando di scudetto: è logico che ci siano sfottò tra le tifoserie delle squadre italiane. Quello che mi fa pena è godere quando una squadra italiana viene gettata fuori dalle coppe europee. Prima di tutto si dimostra ignoranza perché più le squadre italiane vincono e più l'Italia guadagna punti nel palmares mondiale. Inoltre quella squadra in quel momento sta rappresentando il nostro paese e a me non importa se si chiami Juve. Roma, Milan o Inter; in quel momento lei rappresenta l'Italia. Infine noi napoletani che non abbiamo vinto quasi niente, non possiamo proprio permetterci di parlare
raul bravo
2018-04-05 23:51:17
ascolti, il fatto che lei si senta Italiano non significa che chiunque sia nato a Napoli, o nel Sud Italia, la pensi come lei e condivida questo sentimento...ma lei continui a tifare per le strisciate quando può!

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT