ACCEDI AL Il Mattino.it


oppure usa i dati del tuo account

Ancelotti al Napoli, 3 ore d'incontro
con De Laurentiis: accordo vicino
Pronto super ingaggio e biennale

Ancelotti-Napoli, tre ore d'incontro
con De Laurentiis: accordo vicino
Pronto super ingaggio e biennale

Sarà con ogni probabilità Carlo Ancelotti il nuovo allenatore del Napoli. Il presidente azzurro De Laurentiis ha rotto gli indugi e in serata ha incontrato l'ex tecnico del Bayern Monaco nei suoi uffici a Roma, dove ha il quartiere generale la Filmauro, la sua casa di produzione. De Laurentiis e Ancelotti hanno parlato del progetto tecnico del nuovo Napoli, analizzando ance il contratto, alla presenza dell'amministratore delegato del club Andrea Chiavelli. 

Carlo Ancelotti è giunto a Roma intorno alle 21.30 nella sede della Filmauro. Per l'ex tecnico di Real, Bayern, Chelsea, Milan e Juve si profila un super ingaggio (5 o 6 milioni a stagione) per un biennale con opzione per il terzo anno. I contatti tra De Laurentiis e l'ex tecnico di Milan e Real Madrid erano stati avviati da diverse settimane vista l'indecisione di Sarri, che ha un contratto con il Napoli fino al 2020, nell'accettare di proseguire sulla panchina azzurra.

Fuori dalla sede della Filmauro si è assiepata una ventina di tifosi insieme ad altrettanti cronisti in attesa dell'uscita dell'allenatore, nonostante la pioggia. Il summit è terminato intorno alle 00.30. Ancelotti è uscito in auto e non si è fermato a parlare coi cronisti. Era seduto nei posti dietro dell'auto, presumibilmente con la moglie (donna che lo accompagna per la firma di ogni contratto).



Sarri sarà quasi sicuramente esonerato da De Laurentiis con una penale bassa; per lui si aprirebbero le porte dello Zenit. Ancelotti dovrebbe avere la rassicurazione di un investimento di circa 100 milioni sul mercato. Già spuntano i primi nomi di big, da Vidal a David Luiz. Il sogno è Benzema. Il tecnico gradirebbe la permanenza di Koulibaly, Zielinski, Callejon e Milik, mentre potrebbe dare il via libera alle cessioni di Hamsik e Mertens. 

Il contratto di Ancelotti, a ogni modo, potrà essere depositato soltanto il 1° giugno, ovvero il giorno dopo la scadenza del pagamento eventuale della clausola di Sarri e del termine del contratto che lega Carlo al Bayern Monaco. 

De Laurentiis aveva dato a Sarri le 48 ore di «tempi supplementari» richiesti dal tecnico domenica dopo la partita con il Crotone ma in serata ha deciso di dare un'accelerazione alla trattativa con Ancelotti che il presidente azzurro ha condotto in prima persona già da diverse settimane. Una svolta dettata anche dall'avvicinarsi del mercato e dalla necessità di costruire la squadra in accordo con la guida tecnica del club. Il Napoli potrebbe subire una piccola rivoluzione a partire dal capitano Marek Hamsik che proprio oggi ha annunciato il suo probabile addio, ammettendo di essere in trattativa con dei club cinesi: «Ho dato tutto me stesso, forse il percorso al Napoli è giunto alla fine. Mi piacerebbe provare una nuova esperienza, quest'anno c'era la sensazione di poter vincere lo scudetto, c'è delusione per non esserci riusciti. I nostri tifosi lo avrebbero meritato», le parole del capitano affidate al portale slovacco Pravda che avvalorano le anticipazioni di suo padre che aveva ammesso in mattinata: «Al 60% va in Cina, ci sono tre offerte da 10 milioni a stagione».

(ha collaborato Valerio Cassetta)



 


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Napoli, show di Ancelotti alla Feltrinelli
Video

Napoli, show di Ancelotti alla Feltrinelli

  • L'altra faccia del calcio: ecco il Napoli Femminile

    L'altra faccia del calcio: ecco il...

  • Bobo Vieri da «Song''e Napule» a New York

    Bobo Vieri da «Song''e...

  • Sport e integrazione a Napoli, le interviste

    Sport e integrazione a Napoli, le interviste

  • Dramma nello sport, muore Giada Dell'Acqua a 28 anni

    Dramma nello sport, muore Giada...

  • Ponte Morandi, gli Azzurri ricordano le vittime del 14 agosto

    Ponte Morandi, gli Azzurri ricordano le...

  • «Piatek chi?», i napoletani preferiscono Insigne

    «Piatek chi?», i napoletani...

  • Pallone d'Oro, nessun italiano tra i 30 candidati

    Pallone d'Oro, nessun italiano tra i 30...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
gigioppi
2018-05-23 10:58:31
Dopo quella di Higuain è finita un'altra storia d'amore. Credo che quando l'amore sia inteso, come è stato con entrambi, purtroppo l'addio è tumultuoso, quindi rientra nella normalità e dunque la separazione va accettata serenamente. Morto un Papa se ne fa un altro. Mertens è diventato un grande Papa e lo stesso sarà per Ancelotti. AUGURI E SEMPRE FORZA NAPOLI.
fioredelvesuvio
2018-05-23 09:15:42
Spero di non sbagliarmi....la vedo male per uno già arrivato e con giocatori di "poca roba"....vedi già fallimento Bayern!!
fromchiaiano
2018-05-23 08:11:08
Ancelotti pagato dalla nuova squadra di Sarri. ADL una volpe...
Giova
2018-05-23 06:35:40
Mi spiace molto per Sarri, però in questo caso sono convinto che abbia sbagliato a non voler rispettare il contratto e restare con noi a Napoli: per me è scivolato dalla ragione al torto con quesi suoi tentennamenti ed indecisioni in attesa di offerte dall’estero che, evidentemente, non sono arrivate! Peccato per come finirà questa storia d’amore: di sicuro, come tifoso, mi sento tradito da lui che vuole lasciarci con qualche sia pur effimero successo, piuttosto che continuare a sognare insieme a noi! E per andare dove poi, nel campionato russo??? ADL garantirà sempre una squadra da prime posizioni, con un occhio ai bilanci, ovviamente, per non fare la fine di Milan e Inter!!! Sarri vuole lasciarci con un bel ricordo di lui e di quel che ha fatto, all’apice della sua fama? Mi spiace, ma per me sta facendo solo una pessima figura!!!

CALCIO

FORMULA1

ALTRISPORT