ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Lutto nel mondo del calcio, morta
famosa ala del Napoli degli anni '70

Morto Massa, ala
del Napoli anni '70

I soccorsi sono arrivati in poco tempo, sul posto già c'erano alcuni rianimatori del Cardarelli, fuori servizio, che hanno provato a salvarlo in extremis. Ma per lui non c'è stato nulla da fare. Si è spento ieri sera, a 69 anni, Giuseppe Massa, ala destra del Napoli degli anni '70. L'ex calciatore si trovava nella sua automobile, a pochi metri dal parco privato su via Colli Aminei dove abitava. Probabilmente ha avuto un malore. Il primo ad accorgersi della situazione è stato il vigilante del parco, che immediatamente ha avvertito il 118. La chiamata è arrivata intorno alle 20.30, l'ambulanza è giunta poco dopo, ma Massa era già deceduto. A causare il decesso sarebbe stato un arresto cardiocircolatorio. Nel 2004 un grave lutto aveva sconvolto la famiglia dell'ex calciatore: il figlio Maurizio, 17 anni, era deceduto all'ospedale Monaldi per una grave patologia del sangue dopo una quindicina di giorni di ricovero e una operazione chirurgica che, seppur riuscita, non aveva potuto salvarlo. Un'altra figlia di Massa, Azzurra, oggi 17 anni, ha seguito le orme del padre sul campo, giocando anche nella Carpisa Yamamay. E a lei, già nella tarda serata, sono arrivate le condoglianze del club partenopeo. 

Peppino Massa, napoletano, centrocampista e attaccante, si direbbe oggi esterno offensivo, nasce calcisticamente nelle giovanili della Flegrea, dove ha giocato anche il terzino Roberto Borza, anche lui deceduto di recente, a maggio scorso, per una malattia. Successivamente Massa calca i campi con la maglia dell'Internapoli, squadra rifondata che rileva il titolo sportivo del Cral Cirio e della Flegrea. Si trasferisce poi alla Lazio, dove resta dal 1966 al 1972, gioca 137 partite e segna 31 gol. Inizia con la Primavera, poi esordisce in serie B contro il Catania, il 3 marzo 1968. In breve tempo conquista il posto di titolare e, nella stagione 1971-1972, centra la promozione in serie A fornendo numerosi assist per i piedi di Giorgio Chinaglia, che in quell'anno conquista il titolo di capocannoniere. Sono gli anni della convocazione in Nazionale: con la formazione Under 23 disputa quattro gare. Nell'estate del 1972 Massa arriva all'Inter, dove disputa complessivamente 43 gare e segna 4 gol. Due anni dopo, nella stagione 1974-1975, si trasferisce nel Napoli per giocare nella squadra allenata da Luis Vinicio. Con la formazione partenopea vince una Coppa Italia (1975-1976) e arriva in semifinale di Coppa delle Coppe (1976-1977): sono gli anni della consacrazione. Nelle quattro stagioni in maglia azzurra gioca complessivamente 102 gare e mette la palla in rete 24 volte. 

Nel 1978 si trasferisce all'Avellino, dove resta due anni (65 partite e 10 gol), e nel 1981 torna a Napoli, ma per giocare tra le fila del Campania, in serie C1, dove resta fino alla fine della carriera, con 40 partite giocate e 3 gol realizzati. Nel palmares di Massa, un Campionato De Martino (Lazio, 1967-1968, giovanile), un campionato di serie B (Lazio, 1968-1969) e una Coppa Italia (Napoli, 1975-1976) e, in ambito internazionale, ha vinto la Coppa delle Alpi (Lazio, 1971) e la Coppa di Lega Italo-Inglese (Napoli, 1976). Smessa l'attività agonistica, è stato anche tecnico del settore giovanile del Napoli. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Cagliari-Napoli, la vigilia di Roberto Ventre
Video

Cagliari-Napoli, la vigilia di Roberto Ventre

  • Il Napoli ritrova il sorriso: azzurri a cena con parrucche alla Malcuit

    Il Napoli ritrova il sorriso: azzurri a cena...

  • Napoli fuori dalla Champions, le battute di Made in Sud

    Napoli fuori dalla Champions, le battute di...

  • L'appello della campionessa di boxe ​senza la cittadinanza italiana

    L'appello della campionessa di boxe...

  • L'amico è non vedente, lui gli racconta il gol di Salah al Napoli ed esultano insieme

    L'amico è non vedente, lui gli...

  • Champions League, Cairo: «Speravo meglio per Inter e Napoli»

    Champions League, Cairo: «Speravo...

  • Liverpool-Napoli, il commento di Roberto Ventre da Anfield

    Liverpool-Napoli, il commento di Roberto...

  • Liverpool-Napoli, il videocommento dell'inviato Roberto Ventre da Anfield

    Liverpool-Napoli, il videocommento...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
Foster
2017-10-21 20:54:26
Sentite Condoglianze alla famiglia.
med118
2017-10-18 10:27:20
Uno dei miei primi idoli!!! Grazie Peppiniello , ricordo come fosse ora il gol del 2-0 all'Inter con un tiro dal limite, Grazie per tutte le emozioni che mi hai dato.Condoglanze alla famiglia
aurobindo
2017-10-18 08:57:47
Peppe Massa,ci hai regalato tante emozioni...ci dispiace davvero che sei andato via per sempre da noi. Nel Napoli di quegli anni lontani riuscivi spesso a segnare bei goal nella prima metà del primo tempo...
ROKKKO
2017-10-18 00:11:37
Ciao Peppino, grande ala destra ai tempi di Franco Causio e Claudio Sala. Ma, oggi, esistono calciatori bravi,concreti ed intelligenti come te?
mborghese
2017-10-17 23:44:31
Massa Juliano Clerici Esposito Braglia... L'attacco del grande Napoli di Vinicio. Grazie, Peppiniello Massa, di aver contribuito anche Tu a donarci tante gioie. Un altro grande applauso accompagni ora la tua uscita dal campo di questo mondo.

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT