ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Napoli, uno schiaffo alle critiche:
Ancelotti lancia la sfida alla Juve

Napoli, uno schiaffo alle critiche:
Ancelotti lancia la sfida alla Juve

È ricominciato il duello Juve-Napoli. I campioni hanno sudato e non solo per il gran caldo per battere il Chievo a Verona (rinviato l'appuntamento di Cristiano Ronaldo con il primo gol italiano). I loro rivali della scorsa stagione hanno piazzato un colpo pesante sul campo della Lazio con Milik e Insigne. Successo meritato, difeso con il cuore da una squadra che ha giocato con carattere e umiltà, oltre che con una buona organizzazione.

Accompagnati all'Olimpico da eccessivo pessimismo, gli uomini di Ancelotti si erano complicati la vita dopo 25', quando Immobile, sfruttando il lancio di Acerbi, aveva messo a sedere Albiol, Koulibaly e Mario Rui e battuto Karnezis. È stata questa prodezza del bomber di Torre Annunziata a scuotere il Napoli, che Ancelotti aveva presentato con l'assetto più logico. La squadra si è ricompattata tatticamente e psicologicamente, ha offerto meno spazi e ha sfruttato Milik, la grande risorsa dell'attacco che per due stagioni era stato costretto per molti mesi ad osservare i compagni a causa di gravissimi infortuni. Il polacco ha finalizzato un'azione tipica del calcio sarriano - lancio di Insigne dalla sinistra e assist di Callejon al centro - e in quel momento la partita ha cambiato corso. È emersa la personalità del Napoli, della squadra dei 91 punti ben sistemata in campo da Ancelotti. La capacità di credere in se stessi, anche partendo dallo 0-1, è l'elemento di forza di un gruppo che Mr. Champions ha subito apprezzato e difeso da premature critiche. Ve ne erano state anche su Insigne, che ha chiuso la partita con un numero dei suoi, un tiro a giro dopo la combinazione Hysaj-Allan.
 

 

La difesa del vantaggio è stata attenta contro una Lazio che ha confermato di avere nella continuità di rendimento il suo limite. Ha funzionato bene l'assetto del centrocampo azzurro, con la copertura che assicura Allan e i progressi di Hamsik in cabina di regia. Pratico com'è, Ancelotti non ha tardato a schierare Diawara al posto del capitano e ad inserire Rog per proteggersi. La Lazio ha attaccato con la forza della disperazione e ha sfiorato il pari, negato dal palo destro della porta di Karnezis. Era fondamentale partire bene ed è quello che il gruppo di Carlo ha saputo fare, saltando il primo dei due ostacoli piazzati dal calendario sulla strada del Napoli. Tra sei giorni si presenterà al San Paolo il Milan di Higuain, più fresco perché ha saltato la prima di campionato.

Fuori casa ha vinto anche la Juve, ma con sofferenze maggiori rispetto al Napoli. Si è trovata sull'1-2 in casa del Chievo, invece di assistere ai primi gol di CR7 gli spettatori del Bentegodi hanno assistito ai numeri di un suo coetaneo, Giaccherini, classe 1985 come il fenomeno portoghese. Un assist e un gol su rigore per l'ex Napoli, uno di quelli mai impiegati da Sarri quando era il tecnico azzurro. Nel finale l'ha spuntata la potenza bianconera contro i gialloblù calati alla distanza perché forse non pensavano di poter vincere contro il Pallone d'oro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Arbitro in lacrime per la morte della mamma, Van Dijk lo consola
Video

Arbitro in lacrime per la morte della mamma, Van Dijk lo consola

  • Napoli, De Laurentiis tra le donne e il sesso

    Napoli, De Laurentiis tra le donne e il sesso

  • Napoli, tutti i progetti di patron De Laurentiis

    Napoli, tutti i progetti di patron De...

  • Napoli, De Laurentiis e i lavori allo stadio San Paolo

    Napoli, De Laurentiis e i lavori allo stadio...

  • Spagna, l'incredibile errore di Morata

    Spagna, l'incredibile errore di Morata

  • MotoGp, Dovizioso vince sotto l'acqua a Valencia

    MotoGp, Dovizioso vince sotto l'acqua a...

  • I Dorados di Maradona ai playoff, la festa negli spogliatoi

    I Dorados di Maradona ai playoff, la festa...

  • Italia-Portogallo, Jorginho in fiducia: «Siamo sulla strada giusta»

    Italia-Portogallo, Jorginho in fiducia:...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
m26luglio
2018-08-19 23:18:09
Si vede quando cucina el chef stellato.....prima si friggeva il pesce con l acqua...cmq grazie Sarri per aver dato il palleggio al Napoli
piena
2018-08-19 11:13:02
grande impresa di mister ANCELOTTI che sbanca roma battendo una buona LAZIO è il primo passo verso la conquista del tanto sospirato scudetto che l'anno scorso perdemmo per un soffio purtroppo per alcune scelte sbagliate del pur bravo mister SARRI che non seppe (o non volle) cambiare uomini e schemi nei momento topici del campionato....

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT