ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Euforia Napoli dopo l'impresa,
Hamsik carica: «Sogniamo insieme»

Euforia Napoli dopo la grande impresa,
Hamsik carica: «Sogniamo insieme»

Scaricare la tensione rimanendo carichi. Un gioco di parole, ma anche un esercizio psicologico quasi impossibile da realizzare che è affidato a Maurizio Sarri. La vittoria all'Allianz Stadium con la Juventus è costata al Napoli un gran dispendio di energie psicofisiche per cui c'è bisogno di rilassarsi, ma forse non basteranno le poche ore di libertà che l'allenatore ha potuto concedere alla squadra. I giocatori si sono svegliati molto tardi, d'altronde la serata, dopo il colpo a Torino e la festa, si è conclusa solo all'alba. Tutti sono rimasti sorpresi dall'accoglienza ricevuta in piena notte all'aeroporto di Capodichino dove erano accorsi 15 mila tifosi, impazziti di gioia.
 


Da domani, però, si ricomincia e non c'è tempo per distrarsi. Domenica alle 18 i partenopei scenderanno in campo al Franchi di Firenze contro la Fiorentina e li attende un'altra dura battaglia. Quando giocheranno con i viola, gli azzurri già sapranno se l'Inter, il giorno prima, sarà riuscita a fermare la Juventus capolista. In quel caso la squadra di Sarri potrebbe giocare per il sorpasso. Una prospettiva esaltante e al tempo stesso sorprendente, se si considera che fino a mezz'ora dalla fine delle partite del turno infrasettimanale di mercoledì scorso, il distacco dai bianconeri era arrivato a ben nove lunghezze. Ora, invece, dopo l'impresa di Torino, c'è un solo punto di distacco e il campionato è ancora tutto da giocare. Il concetto è semplice e chiaro: il Napoli ha fatto un'impresa, ma la Juve è ancora davanti e dunque rimane la favorita. Lo ha ribadito anche Marek Hamsik nel messaggio che il capitano affida al proprio sito. «La Juventus - scrive lo slovacco - è ancora davanti a noi, un punto in più. Mancano quattro partite, continuiamo a sognare il nostro sogno». «I nostri tifosi - aggiunge Hamsik - sono molto per noi. Quando abbiamo visto la loro eccitazione prima di partire per Torino di fronte al nostro hotel, di fronte all'aeroporto... Semplicemente fantastico! Ci hanno dato molta forza e coraggio. Un grande grazie».
 
 

Hamsik racconta anche che per uscire dall'aeroporto il bus ci ha messo più di un'ora per la festa dei tifosi. «È stata una festa. In campo eravamo preparati benissimo per la sfida, eravamo attivi, abbiamo fatto il nostro gioco fino alla fine e poi è arrivato il gol. Siamo molto felici. Abbiamo raggiunto l'obiettivo oggi ora continuiamo così ricordandoci che dobbiamo approfittare ancora di uno stop della Juventus». Insomma una buona parte del lavoro è stata fatta, soprattutto quella più difficile che richiedeva l'impresa, quale è stata espugnare il fortino bianconero. Ora però il lavoro va completato. E la Fiorentina, che nonostante le sconfitte nelle due ultime giornate è ancora in piena lotta per la qualificazione all'Europa League, non è un cliente facile. E allora la parola d'ordine che Sarri farà girare a partire da domani a Castel Volturno è una sola: dimenticare le feste e darci sotto con il lavoro. Nella speranza che la Juventus si complichi ancora da sola la vita.


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Verso Psg-Napoli: la rifinitura degli azzurri a Parigi
Video

Verso Psg-Napoli: la rifinitura degli azzurri a Parigi

  • Psg-Napoli, il prepartita tecnico di Roberto Ventre

    Psg-Napoli, il prepartita tecnico di Roberto...

  • Psg-Napoli, la presentazione di Pino Taormina

    Psg-Napoli, la presentazione di Pino Taormina

  • Del Piero ospite da Alessandro Cattelan, clip in anteprima

    Del Piero ospite da Alessandro Cattelan,...

  • Pelè, il re del calcio, oggi compie 78 anni

    Pelè, il re del calcio, oggi compie...

  • Milan, Gattuso assolve Donnarumma: «Non è mai colpa di uno solo»

    Milan, Gattuso assolve Donnarumma:...

  • Napoli, Ancelotti: «Non facciamo corse su nessuno, il sogno scudetto lo abbiamo tutti»

    Napoli, Ancelotti: «Non facciamo corse...

  • MotoGp, Marquez ancora campione del mondo

    MotoGp, Marquez ancora campione del mondo

Prev
Next

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT