ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Mertens e Insigne, rinnovi da sogno ma il Napoli non alza l'offerta

Mertens e Insigne, rinnovi da sogno ma il Napoli non alza l'offerta

Silenzi pericolosi tra Lorenzo Insigne e il Napoli sul rinnovo di contratto. Il discorso per il prolungamento di almeno due anni (dal 2019 al 2021) ormai è condizionato da una catena di rinvii. Dopo alcuni incontri a vuoto, l'altra sera è venuto alla luce quello che nessuno osava ammettere. Il calciatore di Frattamaggiore ha alzato il velo sulle difficoltà del momento: «I matrimoni si fanno in due... Io ho dato sempre la mia disponibilità al Napoli ma voi sapete il presidente com'è. Io aspetto ancora, poi vedremo. Nessuno conosce il futuro». C'è quel «poi vedremo» che comincia a far scricchiolare qualche certezza sul futuro in azzurro. Non solo: «Abbiamo giocato da grande squadra contro il Real, ma per vincere non ci vogliono solo grandi calciatori ma anche una grande società. E spero che il Napoli continui a crescere anche come società». Insigne aveva scelto la stazione di Santa Maria Novella per esprimere il suo pensiero. Ha parlato anche tra il primo e il secondo tempo della gara di Empoli, ma quello non era il luogo e il momento giusto per la sua esternazione. Dunque, la richiesta di un adeguamento è esplicito, la riprova che l'attaccante ormai aspetta delle gratificazioni di natura economica per restare con soddisfazione. I vertici societari non sono dello stesso avviso.


Continua a leggere su Il Mattino Digital 


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Verso Psg-Napoli: la rifinitura degli azzurri a Parigi
Video

Verso Psg-Napoli: la rifinitura degli azzurri a Parigi

  • Psg-Napoli, il prepartita tecnico di Roberto Ventre

    Psg-Napoli, il prepartita tecnico di Roberto...

  • Psg-Napoli, la presentazione di Pino Taormina

    Psg-Napoli, la presentazione di Pino Taormina

  • Del Piero ospite da Alessandro Cattelan, clip in anteprima

    Del Piero ospite da Alessandro Cattelan,...

  • Pelè, il re del calcio, oggi compie 78 anni

    Pelè, il re del calcio, oggi compie...

  • Milan, Gattuso assolve Donnarumma: «Non è mai colpa di uno solo»

    Milan, Gattuso assolve Donnarumma:...

  • Napoli, Ancelotti: «Non facciamo corse su nessuno, il sogno scudetto lo abbiamo tutti»

    Napoli, Ancelotti: «Non facciamo corse...

  • MotoGp, Marquez ancora campione del mondo

    MotoGp, Marquez ancora campione del mondo

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
Giuseppe Longobardi
2017-03-21 13:42:53
La soluzione delle vicende Insigne,Mertens, Goulam ci fartà capire in modpo chiaro le vere intenzioni di Dela sul Napoli. Cioè se ha grandi aspirazioni sportive e vuole vincere perchè realmente ama la società ed i tifosi o se il Napoli è il suo salvadanaio e le aspirazioni sono solo il guadagno personale. Aspettiamo e vediamo. Saluti Vitaliano
giovauriem
2017-03-21 10:49:26
il presidente sta aspettando che qualche squadra si faccia avanti per venderti e incassare , a de la non interessano ,scudetti e coppe , ma solo i soldi .
aldovita
2017-03-21 09:46:33
Quando il traditore scelse danaro ed altri lidi si parlò di mercenario, oggi le stesse identiche parole...................
grandepuffo13
2017-03-21 09:41:23
In un momento delicato della stagione, si parla tanto di aumenti. mentre non si tiene presente che nel secondo tempo praticamente non giochiamo più perchè' siamo cotti e scoppiati, anche se Insigne ripete della grande prova contro il Real Madrid: se lo crede veramente può andar via dal Napoli. Le partite si giocano sempre in due tempi. E' mancato poco che con un vantaggio di 3 goal, non fossimo raggiunti dalla quart'ultima squadra della serie A con uno dei peggiori attacchi. Un saluto a tutti.

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT